Log in

Tennis e scommesse, Starace e Bracciali assolti da accusa illecito sportivo

  • Scritto da Redazione

La Corte d'Appello federale della Fit assolve i tennisti Potito Starace e Daniele Bracciali dall'accusa di illecito sportivo per scommesse sportive.

 

 


Buone notizie per i tennisti italiani Potito Starace e Daniele Bracciali, e per i loro fan. La Corte d’Appello Federale della Fit, la Federazione italiana del tennis, li ha assolti dalla contestazione di illecito sportivo per aver alterato i risultati di alcuni incontri al fine di realizzare guadagni illeciti tramite scommesse sportive.


Daniele Bracciali però è stato inibito per 12 mesi applicando una sanzione di 20mila euro per aver violato i principi dell'articolo 1 del Regolamento di Giustizia relativo alla lealtà e alla correttezza sportiva.

 

Come si ricorderà il Collegio di Garanzia del Coni lo scorso 12 dicembre aveva rinviato alla Corte d’Appello Federale della Fit il procedimento nei confronti dei due tennisti, accogliendo il ricorso della Procura Generale dello Sport e della Procura Federale della Fit. Il 10 ottobre scorso, infatti, il giudice federale di secondo grado, in parziale accoglimento dei ricorsi di Bracciali e Starace avverso la sentenza di primo grado di radiazione, li aveva prosciolti dalla contestazione di illecito sportivo e comminato a Bracciali l’inibizione di 12 mesi e la sanzione di 20mila euro.

 

Tale decisione era stata annullata dal Collegio di Garanzia del Coni che aveva trasmesso gli atti alla Corte per la rinnovazione del secondo grado di giudizio.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.