Log in

Ippica, il Coronavirus non ferma le corse a Roma, Pisa e Siracusa

  • Scritto da Redazione

Nel weekend del 29 febbraio e 1° marzo, corse di ippica confermate a Roma-Capannelle, Pisa-San Rossore e Siracusa.

Italia dell'ippica tagliata in due dall'emergenza Coronavirus. Mentre le corse restano sospese fino al 1° marzo soprattutto negli impianti del Nord, La Maura in testa, dalla Toscana in giù la programmazione prosegue quasi indisturbata.
Ecco i calendari per il weekend del 29 febbraio-1° marzo a Roma-Capannelle, Pisa-San Rossore e Siracusa.


IL SABATO DI SIRACUSA - Ricco convegno di corse, sabato 29 febbraio, all'Ippodromo del Mediterraneo di Siracusa. Le sei competizioni riservate al galoppo inizieranno alle 15:20 con una qualitativa condizionata sui 1300 metri di pista sabbia riservata a pochi, ma buoni, cavalli di 4 anni e oltre. Attesi i qualitativi Repton, visto il peso, e Dorkel, mentre in forma e prestante si presenta Duc del Rose. Il pomeriggio ospiterà anche una II Tris Nazionale e una Tris Quarte Quinte chiamata a chiudere il convegno alle ore 18:10 con un handicap di minima sul miglio di pista grande. Qui, Yasood e Thesano pagano al peso i loro buoni mezzi, mentre Dance de Guerre e Flash Brown hanno espresso una buona e valevole linea. Ha dimostrato di saper vincere a Siracusa anche Nonno Aurelio, che potrebbe essere valida alternativa.La II Tris Nazionale, abbinata alla terza competizione, si corre sui 1200 metri di pista sabbia. Affollato il campo partenti con ben 14 cavalli di 3 anni al via. Scegliamo Euro Dandy particolarmente positivo, con il buon Cold Storm che ha fatto bene sul dirt e il rodato Arab Gold. Ha buona forma e va citata anche Bugiba. Le sorprese potrebbero venire da Cupido Dormiente o Tramonto Siciliano.Due handicap aperti si presentano alla quarta e alla quinta competizione. Nel Premio Gift For Love, sui 1900 metri di pista sabbia, atteso Ace To Pesca, mentre nel successivo Premio Capo Nord, sui 1500 metri di pista grande, più ampia la scelta. Anthenor ha buona forma, Fly Down è terzo in un handicap principale a gennaio, Easy Lady allunga, ma è in condizione, e Otsukaresama vince bene alla prima uscita siracusana destando ottime impressioni.


DOPPIO TURNO A CAPANNELLE - Belle corse per il sabato di trotto a Capannelle nel giorno "bisesto". In particolare merita attenzione il "centrale", di nome e di fatto visto che è stato inserito alla quarta corsa. Si tratta di una prova per anziani di ottima categoria con alcune presenze anche di stampo "classico" come quella di Zima Jet che non vince, è vero, da oltre 12 mesi, ma che ha frequentato categorie importanti, compresa qualche prova di gruppo, e che sembra avere a disposizione un'occasione interessante quantunque opposta ad avversari veloci e in forma come ad esempio Vanguardia e lo sferrato Veantur, o magari anche la solida Una Bella Gar.
Nella prova dedicata ai tre anni attenzione al tandem Zanetti-Farolfi che presenta l'importata francese How Deep Ferm, reduce da una bella suite di risultati. Lo stesso team potrebbe essere protagonista anche nella terza corsa conAntelope Gar, mentre un altro buon punto di riferimento per gli scommettitori dovrebbe venire dalla corsa gentlemen posta in apertura di programma nella quale Leonardo Vastano si gioca una bella chance con Albareta Cla. Zafferano Jet, Ute di Meletro e Gianluca Boko le altre idee di giornata.
Domenica 1° marzo è il turno del galoppo, che inaugura ufficialmente la primavera ippica.
Una la condizionata, due le maiden divise per sesso, tre gli handicap, ecco il programma già interessante, eccome, della prima festività.
Il premio Optional è una delle corse più antiche del nostro calendario ed ha una sua storia: un tempo i pesi dei tre anni protagonisti, fino alla fine degli anni 60, erano gli stessi della classifica finale della carriera dei due anni e per questo la corsa era molto attesa anche come controprova di quelle valutazioni. L’ippica moderna ha cancellato questa tradizione e dagli anni 70 l’Optional è una perizia confezionata ad hoc in base ai soli iscritti alla corsa.
E’ stato un consistente Hp che dava il via alla stagione e poi pian piano ha perduto questa valenza ma non un certo fascino. A vincerlo negli ultimi anni sono stati cavalli di buon livello ma non classici ma nel suo passato questa corsa ha visto transitare al secondo posto un campione come Sumati che, successivamente, in autunno, fu capace di siglare il jockey club milanese. Tutti sul miglio e in otto questa volta: Fog in the Desert con 61,5 apre la scala seguito da Rock Tango, Zia Rosa, Power Chic, Zona D’Ombra, Degmar, The Race e Lacrima di Marzo.
Non solo Optional ovviamente ma anche una condizionata super, quasi una listed , per confermare la valenza della stagione che inizia. Anziani sul miglio e che protagonisti: Villabate che ama Roma, Pensiero d’Amore anche lui bene a capannelle, come Fulminix o Frozen Joken. Quattro cavalli da pattern indiscutibilmente cui si aggiungono gli ottimi Mixology, Black Horus, Mr Sandman e Sarban. Affollate le due maiden entrambe sul miglio, una per maschi con 13 al via e l’altra per femmine con nove in gabbia.
Un bel segnale come quello dato dalla immancabile presenza di una corsa tris, questa volta la TQQ che chiude la giornata (distanze complessive da 1400 a 2000). In 13 anziani sui 1400 della pista all weather con binocoli puntati in particolare su Rock of Sprint, Triticum Vulgare, Il Moro, Lady of Fire, La Principala e il peso leggero Sciagurata.
La Tqq sarà preceduta da un’altra corsa tris, è stata scelta la maiden per i maschi con ben 13 al via sul miglio nel segno di notevole incertezza e con in luce Amaranto, Galpo e Spygate. Naturalmente tutte le strutture di conforto di capannelle saranno in funzione a cominciare dalla Terrazza Derby, da sempre elegante crogiolo e punto di incontro per gli operatori del settore.
 
 
A PISA IL PREMIO ENRICO CAMICI - La prima domenica del mese all'ippodromo di Pisa-San Rossore propone un programma con inizio alle 14.50 e sette corse che si disputano in pista grande.
La prova più importante della giornata è il Premio Enrico Camici, handicap principale per i 4 anni e oltre sui 1.200 metri. Riuscirà il fenomenale Apache Kid a conquistare la dodicesima vittoria in carriera sulla pista amica di San Rossore? Fino a oggi ha vinto 13 corse, 11 delle quali proprio a Pisa dove anche nella corrente stagione ne ha messe in fila tre e punta al poker. It’s The Only Way e Penalty, già sconfitti di recente a Pisa dal favorito, proveranno la rivalsa puntando sul vantaggio di peso odierno. I “proletari” Fast Lane (due vittorie consecutive sulla pista) e Zapprove cercheranno di far valere la forma strepitosa che hanno manifestato nel periodo.
Il premio Ildo Tellini è un handicap per i 3 anni sui 1.600 metri. La forma strepitosa di Ancora Drago basterà a supplire il top weight che deve portare? Potrebbe essere, perché l’ultima vittoria è stata eccellente. Non è d’accordo Bice che proverà a ribaltare il recente confronto diretto. Sorpresa Fasten Seat Belt, atteso in progresso dopo il recente, brutto, rientro.
I cavalli di 4 anni si affrontano nel premio Carlo Carlini, handicap sui 1.750 metri. Corsa molto bella e incerta con in progredito Soul Hunter (due vittorie a seguire) chiamato a portare peso impegnativo. Air Force Zulu può dire la sua al pari di Nabbeyl. Rose and Crown, che ha avuto ambizioni classiche all’inizio della passata stagione, rientra ed è una sorpresa.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.