Log in

Ira (Leolandia): 'Natale magico, ma servono finanziamenti per la ripresa'

  • Scritto da Redazione

Il presidente di Leolandia Giuseppe Italia annuncia le iniziative natalizie del parco tematico e chiede un sostegno per continuare nel programma di investimenti.

“Questo per i bambini è il periodo più atteso dell’anno e noi ci siamo impegnati per renderlo ancora più magico e spettacolare con importanti investimenti, perché il nostro compito è portare gioia alle famiglie, specialmente in un momento ancora difficile come questo. Allo stesso modo, sentiamo l’impegno di tutelare i nostri lavoratori: Leolandia impiega 600 persone, alle quali si sommano almeno 2.500 lavoratori dell’indotto, tra servizi esternalizzati e attività commerciali della zona come alberghi, ristoranti e negozi. Eppure, dopo 8 mesi di chiusura forzata, non abbiamo ricevuto ristori né agevolazioni fiscali: le perdite a fine anno saranno del 50 percento rispetto al 2019, nonostante una stagione estiva ed autunnale sorprendenti. Ci aspettiamo finanziamenti a lungo termine e a tasso agevolato, per uscire dalla crisi e continuare il nostro programma di investimenti”.

Giuseppe Ira, presidente di Leolandia, commenta così la situazione attuale in vista dell'arrivo del Natale, che il parco a tema numero 1 in Italia a Capriate San Gervasio in provincia di Bergamo è pronto a festeggiare con un ricco calendario di aperture straordinarie fino al 9 gennaio 2022 compreso.

Nel 2019 Leolandia era in crescita del 30 percento rispetto all’anno precedente, con un fatturato di 40 milioni di euro e 1,2 milioni di visitatori, provenienti nel 48 percento dei casi da fuori regione, a dimostrazione dell’impatto del parco nel sistema dell’offerta turistica del territorio. Oggi Leolandia è la realtà più grande e significativa di proprietà ancora al 100 percento italiana in un comparto che conta circa 230 strutture tra parchi a tema, faunistici, avventura e acquatici, e che generava nel 2019 un giro di affari di 450 milioni di euro di sola biglietteria, 1 miliardo considerando l’indotto interno (ristorazione, merchandising, negozi) e 2 miliardi con l’indotto esterno, per un totale di 25.000 occupati diretti, 60.000 con l’indotto.

LE INIZIATIVE NATALIZIE - Oltre a scintillanti addobbi, tra i quali troneggia un gigantesco albero di Natale con migliaia di luci a led che creano ogni sera suggestivi show di son et lumière, tutto il parco è tematizzato con tante sorprese per grandi e piccini: spettacoli completamente nuovi a tema natalizio, la casa di Babbo Natale e il musical Desiderio: la Magia del Natale, ispirato alla tradizione di Broadway, con un cast internazionale di acrobati, ballerini e cantanti, costumi originali ed effetti speciali.
Novità anche sul fronte dei personaggi dei cartoni animati, da sempre tra gli asset più importanti dell’offerta del parco, con l’apertura del Museo di PJ Masks City, una nuova attrazione in esclusiva mondiale dedicata ai piccoli fan dei Superpigiamini, che potranno interagire con i loro beniamini e incontrarli dal vivo. Presenti all’appello anche tutti gli altri fenomeni mondiali nel mondo dell’intrattenimento per bambini in fascia scolare e prescolare: Masha e Orso, Bing e Flop, Miraculous – Le Storie di Ladybug e Chat Noir e il Trenino Thomas.

 

 

Share