Log in

Social game: i giocatori non hanno dubbi e incoronano Ruzzle come preferito

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

E' Ruzzle il social games più amato dai giocatori. O, almeno, da quelli che sono soliti frequentare le pagine web del quotidiano GiocoNewsPlayer.it. Il verdetto arriva dal sondaggio promosso dalla testata online con il quale si chiedeva al pubblico dei giocatori di esprimere la propria preferenza in fatto di social games, offrendo un'ampia possibilità di scelta tra i giochi 'sociali' più in voga del momento, oppure lasciando spazio per esprimere una preferenza diversa (attraverso la voce 'altro'), visto che il modo dei social games è in continua e rapidissima evoluzione e non risulta facile racchiudere tutte le possibili opzioni in un sondaggio.
Ebbene, il pubblico di GiocoNewsPlayer.it ha incoronato il 'Re' dei social games: il celebre Ruzzle, divenuto ormai una sorta di tormentone digitale con il quale almeno un volta tutti sembrano doversi confrontare.

 

 

VITTORIA SCHIACCIANTE - Il social game prodotto dalla Mag interactive ha ottenuto il 35% delle preferenze, surclassando di gran lunga gli altri giochi che non gli hanno potuto tenere testa in nessun modo. Secondo classificato nella lista delle preferenze dei player è stato Candy Crush, anche questo molto in voga nell'ultimo periodo, ma ancora lontano dai livelli di Ruzzle, raccogliendo il 15% delle preferenze. In doppia cifra anche il popolarissimo Quiz Cross, il quale, forse non a caso, è prodotto dalla stessa casa di Ruzzle e che ha raccolto il 10% dei concensi. Dopo ci sono tutti gli altri: FarmVille - anche questo molto seguito soprattutto sul canala Facebook - con il 9% delle preferenze, quindi l'emergente Sloto Mania, con il 6%, il nuovo Pool Live Tour con il 4%, Diamond Dash con il 3% e a sorpresa, in fondo alle preferenze dei giocatori, c'è Zynga Poker. Ma forse soltanto perchè, al poker online, preferiscono tutti giocare 'cash' sui siti dei concessionari. Il 4% delle preferenze è andata infine alla voce 'altro', a testomiare il fatto che il mondo dei social è comunque in continuo cambiamento e quello che oggi è un must, domani potrebbe già appartenere al passato.

 

UN FENOMENO ASSOLUTO – Per il fenomeno Ruzzle non c'era, del resto, bisogno di tante celebrazioni e il sondaggio è servito più che altro a capire i margini di distacco rispetto agli altri giochi. I numeri parlano da soli: è il gioco più scaricato dall'App Store in oltre 50 paesi del Mondo e il più scaricato su Google Play in oltre 30, e registra un numero superiore ai 40milioni di giocatori. Tecnicamente Ruzzle sarebbe un “asynchronous multiplayer games”, ovvero, un gioco dove gareggiano più persone ma in modo asincrono (come una sorta evoluzione dei vecchi giochi per corrispondenza). Si gioca da soli, ma quando il giocatore ha completato il proprio turno, lancia la sfida all’avversario, che il più delle volte è un amico nella vita reale oppure su Facebook o Twitter. La competizione è, pertanto, decisamente uno dei punti di forza del gioco, che si sposa alla perfezione con l'ego virtuale del popolo di twitter e Facebook.
Ruzzle ha successo però, probabilmente, perché è un gioco breve e che funziona in mobilità: ideale quando si aspetta il treno o il tram, oppure sul divano quando ci sono le pause pubblicitari in tv. L’applicazione è gratuita e con la presenza di minibanner pubblicitari. Esiste poi la versione a pagamento (2,50 euro) che elimina la pubblicità e permette di poter esercitarci da soli in modalità off line, per diventare imbattibili.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.