Log in

Domenica gli Oscar 2015: ecco come non sbagliare le scommesse tra Birdman, Boyhood, Keaton e Redmayne

  • Scritto da Cesare Antonini

Siamo arrivati al dunque: domenica 22 febbraio saranno assegnati i premi Oscar. La sontuosa cerimonia verrà tenuta al Dolby Theatre di Los Angeles e si chiuderanno anche le scommesse su questo evento che attira la curiosità di fans e appassionati di cinema che hanno ormai visto nelle sale tutti i film candidati.
Chi vincerà i premi? La rivista Wired ha presentato una ricerca di Ben Zauzmer, uno studente di Matematica Applicata della Harvard University che, già nel 2012, ha previsto e azzeccato il pronostico in 15 categorie su 20, 17 su 21 nel 2013 e l’anno scorso ha indovinato i vincitori di 16 categorie su 20. E' quindi utilissimo vedere le sue indicazioni che si basano su un modello che si basa su formule statistiche: nessuna opinione personale, nessuna sensazione, niente osservazione di interiora di pollo o auscultazione di reumatismi di produttori. Un sistema che si basa sull'analisi di 5mila numeri che vengono inseriti in una matrice algebrica. Una parte del suo modello matematico analizza la correlazione statistica tra il tipo di premio già vinto da un film e la successiva aggiudicazione dell’Oscar, sulla base di oltre 15 anni di dati.

Andiamo a vedere su chi puntare e come sono le quote evento per evento del bookmaker Paddy Power, ad esempio.

Miglior film
C’è da dire che le previsioni di Zauzmer risultano molto attendibili soprattutto quando le sue percentuali superano più o meno il 70%. E non sempre, per quest’anno, questa soglia è stata toccata. Per esempio, i calcoli di Zauzmer non danno grandi certezze per la categoria miglior film, che vede infatti sul podio Birdman al 40%, seguito da Boyhood al 22%, mentre The Grand Budapest Hotel e The Imitation Game è al 9%. Su Paddy la quota per l'uomo uccello di Keaton è bancata a 1,62 e, in effetti, è tallonata da Boyhood a quota 2,20. Gli altri, tutti film bellissimi, sono distanti e quotati a 40 come The Grand Budapest Hotel, The Imitation Game o American Sniper.


Miglior regista
Più chiarezza, ma sempre grande incertezza, invece per la categoria miglior regia. Qui Alejandro Inarritu (Birdman) è al 55,6 per cento, seguito da Richard Linklater (Boyhood) al 24. E' una delle scommesse più seguite. Anche qui equilibrio tra i primi due con Inarritu a 1,66 e Linklater a 2,10.

Miglior attore protagonista
In questo caso non ci dovrebbero essere dubbi: Zauzmer prevede il trionfo di Eddie Redmayne, toccante Stephen Hawking di The Theory of Everything, che ha una probabilità di successo del 77,1%. Solo briciole per gli altri, incluso Michael Keaton (Birdman) che si ferma al 13,8%.
Quote a 1,26 per Eddie Redmayne, fantastico nella sua interpretazione fisica mentre lo splendido Michael Keaton paga 3,70 volte la posta. Lontano Bradley Cooper a 17.

 

Miglior attrice protagonista
Una delle categorie su cui Zauzmer è più sicuro è quella della miglior attrice protagonista. Qui il nome è Julianne Moore (Still Alice) che ha una probabilità dell’84,4%. Lontanissima, Felicity Jones (The Theory of Everything) con il 6%.
E non a caso le quote sono praticamente sospese con la Moore a quota 1,02, per Paddy Power.

Miglior attore non protagonista
Anche per questo Oscar non ci dovrebbe essere partita. La vittoria di J. K. Simmons (Whiplash) è quella di cui Zauzmer è più sicuro: addirittura una percentuale che sfiora l’85% (84,7).Anche qui scommesse inutile seppur stuzzica quel favoloso Edward Norton in Birdman pagato 15 volte la posta. Ma Simmons paga 1.02 ed è una scommessa praticamente chiusa.


Miglior attrice non protagonista
Per questa categoria, Patricia Arquette si deve preparare a festeggiare il suo primo Oscar: la percentuale che le assegna Zauzmer, 82,2%, non lascia scampo alla sua rivale più prossima, Keira Knightley, che si ferma al 7,2%. Scommesse scontate anche qua.

Miglior film straniero
Decisamente più incerti gli esiti per la categoria miglior Film straniero, con la vittoria di Ida, data a poco meno del 57%. La quota è a 1,40 per Ida mentre Leviathan paga 2,75 ed è una bella sfida che potrebbe riservare qualche sorpresa.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.