Log in

Arcoveggio: Ortensia Pit svetta nella Tqq

  • Scritto da Mc

Dopo i botti domenicali, l’Arcoveggio ha proposto ai suoi appassionati un giovedì dai molteplici spunti tecnici, con la Tris in versione quartè e quintè, a calamitare le attenzioni e chiudere in bellezza un convegno caratterizzato da medie cronometriche di valore assoluto in tutti i suoi eventi agonistici.

LA CORSA - Hanno aperto i quattro anni con a segno una favorita dalle plebiscitarie chance come Prua As, giumenta di casa Gubellini che, orfana del driver titolare bloccato a Milano da un problema fisico, ha trovato in Andrea Farolfi il partner ideale per svettare in 1.13.4 sull’iniziale leader Play Boy e sull’outsider Piromane Lod; poi, Sunset Gar e Andreghetti tra i puledri in 1.17.3 con Sesar Starlight e Scilla Gso sul podio a qualche lunghezza, mentre Romina Ama e Vecchione si sono aggiudicati la terza in 1.14.1 grazie ad un coast to coat concluso di misura su Record Trgf e Riedan Suelta. Cronometri bollenti alla quarta, Andreghetti in luogo di Gubellini e successo per Nigeria Jet, giubba Toniatti e training di Vincenzo Tufano con Open e Ornella Trio a seguirne le mosse, con Magia Ek e Renato Legati in cima al podio della quinta dopo eccellente inseguimento da quota meno venti metri. Alla sesta Oci Ciornie Jet in 1.14.2 su Nasty Reaf e Matrix Sirial, per il bis dei Toniatti e il raddoppio di Andreghetti, divenuto un triplete d’autore in virtù dell’affermazione in Tris per Ortensia Pit, passata a condurre dopo un giro sull’accondiscendente Orion Np e poi tonica nel suo percorso all’avanguardia concluso in 1.15.0 su Onda Degli Ulivi e Ombretta Bar, con Orion Np ancora quarto davanti a Porfirio Ferm.

Quota Tris sopra i 1300 euro, ma nessun vincitore di quartè e quintè con il ricco jack pot ad attendere proximis gli scommettitori.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.