Log in

Francia: ippica ferma per Covid-19, Pmu mette in congedo i dipendenti

  • Scritto da Redazione

In seguito allo stop all'ippica deciso per contenere la diffusione del Covid in Francia, il 95 percento dei dipendenti del Pari-Mutuel Urbain sono stati messi in congedo.

La pandemia di coronavirus ha costretto il colosso francese delle corse di cavalli Pari-Mutuel Urbain (Pmu) a ridurre temporaneamente il lavoro per la stragrande maggioranza del suo staff.

Con l'ippica francese sospesa dal 17 marzo, Pmu ha smesso di commercializzare i suoi prodotti e servizi nei punti vendita in tutta la Francia. Tuttavia, continua a offrire scommesse sportive e poker, nonché scommesse su corse internazionali, online.

Mentre la società lavora per mitigare l'impatto economico della pandemia, fino al 95 percento dei suoi 1.250 dipendenti sono ora "parzialmente disoccupati", secondo l'amministratore delegato Cyril Linette.

"Il mondo sta attraversando una crisi senza precedenti", ha detto Linette. "Dobbiamo adattarci per proteggere la salute dei nostri dipendenti, clienti e partner limitando la diffusione del virus."

La consegna dei dipendenti è stata effettuata conformemente alle raccomandazioni del ministero del Lavoro francese ed è stata sostenuta all'unanimità dai rappresentanti del personale in una riunione straordinaria del Comitato economico e sociale dell'operatore.
 
"Vorrei salutare gli sforzi di tutti i team Pmu nelle ultime settimane per affrontare questa straordinaria situazione", ha detto Linette. "Speriamo che questo periodo di attività parziale sia il più breve possibile".
 
 
Il business di Pmu ha registrato una forte tendenza al rialzo negli ultimi mesi. L'operatore "farà ogni sforzo per riguadagnare questo dinamismo il più presto possibile" al fine di proteggere decine di migliaia di posti di lavoro nel settore delle corse dei cavalli che sono supportati dal finanziamento della Pmu, ha aggiunto.
 
 
La Pmu ha affermato di lavorare a fianco di France Galop, l'organo di governo per le corse piane e steeplechase, e di sfruttare l'organizzatore di corse LeTrot sui piani per rilanciare il settore al termine della crisi.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.