Log in

Fine settimana di corse all'Ippodromo Snai San Siro Milano

  • Scritto da Gt

Sabato all'Ippodromo Snai San Siro di Milano a partire dalle ore 16 con in programma 8 prove in attesa della domenica con il Gp di Milano.

 

 

Il bel sabato all’ippodromo Snai San Siro di Milano, che fa da vigilia al Gran Premio di Milano, è programmato su otto corse a partire dalle ore 16 e con l’accesso ai visitatori contingentato ad un massimo di mille persone contemporaneamente.   

PRIMA CORSA – PREMIO CLEMENTE PAPI

Apertura con le amazzoni e i cavalieri impegnati in un handicap sul miglio di pista circolare. Si tiene buona la linea di dieci giorni fa sulla stesa distanza ma in pista media, quando Gabriella riusciva a spuntarla su SOLFEGGIO, che tuttavia ora recupera tanti chili che la autorizzano in pieno nei suoi propositi di rivincita. Quel giorno finì molto dietro Gran Pierino, ma dopo una condotta tattica contraria, il che può portarlo più vicino alle due precedentemente citate.

SECONDA CORSA – PREMIO ANGERA

La generazione più giovane ha a disposizione una vendere sui 1.400 mt della pista circolare non malvagia. Nel gruppo c’è un terzetto che scende immediatamente di categoria, Grand Heaven, So Smooth e LILIANA GOLD, in linea teorica formato da elementi posti sullo stesso piano ma nella pratica con l’ultima citata che si guadagna la nomination, sia per l’impressione migliore suscitata sia perché il primo allunga la distanza, e la seconda ha invece esordito, bene, su un’altra pista. Occhio anche a Criscuolo, che potrebbe correre in progresso.

TERZA CORSA – PREMIO ELLO

Rispetto all’handicap gemello sui 1.500 mt, la prova sul doppio chilometro della pista circolare per i 3 anni ha un tasso di competitività senza dubbio maggiore. La forma generale infatti è molto buona e le candidature abbondano, con Antboy e soprattutto Charles Street che trovano un compito meno gravoso, Tamsy che sta semplicemente volando puntando alla hat-trick, Dubai Marine e Miracle Of Love che stanno crescendo, ma con la nomination dritta per MYSTIC KNIGHT, battuto di un pelo in una corsa analoga e con il furlong in più che dovrebbe portarlo avanti. Rising Sun quel giorno corse altrettanto bene ed è a sua volta in piena corsa.

QUARTA CORSA – PREMIO GREZZAGO

Handicap di buona categoria per i giovani di 3 anni sui 1.500 mt della pista circolare. LOVEME ha subito fatto centro al debutto in handicap e la buona sensazione che ha lasciato può portare al pronto bis, nonostante la logica reazione dell’handicapper. Anche Zoben e She Looks Like Fun esordiscono in perizia dopo delle prestazioni certamente interessanti, mentre Jar Jar Binks prova ad allungare la distanza su questa pista dopo aver corso bene sui 1.400mt in inverno. Se dovesse essere della partita, lo stesso Criminal Grey potrebbe tranquillamente dire la sua.

QUINTA CORSA – PREMIO CHIESE

Gruppo folto per questo handicap di buon livello per i velocisti puri di 3 anni ed oltre sulla distanza minima, ma con una forma da interpretare. Il risultato recente migliore che si può trovare in campo è la piazza d’onore di Barbegazi, elemento molto serio e specialista dello sprint secco, ma L’idea è di abbandonarsi tutta al mente alla suggestione indicando il giovane WAY TO EPSOM, Che a molto intrigato alla prima esperienza da velocista, suggerendo margini a questo inesplorati. Flower Inthejungle è un altro nome caldo, con i vari Stardestelle, Twilight Eclipse, Vami’s Dream e Fireion tutti in caccia di un posto al sole.

SESTA CORSA – PREMIO ARERA

Tornano i giovani di 3 anni che hanno a disposizione un handicap sul miglio e mezzo della pista circolare di categoria ordinaria. Il fattore distanza è un’incognita per tutti, soprattutto per l’ospite SOPRAN DUPANA, che però si cita per prima dopo un promettente rientro in cui è di nuovo parsa essere sulla strada della crescita che aveva intrapreso in inverno. Ad Undomiel manca un po’ di incisività ma è molto regolare e può migliorare come fondista, e lo stesso dicasi di Zavatta, reduce dalla prestazione migliore della carriera. Possibilità anche per Dadaumpa e Trafalgar

SETTIMA CORSA – PREMIO PO

Edizione come sempre intensa e di ottimo spessore del Po, tradizionale handicap di buonissima categoria sui caratteristici 1.400 mt in dirittura. Temperatura elevatissima, ma con voto finale molto convinto per AFFIRMATIVE REPLAY, che ha vinto alla grandissima al suo ritorno in pista dritta, e che su questo percorso si troverà assolutamente a suo agio. In una compagnia dove ci stanno tutti, ma proprio tutti, nessuno escluso, una citazione di merito, e a quota verosimilmente appetitosa, va fatta per Mister Buzzword, che alla prima esperienza sulla pista e la distanza è andato come un treno, sia pur contro avversari ben più deboli di quelli odierni.

OTTAVA CORSA – PREMIO TERRAZZANO
 
Chiude il sabato milanese all’Ippodromo Snai San Siro un campo insolitamente ristretto per questo handicap di discreta categoria sugli ibridi 1.800 mt di pista circolare. Il vecchio guerriero Such A Fool ha sempre la sua bella chance ad onta del peso severo che deve sopportare, anche se alla vigilia convince di più I BELIEVE IN YOU, che pare avere tutte le cose al posto giusto per tornare al successo, nella speranza che non si sviluppi uno schema eccessivamente tattico come in occasione della sua ultima uscita. Captain Cirdan è un altro ovvio e serio pretendente e occhio a Road To Mexico, ancora tutto da scoprire ma con delle potenzialità.
 
LE CORSE DI DOMENICA

La grande domenica all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano ospita, tra le otto prove in programma dalle ore 15:25, l’ennesima edizione del Gran Premio di Milano, posizionata come quinta corsa. Con accesso per un massimo di mille persone in contemporanea, il pomeriggio milanese è così strutturato.

PRIMA CORSA – PREMIO GIUSSANO

Apertura di giornata con questo handicap di categoria buona sul doppio chilometro di pista grande per i 3 anni ed oltre. Piace SIANG, semplicemente impeccabile nella stagione e tranquillamente ancora in grado di vincere nonostante i 5 kg in più che ora deve portare rispetto al successo di un mese fa nella stessa categoria. Notturno Ligure gli è finito ad una lunghezza scarsa nell’Handicap di Primavera e non può non contare, esattamente come i due recenti vincitori Albareto e Kaiser Soze che giustamente alzano l’asticella. Il solido Bonys può fare bene e si rivede Ser Geims, anche se verosimilmente solo per un rodaggio.

SECONDA CORSA – PREMIO VITTORIO CRESPI

Edizione ristrettissima ma estremamente competitiva del Crespi, tradizionale listed riservata alle femmine veloci di 2 anni sui 1.200 mt. Permetti e WAKANAKA hanno avuto lo stesso percorso, migliorando i rispettivi debutti pieni di promesse con delle vittorie di notevole spessore, ma con la seconda citata che ha vantaggio di averlo fatto sulla pista. La romana Shine It Up arriva da un training sempre preparatissimo con i puledri e ha fatto vedere di saper muovere le gambe, e attenzione a non sottovalutare neppure Fulgentia e soprattutto Fontaine D’Argent, che hanno mezzi e possono correre in progresso.

TERZA CORSA – PREMIO LODI VECCHIO

Per i giovani di 3 anni c’è il Lodi Vecchio, condizionata di tradizione sul doppio chilometro di pista grande che può rappresentare l’ultimissima chiamata verso il Derby. Una considerazione questa che vale essenzialmente per RUNGIE, il vincitore del Gardenghi, che finora si è rivelata una linea discreta, nulla di più, ma dalla quale può aver marcato dei sensibili miglioramenti, considerando l’atteggiamento ancora molto verde. Il gruppetto rappresenta un test di buon livello, con Clarenzio Fan particolarmente valido, ma con i vari Zio Reginaldo, Rock Tango, Crooked Face, Heartofthesea tutti piuttosto vicini tra loro e decisi a trovare il loro spazio.

QUARTA CORSA – PREMIO PIAZZALE DELLO SPORT

Livello assolutamente elevato per questo Handicap Limitato sui 1.800 mt di pista grande. Siamo infatti ai limiti della Listed, con DULCIBOY che resta ancora in pole position dall’alto della sua solidità a prova di bomba. Non potrà tuttavia permettersi divagazioni al cospetto di questi rivali, tutti in grandissima forma, a cominciare da Zoman, per continuare con Pythius e Galactic Giant, con Allimac forse mai così forte come in questo periodo, e con gli stessi Aspettatemi e Eardley Road che si possono lasciare da parte.

QUINTA CORSA – GRAN PREMIO DI MILANO

Edizione di lusso del Gran Premio di Milano, gruppo 2 per i 3 anni ed oltre da quest’anno accorciato sul doppio chilometro di pista grande. Il vecchio Royal Julius non si può mai sottovalutare e farà di certo la sua parte, ma la vigilia parla tedesco, con una scelta sottilissima tra QUEST THE MOON e Durance, finiti nell’ordine in gruppo 2 a Baden Baden separati di una testa e con la lieve preferenza per il primo citato solo per il fatto di aver già provato la pista a 2 anni, quando fu secondo del Gran Criterium. L’inglese Felix deve guadagnare molto in teoria, ma in inverno è cresciuto molto, e lo stesso deve fare Brasilian Man, che però nel vittorioso Ambrosiano ha mostrato una faccia che finora non si era mai vista.

SESTA CORSA – PREMIO FINE STAGIONE

Tosto e tutto da vedere questo handicap di buona categoria sul miglio di pista grande aperto a tutti. Il top weight severo potrebbe non bastare per frenare SOUL HUNTER, elemento dalla consistenza pazzesca reduce da due piazze d’onore che gridano vendetta contro avversari addirittura più forti di quelli odierni. Anche Denaar arriva da un secondo posto molto valido, ed altrettanto pericoloso può rivelarsi Fortissimo, che in carriera si è cimentato a livelli superiori e che proviene da un training in grandissimo spolvero. Amyntas dal canto suo si deve sempre rispettare, e in fondo alla scala dei pesi occhio a non sottovalutare Enigma Code, leggermente sottotono nella sua ultima sortita ma con tutte le carte in regola per potersi riscattare subito.

SETTIMA CORSA – PREMIO CARLO VITTADINI

Ecco il Carlo Vittadini, gruppo 2 sul miglio di pista grande per i 3 anni ed oltre. I riflettori saranno tutti puntati su OUT OF TIME, secondo lo scorso anno da giovane e preparato a puntino per questo appuntamento, che non potrà sbagliare per legittimare una volta di più le sue ambizioni a livelli addirittura superiori. Il terreno scorrevole potrebbe limitare l’efficacia di Villabate, che tuttavia sulla linea del Bereguardo resta l’avversario più accreditato, con il tedesco Runnymede immediatamente a ruota perché se da un lato ha poca carta, dall’altro proviene da un team che conosce alla perfezione la nostra forma. Ottime possibilità di inserimento anche per Mission Boy, atteso in miglioramento dal rientro.

OTTAVA CORSA – PREMIO BERSAGLIO

Si chiude la bella domenica all’Ippodromo Snai San Siro di Milano con il Premio Bersaglio, listed sui 1.200 mt per i velocisti di 3 anni ed oltre. Pronostico blindatissimo THE CONQUEROR, a dir poco terrificante nel Certosa, quando ha offerto probabilmente la miglior prestazione della carriera, chiamato ora a confermarla per potersi lanciare nella seconda parte dell’anno verso obiettivi top anche in Europa: la caratura tecnica per questa ambizione c’è tutta. Il tedesco Iron Duke ha qualche buon piazzamento a livello di gruppo a casa sua e in inverno ha vinto sulla neve si St. Moritz, e si giocherà un piazzamento contro il solido Trust You, il tonico Siculi che ritorna a San Siro e il regolarissimo Its The Only Way. Un discorso a parte meritano Ipompieridiviggiu, che potrebbe fare ancora un passo avanti, ed Air Confort, un giovane rampante in piena ascesa.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.