Log in

I bookmaker ricchi grazie a Mayweather: si mette male per il 'pene' di Schaub

  • Scritto da Cesare Antonini

Scommettitori impazziti per McGregor alla vigilia del match contro Mayweather e i bookmakers se la ridono: si mette male anche per Brenadn Schaub e il suo "dick". 

"Sono più preoccupato della foto del pene da inviare che dei 100mila dollari scommessi con Max Kellerman". Brendan Schaub, uno dei più forti combattenti ed ex peso massimo di UFC, aveva commentato così ormai diverse settimane fa, una sua "bettata" pazzesca sotto tutti i punti di vista effettuata nell'incontro dell'estate, quello tra Conor McGregor e il mitico Floyd Mayweather andato in scena domenica notte 27 agosto nella T Mobile Arena di Las Vegas. Ma adesso dovrà preoccuparsi sia della foto che dei 100k da versare nelle casse di Kellerman. Lui così come tanti altri che si sono gettati clamorosamente nelle braccia dell'irlandese per ricevere una batosta bella e buona.

COME SONO ANDATE LE SCOMMESSE? - I bookmaker, specie quelli di Las Vegas, festeggiano. Un weekend d'oro, pare, con oltre 85 milioni di dollari incassati per un risultato tutt'altro che normale per i quotisti. I book hanno scelto la strategia di Mayweather che sul suo livello, la boxe, era decisamente confident dall'alto dei suoi 50 match vinti e senza mai andare al tappeto o perdere ai punti. Gli allibratori hanno atteso e raccolto tranquillamente le bettate.
Addirittura pare che Floyd abbia scommesso 400mila dollari sulla sua quota per poi negarlo pubblicamente. Ma tutto lascia pensare che fosse piuttosto certo del risultato finale anche se, in molti dicono, questo tipo di incontri potrebbero anche essere aggiustati. Ma le scommesse sono vere.
Un incontro di questo tipo, un campione di boxe contro un lottatore che non aveva mai tirato di pugilato, in un'estate un po' noiosa nei palinsesti, ha portato gli scommettitori a comportamenti piuttosto bizzarri.
"Si sono avvicinati tantissimi neofiti che non avevano mai scommesso sulla box per abbiamo avuto le linee piene di chiamate per 13 ore nella giornata di sabato. Non c'è mai stato un evento simile a questo", ha detto John Murray, quotista e manager del Westagate Las Vegas Superbook.
Insomma hanno fatto tutti centro tranne chi ha scommesso su Conor. Tuttavia il tutto fa anche parte delle scommesse e dei giocatori: "Il pubblico è disposto a trascurare le statistiche e cerca di fare il gran colpo al banco del bookmaker. Floyd poteva stare a +700 ma l'ho tranquillamente visto scendere a +300", ha detto Jay Rood, vice presidente dell'organizzazione del match all'MGM.
 
TUTTI SU MCGREGOR - Alla Il 90% delle scommesse sono state registrate sull’irlandese. Per questo motivo si è creato, alla vigilia, un grosso rischio per il banco.
Secondo William Hill, i bookmakers britannici avrebbero perso 250 milioni di sterline in caso di vittoria a sorpresa del lottatore MMA. Invece hanno guadagnato circa 100 milioni di pounds.
 
DUE SCOMMESSE PAZZESCHE - Il Wynn Sportbook ha accettato una big bet da 2 milioni di dollari nella giornata di venerdì come ha rivelato il direttore esecutivo della società Johnny Avello. Considerando le quote medie, il punter ha vinto quasi $600.000.
I bookies di MGM e South Point, entrambi, hanno raccolto una scommessa singola da 1 milione, sempre su Mayweather.
La bet del South Point ha suscitato scalpore perché il gambler si è presentato con una borsa piena di cash per scommettere. Ha bettato con un milione di dollari in contanti in una borsa.
 
ANCHE L'EX LOTTATORE SCHAUB AVEVA POCHI DUBBI MA ORA.. - Schaub aveva talmente fiducia in McGregor che ha scommesso anche 100mila dollari con l'analista di Espn, Max Kellerman. La base della giocata era semplice: Conor sarà in grado di vincere qualche round dell'incontro con Floyd, uno dei boxeurs più forti di tutti i tempi, e rimarrà in piedi alla fine dei canonici 12 round. In molti, invece, credono che McGregor andrà al tappeto molto presto!
"Vi invierò una foto del mio 'dick' (pene, ndr) qualora dovesse non passare i 12 round indenne", aveva dichiarato con Rob King in una puntata del "The Extra Point". E poi ha confidato: "Sono più preoccupato della foto del mio cazzo che dei 100mila che ballano con Kellerman. Ma sarà senz'altro una bella foto!". Non ci teniamo a vederla ma, purtroppo, gli tocca!
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.