Log in

Amusement: realtà virtuale eSports di Omni Arena torna alla normalità

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

L'Arena VR dedicata agli esports nei locali pubblici torna lentamente alla normalità recuperando l'85 percento delle attrazioni dopo lockdown.

Il gioco go-kart è attualmente il più gettonato tra le attrazioni di eSport in realtà virtuale proposte da Omni Arena, secondo i dati diffusi dallo sviluppatore statunitense Virtuix, che sta lentamente tornando alla normalità operatori. In particolare, secondo quanto diffuso dalla società, le sessioni di gioco sono tornate all'85 percento dei livelli di pre-lockdown in 21 delle 29 sedi Omni Arena che sono state riaperte.

Guardando ai giochi, in base al tipo di location, i giochi di go-kart rappresentano il top in questa fase di "nuova normalità", avendo recuperato più velocemente degli altri, superando in particolare i livelli di pre-lockdown. A seguirli nella classifica degli incassi è il gioco del bowling virtuale. Tutto questo mentre i Fec in generale, come pure i parchi e le sale cinematografiche si stanno riprendendo più lentamente.

I ricavi medi per gli operatori di Omni Arena sono tornati a circa l'85 percento della media pre-blocco e la società riferisce che il 15 percento delle location migliori ha registrato ricavi per oltre 20mila dollari ad agosto.

"I ricavi dei nostri operatori si sono ripresi bene", spiega Jan Goetgeluk, fondatore e Ceo di Virtuix a InterGame. "I dati sono incoraggianti, ma non siamo ancora fuori pericolo, soprattutto con i mesi più lenti a venire. Spero che possiamo lavorare insieme come industria per superare questa crisi ".

Omni Arena è un'attrazione Vr che consente esperienze simultanee che coinvolgono tutto il corpo per un massimo di quattro giocatori. Le piattaforme di movimento all'interno dell'attrazione consentono ai giocatori di camminare e correre all'interno dei videogiochi. Ciò presuppone un contatto fisico con diverse attrezzature e dispositivi: cosa che, è evidente, rischiava di poter compromettere l'andamento di questi giochi in tempi di pandemia, quando in contatti con le superfici erano stati indicati come possibile fonte di contagio. Invece, grazie a un rigenerato clima di fiducia nei consumatori e, sorpattutto, grazie alle iniziative e misure di prevenzione e igiene promosse dalla società produttrice e attuate dai titolari dei locali, la situazione sembra ormai orientata a tornare nella normalità. Con buona pace degli operatori, che si trovano ad affrontare una delle maggiori crisi nella storia dell'intrattenimento globale.

Share