Log in

Juve campione d'Italia già a marzo per i bookie, ma il 33% degli scommettitori tifava Roma

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Se la Juventus è partita fin dall'inizio della stagione come la grande favorita per la vittoria del Campionato italiano 2015 e del suo quarto scudetto consecutivo, le quote dei bookmakers hanno sempre assecondato tale previsione. Al punto che, già a inizio stagione, la quota sullo scudetto bianconero era la più bassa, a 1.48. Per poi considerarsi partita chiusa con largo anticipo, già a marzo, bloccandosi a quota 1.02. In realtà, tuttavia, non è stato sempre così durante l'intero stagione.

E il momento in cui la quota sullo scudetto bianconero è stata più alta è stato ad ottobre, in corrispondenza dello scontro diretto JuventusRoma e del pareggio con il Sassuolo in campionato e delle due sconfitte in Champions League con Atletico Madrid e Olympiacos.

 

 

IL PARERE DEGLI SCOMMETTITORI - La maggioranza degli scommettitori, in realtà, non credeva (o, meglio, non sperava) nel quarto scudetto bianconero, con molti giocatori che hanno riposto più fiducia nella Roma: secondo i numeri forniti dal bookmaker Sisal Match Point, il 37 per cento delle puntate a inizio campionato erano infatti sulla Roma campione d’Italia, mentre per la Juventus si registravano solo il 14 per cento delle giocate. Andamento analogo nel testa a testa Juventus - Roma, con il 67 per cento degli scommettitori schierato con i giallorossi, e appena il 33 per cento con i bianconeri.
Un ulteriore dato interessante proviene dalla rete di MatchPoint: che ha contato un totale di 301 giocate in singola sulla Juve campione d’Italia – dalla rete di raccolta online e fisica – e 1.586 le giocate in multipla, insieme alle vincenti dei campionati esteri.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.