Log in

San Siro galoppo, mercoledì di corse, anche se a porte chiuse

  • Scritto da Redazione

Riparte il grande galoppo all'Ippodromo San Siro: ecco le corse di mercoledì 27 maggio.

L’Ippodromo Snai San Siro di Milano ritorna, finalmente, alle corse. Il programma, rigorosamente a “porte chiuse”, prevede ben 10 prove, a partire dalle ore 13:20, nella giornata di mercoledì 27 maggio. Un primo appuntamento che poi verrà ripetuto nel fine settimana con gli le riunioni di sabato e di domenica. Ma andiamo a vedere il folto programma di questo infrasettimanale.

PRIMA CORSA – PREMIO RAZZA DI BESNATE - Ad aprire le danze c’è la maiden per i maschi di 3 anni sul doppio chilometro di pista media, con Torquato in logica pole position sui valori espressi a 2 anni, e soprattutto aspettandolo in deciso progresso con il passaggio di età. Sopran Fan aveva esordito in maniera molto premettente e si fa preferire come primo avversario rispetto al compagno Lucechericama, a Cecino Di Mamma e a Overly Sweet.

SECONDA CORSA – PREMIO ANGELO GARDENGHI - Tocca ai debuttanti del Gardenghi, tradizionale appuntamento loro riservato sui 1.800 mt di pista media. Il lungo periodo di inattività contribuisce a rendere ancora più intricata la vicenda, e in attesa delle preziosissime indicazioni di radio pista, possiamo rivolgerci a Rungie, proveniente da un training che solitamente debutta ad un buon livello di prontezza. Newlor e Losak sono altri due elementi particolarmente stuzzicanti, senza dimenticare Rabbo Sound.

TERZA CORSA – PREMIO DEI LAGHI - Sempre i 3 anni di scena, con il Premio Dei Laghi, condizionata di ottimo spessore per i velocisti che viene sperimentato sull’inedita distanza dei 1.100 mt. Un metraggio che potrebbe risultare troppo veloce per Faccio io, laureata nell’Eupili e ancora valida nel Dormello, che tuttavia va posta quasi obbligatoriamente in primo piano. Lakshman è il rivale dichiarato e di certo ha un profilo più definito da velocista puro, con lo stesso Lovely Smile lanciato dal terzo posto del Divino Amore. Travelling Well aveva chiuso lo scorso anno con una vittoria terrificante e va molto rispettato.

QUARTA CORSA – PREMIO RAZZA DORMELLO OLGIATA - È il turno delle giovani femmine, con la loro divisione della maiden sul doppio chilometro di pista media. I valori editi sono buoni ma non stratosferici, con Petra Rooer che rappresenta il meglio sotto questo aspetto, ma ci si lascia tentare volentieri dal fascino di qualche debuttante di buona qualità, come Presidential Sweet, il cui pedigree parla per lei. Sae Duliai e Justify Your Love sono altre due da monitorare al tondino, mentre Coming Storm, Salutatutti, e Wonder Fall possono migliorare dai rispettivi esordi.

QUINTA CORSA – PREMIO ALBERTO ZANOLETTI DA ROZZANO - Restano in azione le femmine di 3 anni per lo Zanoletti, trial di rientro per quelle che possono teoricamente puntare alle Oaks, sul doppio chilometro di pista media. Le attenzioni maggiori sono tutte rivolte su Norohina, che torna con quelle del suo sesso dopo aver corso alla grande contro i maschi nel Campobello e nel Berardelli. La compagna di allenamento Auyantepui potrebbe essere la rivale più temibile, dal momento che le altre che si sono già viste in azione non hanno mostrato numeri particolarmente rilevanti, almeno finora, con l’unica eccezione rappresentata da Fuoriserie, a segno al debutto in grande stile.

SESTA CORSA – PREMIO MEDA - Il primo handicap della stagione è il doppio chilometro di pista media per gli anziani di 4 anni ed oltre. Heartfield non è certo a caso il top weight e tornando in questa categoria ha logiche e concrete possibilità di successo, ma è ancor più convivente il profilo di Please have fun, dalla regolarità esemplare in Toscana ed ora pronto per trasferire anche su questa pista la sua efficacia. Pericolosa anche Meava Di Breme, e non si può tralasciare il lanciatissimo Red Desert, cresciuto in maniera terribile in inverno con tre vittorie nelle ultime quattro.

SETTIMA CORSA – PREMIO GERMIGNAGA - Ritornano le femmine, ma queste sono le anziane per la condizionata sui 1.800 mt che serve di rodaggio per il Mezzanotte. Si rivede Lapulced’Acqua a quasi un anno dal super successo del Giubileo, ma con una condizione che sarà per forza di cose dubbiosa, lasciando pertanto spazio all’importata Agnes, dal curriculum di tutto rispetto e da una scuderia che offre solide garanzie di affidabilità. Anche l’altra ex francese Alienor va rispettata, con Cima Fire e Santa Rita a loro volta in piena corsa. Un discorso a parte merita Musa D’Oriente, su distanza limite ma mai da sottovalutare.

OTTAVA CORSA – PREMIO PORTA GENOVA - Condizionata gemella della precedente, 1.800 mt in pista grande aperta a tutti. Sarà decisivo il fattore distanza, con Jighen e soprattutto Menuhin che potrebbero trovare troppo corti i 1.800 mt, contrariamente a Dulciboy, che invece avrebbe preferito un furlong in meno ma che ha già vinto sui 1.750mt su una pista meno selettiva. Sergio Leone e Siberius avranno a loro volta il coltello tra i denti dall’altro della loro estrema consistenza, con Brasilian Man e Bel Ami che aggiungono non poco pepe alla vicenda. Occhio anche a Passion Return, che può essere una mina vagante.

NONA CORSA – PREMIO D’APERTURA DEL CENTENARIO - Ecco l’Apertura la corsa che di tradizione segna l’inizio della stagione, ovviamente e come sempre sul miglio di pista grande per gli anziani. Corsa tostissima, con nomination di puro rispetto per Amintore, a segno due anni fa in questa corsa e ottimo terzo lo scorso anno. I cattivi spunteranno da tutte le parti, a cominciare da Armageddon e Win The Best, per continuare con Sun Devil e Aspettatemi, ma dei 12 al via non si può davvero escludere nessuno.

DECIMA CORSA – PREMIO OLEGGIO - L’intensa prima giornata di San Siro è chiusa dai velocisti della condizionata sui 1.200 mt per i 3 anni ed oltre in vista del Certosa. Livello elevatissimo per un vero e proprio anticipo della listed con 200mt in più, con nomination ancora per The conqueror, ad onta della resa di chili costretta dalla proposizione di corsa. Trust You gli guadagna ben 4,5 kg in base allo scontro diretto di inizio marzo e sarà una sicura minaccia, e su tutti incomberà Ipompieridiviggiu, nonostante la ricomparsa da un lungo stop. Si rivede anche Sopran Artemide e vanno per forza citati anche Dersu Uzala, Zapel e Pensierieparole.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.