Log in

Parchi divertimento e giochi gonfiabili, dalla politica un calcio alla crisi

  • Scritto da Redazione

Accolta in Aula alla Camera la proposta della Lega a sostegno degli operatori di parchi divertimento, spettacoli circensi e giochi gonfiabili per superare la crisi Covid-19.

Istituire un fondo le cui risorse finanziarie siano destinate a mitigare gli effetti negativi di carattere economico derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 subiti nell'ambito di alcuni comparti dell'intrattenimento. Questa la proposta della Lega, accolta da Montecitorio nell'ambito dell'approvazione del Dl Agosto, recante proprio misure per il sostegno e il rilancio dell'economia.

Che l'emergenza sanitaria abbia avuto effetti negativi, talvolta devastanti su molti settori dell'economia è cosa nota; che il comparto del gioco in generale rientri tra questi è ormai risaputo e non solo a causa del lockdown ma anche per le norme sul distanziamento interpersonale che in molti casi si sono tradotte in riaperture parziali o in una fruibilità degli spazi limitata ad un numero ridotto di persone rispetto alla piena capacità disponibile.

In questo contesto, nell'ambito dell'approvazione del Dl Agosto alla Camera, i deputati della Lega Ziello, Caparvi e Gerardi hanno proposto un ordine del giorno che impegna il Governo a sostenere gli operatori del settore circense e degli spettacoli viaggianti, nonché i lavoratori delle attività spettacolari, di attrazione e di divertimento e dei giochi gonfiabili. Nel corso della discussione, il testo è stato rielaborato, o meglio integrato con la dicitura “compatibilmente con le esigenze di finanza pubblica” ma l'ok dell'Aula al dispositivo mostra l'attenzione del Parlamento a quei settori, della cultura e dello spettacolo dal vivo per grandi e piccini, messi a dura prova dall'emergenza epidemiologica.

La misura, integra in qualche modo quelle di sostegno al reddito, già incluse nel Dl Agosto in favore dei lavoratori atipici, tra cui quelli delle attività circensi e spettacoli viaggianti, secondo i deputati leghisti "non adeguate e proporzionate, creando così pericolose disparità di trattamento. Nella prospettiva di un graduale riavvio delle attività di intrattenimento - prongono dunque Ziello, Caparvi e Gerardi - occorre pertanto sostenere il settore delle attrazioni, dello spettacolo viaggiante, nonché i parchi di divertimento e i giochi gonfiabili".

Share