Log in

Ippica, a Merano in pista i cavalli Haflinger: Queen Rosali con Zoeggeler

  • Scritto da Redazione

All'ippodromo di Merano, domenica 11 agosto, prova per i cavalli Haflinger nella quale Queen Rosali con Rita Zoeggeler raggiungeva e batteva a fil di palo T- Amo con Patrizia Gasslitter.

La domenica, 11 agosto, che introduceva la settimana del Ferragosto, tra i vari spunti si è caratterizzata per una serie di arrivi molto serrati e spettacolari che hanno coinvolto un buon pubblico, presente numeroso nonostante un inizio di giornata davvero afoso divenuto poi col passare delle ore più accettabile.

Si era partiti con un arrivo testa a testa già nella prova per cavalli Haflinger nella quale Queen Rosali con Rita Zoeggeler raggiungeva e batteva a fil di palo T- Amo con Patrizia Gasslitter che già assaporava il gusto della vittoria.
 
Per una volta fuori dal marcatore Kathrin Erschbamer con la favorita Udine II. Anche nel bell’handicap, il Premio Città di Merano arrivo serratissimo tra Rock of Paloma e Number One Run, con il secondo che bissava recente successo in mirabolante recupero dalle retrovie e minimo vantaggio sul palo sancito dalla fotografia.
 
Altra fotografia necessaria per separare le due puledre di 2 anni finite in linea sul palo, con prevalenza di Bice su Secret Mountain con la prima anche essa autrice di vigoroso allungo finale.
 
Mario Sanna faceva il bis nella maiden per tre anni sulla distanza, e non a caso, anche qui in un arrivo strettissimo in fotografia con l’atteso Dunque.
 
Molto più netti i successi invece di Filapera nella maiden per tre anni sul miglio, con Ivan Rossi facile a traguardo sul debuttante Blue Sky Dreamer, autore di positivo esordio, e di Voila Pourquoi, sempre più convincente ed affiatato con Margherita della Pietra per Giorgio Romano.
 
A pochi giorni di distanza dai festeggiamenti per la 500esima vittoria da professionista, Raffaele Romano dava un ulteriore saggio della sua cristallina classe con una gran bella interpretazione di Leonardo da Vinci, col quale pennellava percorso perfetto per infilare il dotato Prince d’Orage al gomito della curva gelando così le aspettative del favorito con una performance da incorniciare che regalava al team Troger il trofeo del Premio Vincenzo Pollio per i novizi sullo steeple chase.
 
Nell’altra prova in siepi, il caratteriale Dalton, impostato in avanti da Dominik Pastuszka, non concedeva più nulla agli avversari una volta superata la fase critica della partenza.
 
Si ritorna in pista giovedi 15, giorno di Ferragosto, con un convegno che si annuncia spettacolare.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.