Log in

Capocannoniere: sale Icardi, ma per scommettitori c'è solo Higuain

  • Scritto da Redazione

Il bomber interista, quotato 12 da Snai alla vigilia del campionato, ora è in lavagna a 3,50 e insidia la leadership del Pipita (a 2,75).

Lotta a tre ai vertici della classifica cannonieri di Serie A: Icardi e Bacca, sei reti a testa, per ora tengono il passo del superfavorito della vigilia, Gonzalo Higuain. Un equilibrio che ha modificato in parte il tabellone Snai per il re dei bomber 2016/17. Il Pipita, a 2,25 a inizio stagione, è leggermente salito fino a 2,75. Icardi ha fatto passi da gigante, con l'offerta che è passata da quota 12 a 3,50 (secondo alle spalle di Higuain), mentre Bacca, prima secondo in lavagna, ora è sceso di una posizione ed è terzo a quota 6,50 (da 5,50). Gli scommettitori Snai hanno però preso una posizione netta: finora, 70 giocate su cento convergono su Higuain; Icardi e Bacca sono lontanissimi con poco più dell’8% e del 3% delle preferenze.

BELOTTI E MILIK, CHE SORPRESE - A meritare una menzione speciale sono Andrea Belotti e Arkadiusz Milik, le sorprese d’inizio campionato. Il centravanti del Torino, con cinque reti all’attivo, ha compiuto un piccolo miracolo passando da quota 40 a inizio stagione al 7,50 attuale, primo tra i giocatori italiani nella lista Snai. Bene anche Milik, fin qui degno sostituto di Higuain al Napoli: il polacco partiva da quota 33, dopo quattro gol è quinto a 9 volte la posta e si è guadagnato anche il 6% delle scommesse sul capocannoniere, mentre Belotti rimane all’1%. Nelle quote promossi alla grande anche Borriello e Immobile, entrambi a 15 dopo un avvio in salita (era a 50 l’attaccante del Genoa, a 25 quello della Lazio), Dzeko è stabile a 15.
DIETRO LA JUVE IL VUOTO - Molto diverso il discorso scudetto: la scelta è ancora più netta rispetto a un mese e mezzo fa. La Juventus, già largamente favorita a 1,40, si invola a 1,25 dopo il k.o. del Napoli contro l’Atalanta. Una sconfitta che però mantiene gli azzurri, secondi dietro i bianconeri a 9,00, ancora davanti alla Roma (10) e con l’Inter a 18.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.