Log in

Tennis: l'ombra del match-fixing anche su Wimbledon

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

L'ombra del match-fixing torna ad avvolgere anche il mondo del tennis: sospetti anche su top player e torni del claibro di Wimbledon.

 

Dopo l'apertura delle indagini in Belgio su una presunta serie di combine nel mondo del tennis, la Bbc denuncia l'esistenza di un'organizzazione mirata all'alterazione dei match sportivi - anche di spicco - allo scopo di lucrare sulle scommesse. Secondo l'emittende britannica e il sito di informazione statunitense BuzzFeed News, in particolare, le partite sospettate di alterazione riguarderebbero eventi di primo piano, fino al calibro di Wimbledon. Non sarebbe certo la prima volta che il mondo del tennis viene coinvolto in questo tipo di accuse - ricordando, per esempio, il precedente caso che aveva portato alla radiazione di alcuni tennisti dalla Fit - ma quella rivelata in queste ore potrebbe essere la più grande indagine nella storia della disciplina. In realtà, il tennis è stato già oggetto di varie segnalazioni e un recente rapporto di Bloomberg lo avevo ritenuto addirittura tra gli sport a maggiore rischio match-fixing.


SEGNALATI 28 GIOCATORI E VARI BIG - Non solo. Secondo quanto riportato nell'inchiesta, negli ultimi dieci anni ben 16 giocatori saliti fino alle prime 50 posizione del ranking, sarebbero satti ripetutamente segnalati alla Tennis Integrity Unit (Tiu) per match persi in modo ritenuto 'anomalo', ma per nessuno di questi sono mai stati presi provvedimenti, anche se in qualche caso si trattava addirittura di vincitori di  tornei del Grande Slam. Ben 28 giocatori, inoltre, sarebbero stati segnalati a una forza di Polizia di un paese che non viene citato nei documenti in possesso della tv britannica, ma che potrebbere, a questo punto, proprio il Belgio dove si erano avuti i primi movimenti.

 

COINVOLTA ANCHE L'ITALIA - Ad essere coinvolta in questa rete di match fixing sarebbe, in qualche modo, anche l'Italia. Nei documenti rivelati dalla Bbc, infatti, si parla di "cartelli di scommettitori in Russia, Italia settentrionale e Sicilia", che avrebbero "guadagnato centinaia di migliaia di sterline scommettendo su partite trucare, tre delle quali giocate a Wimbledon".


ATP RESPINGE LE ACCUSE - L'Association of Tennis Professionals (Atp) respinge però le accuse di partite truccate con il presidente Chris Kermode che in una conferenza stampa a Melbourne Park ha "respinto assolutamente ogni sospetto" sul fatto che delle prove di partite truccare siano state soppresse o che non siano state oggetto di indagine, mentre la Bbc sostiene che le segnalazioni su 16 top player non sarebbero state mai prese in considerazione.

 

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.