Log in

Ippica: fine settimana ricco di eventi a partire dal Derby

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Il 19 maggio all’ippodromo Capannelle va in scena il 130° Derby Italiano Better ((Foto: Hippogroup Roma Capannelle/Stefano Grasso). La corsa più  affascinante del panorama ippico che nella vita di un cavallo atleta arriva una sola volta, perché riservata ai cavalli di tre anni. I protagonisti di oggi rinnovano il rito che dalla seconda metà del ‘700, quando nacque il Derby in Inghilterra,  rende questa corsa unica ed irripetibile. Il Nastro Azzurro, altro nome che si dà alla corsa, non è tale se non è accompagnato da un degno contorno di altre prove e da una cornice unica fatta di moda, eleganza e costume.

  Per questo il programma di corse (inizio 14.50) è sempre splendido, per questo gli appassionati sono consapevoli di vivere un pomeriggio diverso e imperdibile: il Derby Day.

La pista in erba dell’ippodromo romano decreterà chi sarà il migliore al termine dei fatidici 2200 metri (ore 17.15). Saranno in dodici nelle gabbie: Ancient King (Proprietario Dioscuri – fantino C. Fiocchi) attrezzato per la distanza, Best Tango (E. Tanghetti – Gb. Bietoloni) il vincitore del Premio Parioli dove sono arrivati secondo e terzo Fairy Nayef (Sc. Blueberry – D. Vargiu) e Lodovico Il Moro (La Nuova Sbarra – I. Mendizabal) anche loro della partita, poi i laureati del Premio Botticelli Biz The Nurse (Sc. Aleali – A. Atzeni) e del Premio Filiberto Celticus (Sc. Effevi – F. Branca), i due trial tradizionali, ancora l’italiano allenato in Inghilterra,  Boite (Sc. Eledy) montanto da Robert Havlin che ha vinto l’edizione 2013 , Rottmayer che viene dalla Francia con i colori della scuderia Dormello-Olgiata (M. Demuro), Demeteor (Razza dell’Olmo – G. Marcelli), Notti Magiche (Sc. Cocktail – G. Arena), Russianduke (Sc. Dioscuri – L. Maniezzi) e Wish Come True (Sc. Dioscuti – M. Esposito).

In programma anche il Premio Carlo D’Alessio sui 2400 metri per anziani nel ricordo di una leggenda tra i proprietari mondiali di galoppo. Ci provano in 11: Bedetti e Vola E Va reduci dal Presidente della Repubblica GBI Racing di domenica scorsa, Solomar supplementato, Romantic Wave in grande forma, come Mister Sandro e ancora Benvenue con il compagno Duca Di Mantova, Dogma Noir, Frankenstein, Dubai Desert e la femmina Wedding Fair.

Il Premio Tudini celebra sui 1200 metri per tre anni e oltre una delle famiglie più importanti e appassionate, siamo alla quarta generazione, del turf italiano. Tutti i 15 protagonisti sono tra i migliori nella specialità. Una corsa che diventa anche tris straordinaria e che sarà altamente spettacolare.Le due corse sono pattern race, corse di gruppo tre internazionale. Nel ricordo di Mauro Sbarigia saranno i tre anni a misurarsi sul miglio in listed, ovvero la categoria di corsa appena sotto le pattern. E le altre prove che compongono un programma di nove corse con 110 partenti in totale. Tra queste anche l’Italian Ladies Race, tappa del campionato mondiale Fegentri riservata alle sole amazzoni. Una vera festa di sport e di passione nei 130 anni del Derby Italiano di galoppo.

TORINO - Prima la festa a Varenne, poi le corse a Vinovo intitolate agli allevamenti piemontesi. E’ questo il fine settimana dell’ippica torinese. Sabato mattina a Vigone sarà festeggiato il “Capitano” Varenne che diventa “maggiorenne” ed assieme ai suoi tanti ammiratori che arriveranno da ogni parte d’Italia farà la sua passerella tra i presenti mangiandosi la torta di mele e carote. Un rito per il mondo dell’ippica che si ripresenta sempre uguale ormai da anni presso il centro d’allevamento Il Grifone, con una festa di popolo arricchita dal banchetto offerto da Enzo Giordano, storico proprietario di Varenne, con prelibatezze provenienti direttamente dal golfo di Napoli. Un rito che ancora giova al mondo dell’ippica impegnato domenica 19 maggio all’ippodromo di Vinovo con tutte le corse intitolate agli allevatori piemontesi. Ecco così in pista un cavallo nato proprio a Vigone che potrebbe centrare la quinta vittoria dell’anno sulla pista torinese. Trattandosi di cavalli di tre anni, manco a dirlo, è Marco Smorgon che presenta in pista il suo Romanesque nelle molteplici vesti di allevatore, proprietario, allenatore e driver. E in Romanesque Marco Smorgon ci crede davvero, tanto da citarlo più volte tra i migliori soggetti di scuderia in proiezione delle future classiche per i tre anni. Romanesque dovrebbe essere il primo favorito assieme alla compagna di allenamento Roberta Zack affidata a Massimiliano Castaldo. In una corsa non troppo affollata ma decisamente qualitativa citazioni per Radio Wise che il Team Bondo affida ad Andrea Guzzinati e Raffle Lb presentato da Mauro Baroncini. Nella giornata interamente dedicata agli allevamenti piemontesi di cavalli di trotto faranno capolino in pista anche i primi cavalli di due anni impegnati nella prova di qualifica alle corse. Si tratta di due cavalli della Scuderia Trofal Stars affidati per la prima preparazione a Franco Ferrero. Saranno Salchicha e Santiagoz, soprattutto quest’ultimo è supportato da ottime referenze. I responsi ufficiali però non prima del mese di luglio quando i puledri potranno debuttare in corsa.

BOLOGNA - Secondo  appuntamento di maggio per il sabato del trotto bolognese, corse intriganti, guide di talento, e quattro anni in cima al cartellone nel nome di Franco Scardovi, professionista della limpida carriera che ha caratterizzato trent’anni di Arcoveggio, dapprima in pista con dovizia di vittorie e poi come valente partner di Hippogroup nella gestione disciplinare del calendario agonistico. Un miglio per sette all’insegna della velocità e dell’equilibrio tattico, nessuna figura di secondo piano e una vasta scelta di proposte  in ottica pronostico, questa l’accattivante cartolina dal clou felsineo, con frequentatrici del circus classico alla ricerca della miglior forma, leggi  Primula D’Esi e Petra Inn Ronco, brillanti performer a caccia di ricca prebenda, vedi Primula Brazzà e Plouzevè De Allez e progetti di primaserie in vetrina per testare le ambizioni come Piro Piro Jet e Pattost, tutti nomi dalla elevata caratura atletica contro i quali non sfigura lo stakanovista Poseidon Bar, in coda nel rating, ma veloce e ben guidato dal fidato Beppe Lombardo. Il primo hurrah di giornata offre una borsa consistente ai tre anni, in sei sulla breve, con Radiofreccia Fi all’esordio con i nuovi colori e per  il training di un lanciato Erik Bondo, allenatore danese da anni in attività sulle piste italiane, che ne affida le sorti agonistiche alla sicurezza Federico Esposito, lanciando contemporaneamente  una languida e ammiccante occhiata al calendario dei Gran Premi, poi, in sequenza, chance per Lucio di Jesolo e Vittorio Miniero alla seconda, miglio riservato ai gentleman, mentre alla terza il pronostico è a tre punte con Poveglia, Polar Wind Gar e Persiade Lans citate in perfetto ordine di partenza. Gentleman in pista anche alla quarta, dieci i puledri di tre anni dalla buona gamba e dall’affidabile ruolino di marcia che affiancheranno i driver sulla distanza del miglio per un possibile match tra il veneto Rambo, guidato da Otello Zorzetto e l’emiliano Rommipul, rivelazione primaverile in sulky al quale ritorna Sandro Gori. Poi, Papillon Trio e Molari alla quinta, Nitrile a caccia di conferme alla settima ed in chiusura Nobodywantyou prima scelta a dar l’arrivederci a giovedì prossimo.

SIRACUSA - Se dipendesse solo da una analisi delle prestazioni e dalle variabili legate al peso, al fantino, agli avversari già affrontati, potremmo azzardare che i protagonisti sicuri della condizionata, prevista per la quinta corsa del convegno ippico dell’ippodromo del mediterraneo di sabato prossimo, portano il numero 8 di Leo for Ever e il numero 10 di Super Sasha. Ma si sa che i pronostici su pista vengono spesso smentiti. Probabile quindi che la lotta per le piazze possa coinvolgere anche altri dei nove partenti del premio Ellidiano, 1200 metri in pista piccola.. Si potrebbe far vivo, con una bella performance, anche Class Life che sfodera forma all’ultimo impegno anche se in categoria un filino inferiore. Attenzione anche al bel discendete sui 1800 in pista sabbia. Tra le sei corse in programma del pomeriggio ippico è la quarta competizione, premio El Scigulat. Paga in perizia il buon periodo Motobecane , ma nonostante i 62 kg potrebbe correre da protagonista. Linea di riferimento non trascurabile quella di Mister Ghiaccio e World in a Spin. Da non sottovalutare Aczen Kat e una sopresa potrebbe inscenarla Invincibile Touch.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.