Log in

Ippica, fine settimana in pista a Pisa e Bologna

  • Scritto da Redazione

Ricco programmma di corse nel fine settimana agli ippodromi di Bologna e di Pisa.

Metà febbraio in pista, negli ippodromi di Pisa e di Bologna. Ecco cosa propongono le due strutture nel fine settimana.

LE CORSE ALL'IPPODROMO DI PISA - Giornata di Grandi Premi, domenica 16 febbraio, a San Rossore per la conclusione del ciclo riservato agli ostacolisti. Sette corse in programma con inizio alle 14.35
La Gran Corsa Siepi Nazionale, Gruppo 1 per i 5 anni e oltre sui 4.000 metri, vede in prima linea Beau Saonois reduce da squillante affermazione della Gran Corsa Siepi di Pisa nella quale relegava a 8 lunghezze Leonardo Da Vinci che, dal giorno del suo rientro, è sempre migliorato. Riuscirà il grigio di Christian Troger ha ribaltare l’esito della prova vinta dal portacolori di Josef Aichner? Difficile ma possibile. I due saranno misurati da Anaking, un dieci anni che corre con il contagocce ma che vince quasi sempre. In carniere anche la Gran Corsa Siepi di Milano (Gr.1) del 2016.
Il Criterium d’Inverno riservato ai 4 anni è una corsa di Gruppo 2 in siepi sui 3.500 metri. First of All ha impressionato in occasione della sua vittoria pisana del 9 gennaio. Raffaele Romano ci prova schierando tre suoi allievi, con una gerarchia ancora non ben definita, ma che potrebbe vedere Kid Tango, Watch Tomorrow e Blu Kazak nell’ordine.
Il Premio Neni Da Zara è stato assegnato in pianta stabile al nostro ippodromo da quest’anno. E’ un Gruppo 3 per i 4 anni in steeple-chase che vede favorito Kolsche Jung, al debutto nella specialità, ma vincitore di Listed pisana in siepi. Brienne di Tart ha già provato gli ostacoli alti di San Rossore vincendo mentre il compagno di colori L’Imperdibile è giunto secondo nella Listed vinta da Kolsche Jung.
Il premio Italo Bargagna, handicap per i 4 anni e oltre sui 1.500 metri, vede 9 cavalli al via. Soul Hunter ha vinto bene recentemente, sale di categoria ma può bissare. Baffonero non ha ancora fatto centro nella stagione ma ha i numeri per farlo mentre Sou Incantada torna dopo un anno a correre su questa distanza, sulla quale vinse proprio a Pisa. Molte le possibili alternative.

LE CORSE ALL'IPPODROMO DI BOLOGNA - Domenica riapre l’Arcoveggio e già sembra primavera grazie ad un febbraio dall’insolito tepore e ad una domenica ricca di spunti tecnici, con i gentlemen protagonisti del clou Premio Radio International, abbinato alla Tris/Quartè/Quintè e dedicato al nuovo corso del Trofeo Croce Rossa Italiana, che da oggi inizia il suo lungo itinere annuale proponendosi l’ambizioso obiettivo di dotare un elicottero del 118 di un presidio medico di primaria importanza.
Sette le corse in programma, con prologo alle 14.30 ed epilogo alle 17.25 e gli “amatori” protagonisti sia in testa che in coda al convegno, dapprima alle redini di eccellenti cadetti per poi salire in sediolo ai loro portacolori nell’intricato handicap sul quale poggia la scommessa regina dell’ippica tricolore, mentre soggetti di 5 e 6 anni, interpretati da professionisti, daranno vita alla seconda Tris nazionale, prevista per le ore 16.00.
La disamina tecnica parte a ritroso, con i 15 partecipanti al clou capeggiati in un difficile pronostico dalla coppia Pacha Dei Greppi/Nicola Del Rosso, prestigiosi inquilini del secondo schieramento preferiti di misura agli avvantaggiati Putnik D’Aghi/Otello Zorzetto, terze forze i giuliani Pipino Baggins/Dario Edera,estremi penalizzati della contesa ed assai affiatati tra loro come confermano i numerosi successi conseguiti  sulle piste del nord-est, sorprese, Roger Op ed il pluridecorato Michele Canali, nonché Ziameme Cla e Leonardo Vastano.

I riflettori si spostano ora sulla prova d’apertura, altra sfida per gentlemen con tre seri candidati alla vittoria, la ben collocata Albareta Cla, proposta da Leonardo Vastano, la sempre più convincente Albachiara Dipia, affidata alla brillante jockette Rebecca Dami e l’ambiziosa Alba Dei Greppi, che nel frangente ritrova il suo primo partner Nicola Del Rosso, mentre alla seconda, ancora i cadetti in pista con Arancia Jet ed il danese Erik Bondo in pole nelle preferenze sul teutonico Chocolat Chaud e su Allure Gso, perdine di spicco per l’emergente Gennaro Amitrano e per la sicurezza Maurizio Cheli. Si prosegue con le lettere B, le neo tre anni che incroceranno le armi sulla breve distanza con otto contendenti in scena ed il betting schierato sugli ospiti  Barbara San ed Amitrano, curiosità per la deb Bionica, guidata dal trainer Claus Hollmann già allenatore della sopracitata Barbara San e per il duo di casa Targhetta, Borealest e Bandiera del Sile, la prima con Ferranti, la seconda interpretata dal professionista padovano, mentre alla quarta, ben 11 le coppie al via sulla breve e Zax Club plebiscitario favorito nei confronti del velocista Zoran Mast e di Zosima, in guide, Prestipino, Antonio Castiello e Francesco Pettinari. 

Bella ed incerta la quinta corsa del palinsesto festivo, con sette esponenti della leva 2017 in pista impegnati sull’ostica, per molti, distanza del doppio chilometro e con Bbking Dei Veltri ad inseguire il secondo successo in sequenza, ben guidato da Alessandro Fonte e severamente esaminato da Beatles Boy Treb, per il training di Mauro Baroncini e la guida del ritrovato Cesare Ferranti, nonché dal veloce allievo di Lorenzo Baldi, Belize Jet, oggi in versione Pettinari; per chiudere la disamina con la sesta, affollata manche che chiama ancora al proscenio le giovani leve, in 13 dietro le ali dell’autostart a cercare la prima vittoria in carriera, obiettivo nelle corde dei deb Blue Wise As, di scuola Baroncini guidato dal fido Ferranti, del suo coetaneo e compagno di paddock Benz As, proposta targata Bondo del quale si parla un gran bene e di Bella di Notte Dl, sulla quale sale Manuel Pistone, che da qualche tempo ha aperto “bottega” allenando un nutrito plotone di cavalli nel padovano sotto la regia tecnica del fratello Giuseppe.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.