Log in

SportRadar: dopo il Chievo oggi tocca all'Hellas Verona

  • Scritto da Gt

Formazione, prevenzione, tutela. E’ l’impegno a tutto campo della Lega Serie A e di Sportradar per prevenire i rischi di manipolazione delle partite, attraverso il progetto “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive” che, dopo l'incontro di ieri con il Chievo Verona, oggi ha fatto tappa al Palazzetto "Masprone" per il workshop formativo sulla lotta al match fixing dedicato ai giovani calciatori, allo staff tecnico e dirigenziale dell’Hellas Verona FC.
“Il tema trattato riveste un’importanza fondamentale per la crescita dei calciatori del domani: il compito del Settore Giovanile non è soltanto quello di investire sui nuovi talenti, ma di formarli in maniera completa - ha commentato Claudio Calvetti, responsabile del Settore Giovanile Hellas Verona FC -. C’è un tempo per allenarsi e un tempo per formare le coscienze dei nostri ragazzi: è giusto che i giovani sappiano quali sono i comportamenti idonei per la loro crescita”.
Come fare per capire i possibili tentativi di frode, che cosa si rischia in caso di coinvolgimento diretto, quali sono le tecniche che le organizzazioni criminali utilizzano per avvicinare i tesserati: questi e molti altri i temi di discussione del seminario. Vere e proprie lezioni di “autodifesa” corredate di filmati reali e case history, che aiutano a sensibilizzare i calciatori e a fargli comprendere di cosa si parla quando si utilizza il termine “match-fixing, dando ampio spazio anche al ruolo dei social network, strumenti di contatto usati sempre più spesso dai cosiddetti fixers, per carpire la fiducia di atleti di ogni fascia di età e sfruttarne l’amicizia al fine di alterare il regolare svolgimento delle partite.
La giornata di formazione è stata condotta da Marcello Presilla, Responsabile per l’Italia di Sportradar AG, società leader a livello mondiale nelle attività di contrasto e prevenzione delle frodi sportive. Attraverso il Fraud Detection System, il più avanzato sistema di monitoraggio dei flussi anomali a livello internazionale, Sportradar controlla per il UEFA tutte le partite delle squadre appartenenti alla Serie A e B dei 54 Paesi aderenti.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.