Log in

Ippica: a Siracusa vince Ouragan Gris, a Torino Tamurè Roc

  • Scritto da Redazione

Ouragan Gris all'ippodromo del Mediterraneo di Siracusa, Tamurè Roc al Vinovo di Torino: sono loro i dominatori delle corse del fine settimana appena trascorso.


Il fine settimana del 14 e 15 aprile ha visto tanti appassionati riunirsi negli ippodromi italiani. Al Mediterraneo di Siracusa il sabato di corse si è concluso con la vittoria di Ouragan Gris su The Dreamer nel Premio Heraklion, mentre nell'impianto torinese di Vinovo, domenica, Tamurè Roc e Santo Mollo si aggiudicano il Gran Premio Costa Azzurra.

OURAGAN GRIS BATTE THE DREAMER - Due sfumature di grigio rendono affascinante il fotofinish nella prova principale di galoppo, in scena all’ippodromo del Mediterraneo di Siracusa sabato 14 aprile. È match tra i due grigi in gara: Ouragan Gris e The Dreamer. In un testa a testa vibrante Antonio Cannella e Salvo Basile decidono il podio del Premio Heraklion, handicap discendente da 11 mila euro di montepremi, peraltro abbinato all’ippica nazionale, che ha ingaggiato cavalli anziani sui 2100 metri della pista piccola. È una foto stretta, così, decifrata dal giudice d’arrivo, ad assegnare al qualitativo Ouragan Gris, il gradino più alto del podio. Lodevole la performance di The Dreamer che, dopo prestazioni a luci e ombre, grazie a un ottimo rush finale afferra la piazza d’onore. Arginato al terzo posto, invece, il battistrada Ottawa. Ancora il team Cuschieri-Cannella centra il bersaglio nel Premio My Karim, riservato ai 3 anni. Tornato sui graditi 1200 metri della pista sabbia, Macho scappa dagli avversari e lascia in lotta per le restanti piazze la compagna di scuderia Debby e Da Non Credere. Anche in questo caso la foto è strettissima e il giudice d’arrivo ne decreta la parità.
 

TAMURÈ ROCE E SANTO MOLLO VINCONO IL COSTA AZZURRA - Una leggera ma fastidiosa pioggerella a tratti non ha impedito un notevole riscontro di pubblico all’ippodromo torinese di Vinovo in occasione dei Gran Premi Costa Azzurra e Città di Torino che si sono disputati domenica 15 aprile. E non sono mancate le emozioni e le sorprese.
Nella corsa faro dell’ippica torinese, il Costa Azzurra giunto alla sua 55esima edizione, ha prevalso uno dei beniamini di casa. Erano attesi i grandi cavalli arrivati da Oltralpe ma a vincere è stato il “Torinese di Calabria” Santo Mollo in sediolo a Tamurè Roc, cavalla della milanese Scuderia Sant’Eusebio della famiglia Rocca. Subito fuori gioco per una squalifica la favorita Uza Josselyn, la corsa veniva cadenzata dalla francese Dijon che forse sbagliava i parziali ed in retta d’arrivo si metteva di galoppo e lasciava strada Tamurè Roc. Santo Mollo era bravo a condurre uno schema di corsa guardingo dietro la battistrada. La cavalla della Sant’Eusebio si è dimostrata una campionessa e Santino ha ancora una volta confermato le sue doti di ottimo driver, capace di sfruttare ogni minima occasione per vincere, portandosi a casa la vittoria nel Costa Azzurra davanti al “suo” pubblico festante. Ragguaglio al Km della vincitrice 1,14.1 assolutamente tattico. Secondo Timone Ek e terzo Turno di Azzurra dopo il distanziamento di Arazi Boko per aver trottato all’interno dei paletti che delimitano la pista in retta d’arrivo.
Grande festa in premiazione e per il team dei vincitori un giro in carrozza storica finale.
Nell’altro Gran Premio di giornata, il Città di Torino successo per l’atteso Vitruvio con Alessandro Gocciadoro in sulky che ha bissato il successo di due settimane fa sulla pista. Secondo un ottimo Vivid Wise As che Edoardo Loccisano ha portato vicinissimo al vincitore.
Per la Torino Ippica va così in archivio una giornata ricca di soddisfazioni per l’alto livello delle corse in pista, il numerosissimo pubblico, il buon montante delle scommesse e le apprezzate attrazioni collaterali culminate nella sfilata di bellissime carrozze d’epoca ed il “solito” successo per i giri sui pony.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.