Log in

Speranze post-Covid da Dubai: Expo 2020 tra turismo e intrattenimento

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Milioni di turisti visiteranno Dubai per (la posticipata) Expo 2020, dal 1° ottobre al 31 marzo 2022, con l'amusement al centro.

L'industria del divertimento e delle attrazioni del Medio Oriente è stata sostenuta e tenuta "viva" negli ultimi mesi dalla promessa del ritorno alla normalità, in vista di Expo 2020 Dubai, rimarcata più volte dal direttore generale del Dipartimento del turismo e del commercio dell'emirato, Helal Al Marri. L'ultima delle quali, appena qualche giorno fa, quando ha spiegato che l'emirato è determinato a portare avanti la celebrazione, nonostante il picco di infezioni che si è verificato a seguito dell'apertura di Dubai al turismo poco prima di Natale. Al Marri ha addirittura incolpato di quel picco un piccolo numero di locali che ignorano i regolamenti. "Siamo fiduciosi", ha detto, "che saremo pronti a fare in modo che la crescita inizi questa estate, e con Expo nel quarto trimestre, non vediamo l'ora di accogliere il mondo".

L'Expo è uno dei più grandi eventi organizzati al mondo e nella storia. Se riuscirà a svolgersi, genererà miliardi di entrate per il governo e per l'industria del turismo in generale. Il tasso di contagio a Dubai è quadruplicato durante il periodo di Natale e Capodanno, ma per Al Marri è chiaro che la colpa di ciò è della gente del posto. Da allora, tuttavia, gli Emirati Arabi Uniti sono stati uno dei paesi più efficienti al mondo nell'introduzione delle vaccinazioni, con circa un terzo dell'intera popolazione vaccinata all'inizio di febbraio.

Share