Log in

Malagò (Coni): 'Lo sport in prima linea per l'integrazione sociale'

  • Scritto da Ac

Giovanni Malagò, presidente del Coni, mette l'accento sull'importanza dello sport come veicolo di solidarietà e socializzazione.

Roma - "Quella di cui parliamo oggi è una grande famiglia composta da grandi atleti, testimonial, Cip e Coni e tanti altri. Lo sport è tante cose. È l'Italia che vuole vincere i mondiali di calcio ma è anche molto altro ancora, per esempio solidarietà e socializzazione". Lo afferma il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in occasione della presentazione a Roma dei Giochi Mondiali Invernali Special Olympics.

"Il tema della disabilità è un tema centrale e in questi giorni si sta parlando per fortuna anche dei tantissimi disagi che le famiglie con soggetti disabili devono affrontare quotidianamente. Lo sport può fare tantissimo da questo punto di vista ed è soprattutto per questo che il rifiuto della candidatura di Roma alla partita olimpico ha creato un danno prevalentemente al mondo della disabilità che trova sempre grande risvolto in occasione dei giochi.

Siamo qui per celebrare questo straordinario evento ed è un'occasione per fermarsi a riflettere e congratularsi con questi ragazzi che si impegnano ogni giorno per ottenere dei risultati".
PANCALLI - Per Luca Pancalli, presidente del Cip, "le parole e le esperienze di questi atleti sono la migliore risposta di come lo sport sia d’aiuto nell’ambito della disabilità. I partner che accompagnano questi atleti mettono in moto dei meccanismi di crescita personale, culturale, perché oggettivamente siamo convinti che lo sport sia uno strumento di politica attiva per far crescere il territorio e far crescere il Paese”.  
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.