Log in

Week end di corse negli ippodromi da Nord a Sud

  • Scritto da Redazione

Fine settimana all’insegna delle corse ippiche. Da Nord a Sud diversi gli appuntamenti negli ippodromi italiani.

 

UN POKER DI STELLE NEL CLOU  DELL’ARCOVEGGIO - Chiusura in grande stile per il marzo del trotto bolognese, belle corse e driver di fama arricchiscono il palinsesto retto da un riuscito clou riservato agli indigeni di quattro anni, in otto, impegnati sulla selettiva distanza del miglio. Generazione ricca di individualità, la classe di ferro 2011 presenta sotto le Due Torri alcuni dei suoi migliori esponenti, dal vincitore classico Sergent Pepper, con gli Andrea, Sarzetto al training e Farolfi alle redini, saldi ai comandi di un soggetto che dopo aver vinto lo sfollamento del Derby è incappato in una serie di performance deludenti, al progredito Supermar, velocista di vaglia che con il passaggio al training di Lorenzo Baldi ha conseguito maturità atletica ed invidiabile regolarità agonistica, passando per lo statuario Saetero, portacolori della emiliano-romagnola scuderia Verner che Harri Rantanen affida ad Andreghetti con manifeste ambizioni di primato, senza dimenticare  Stella di Azzurra, giumenta di gran classe reduce da una ben remunerata campagna francese ed oggi da osservare nell’inedita versione Raspante, stante l’impegno triestino del titolare Gocciadoro. Non va trascurata la presenza di Enrico Bellei e di Sueià Della Luna, con il celeberrimo capolista azzurro assai ottimista sulle chance della giumenta toscana, la cui ascesa verso l’eccellenza non sembra conoscere tappe intermedie, mentre per Stiaccino Jet il numero uno sul sellino rappresenta un buon viatico in ottica marcatore. Alle 14.40 scenderanno in pista i gentleman accompagnati da buoni soggetti di tre anni, su tutti, la recente vincitrice Toshiba As, pupilla di Rebecca Dami e probabile battistrada allo stacco, mentre in alternativa si propongono i binomi Tiziano Font con Stefano Baldi e Truxelli con Zaccherini, ed alla seconda, ancora i nati nel 2012 in vetrina, con l’asticella di qualche misura più in alto rispetto al prologo, in virtù delle presenze di Troika Jet e Tu Sei Tu Bigi, affidati rispettivamente ad Andreghetti ed Edoardo Baldi. Gentleman in scena anche alla terza, miglio per cadetti dal buon curriculum e favori di un intricato pronostico per Socrate e Angelo Marozzi, ospiti marchigiani che troveranno in Selva Degli Ulivi e Zaccherini agguerriti rivali in ottica vittoria. Alla quarta, tre anni alla ricerca del primo successo di una ancora verde carriera, con l’inedita coppia Bellei/Tex Di Jesolo a calamitare le curiosità nonostante lo scarno ruolino di marcia del giovane allievo di Michele Raimo. Qualità e forme al diapason infittiscono la trama tattica della quinta corsa, miglio ben frequentato per il quale si candidano in diversi, dal toscano Renoir du Lac, protagonista dell’inverno fiorentino guidato da Manuele Matteini, al lombardo Redford Trgf, partitore eccelso che Fausto Barelli presenta con malcelate ambizioni di primato avvalendosi della collaborazione tattica di Andreghetti, senza dimenticare Poker Bi, al rientro dopo una pausa preceduta da brillanti esiti e Rosy Alan, sfortunata di recente ma assai competitiva nel contesto, mentre alla settima la decaduta Morgana Bi trova in Bellei partner ideale per confermare il ritorno ad una brillante condizione atletica, già avvallata dal successo marchigiano. In chiusura, handicap abbinato alla tris con Operaio dei Fiori in fuga per la vittoria ed il solido Melandri Kyu all’inseguimento da quota meno venti metri; in alternativa Proiettile Gc tra gli inquilini dello start e Pedro Almodovar tra i penalizzati.

 

SIRACUSA - È il Premio Pindaro, condizionata sui veloci 1200 metri della pista sabbia, a catturare l’ attenzione, sabato pomeriggio, all’ Ippodromo del Mediterrano. Tra i 9 soggetti di 4 anni e oltre, gettonatissimo è il nome di Mac Lir, che torna su un  tracciato ideale. La prima valida alternativa potrebbe essere Abrazzo Dales , con mezzi tali da poter impensieri il portacolori di Mark Cuschieri. Merita citazione anche Red Crack che vince bene in contesto simile. Mina vagante  della prova: Iftaar, alla prima uscita sul tracciato, ma stimato del team. Sei le prove in programma con apertura alle 14.45. Di difficile pronostico l’handicap discendente abbinato al Premio Sir Griffith, che manda al confronto sul  miglio della pista grande 11 cavalli anziani. Piace parecchio Coup De Talon, ben collocato in perizia e chiamato al confronto su distanza apprezzata. Vanta una forma eccellente The Noble, che deve alzare un po’ il tiro e Ghja che, se progredita, potrebbe essere ancora della partita. Tra i pesini si guardano  Sansa e  La Roccaccia.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.