Log in

Ippodromi La Maura e San Siro: 14 corse fra venerdì e sabato

  • Scritto da Redazione

Ecco le 14 corse in calendario fra venerdì e sabato negli ippodromi Snai di Milano: la Maura Trotto e San Siro Galoppo. 

Ricco fine settimana all'insegna delle corse negli ippodromi Snai di Milano. Si comincia venerdì 23 aprile a La Maura Trotto  con la 27a giornata stagionale dalle ore 14, anche se preceduta dalla Prova di Qualifica dei 3 anni alle 13:45 e dopo la 7a corsa con la Prova Pubblica. La riunione di corse, composta da otto prove, è chiusa al pubblico. Vediamo, quindi, cosa ci aspetta.

PRIMA CORSA – PREMIO DOUBLEMINT - Tre anni ancora da inquadrare sulla distanza dei 2250, con il tedesco Quick Overview che, dopo alcune rotture, grazie a degli accorgimenti tra cui la maschera per la sabbia all’ultima uscita è piaciuto esprimendosi in 2.01. Le alternative sono Crazy Noire, tatticamente completo che vale più di quanto sembri, Cornovento Font, che dopo il cambio training ha mostrato gamba e grinta in Gentleman, e Chevin Lake prudente in occasione del rientro bolognese. Curiosità per il duo made Gubellini sicuramente da non sottovalutare.

SECONDA CORSA – PREMIO PANTHER BI - Tre anni a reclamare per 12.000 euro in cui Cheyenne Selva pur non essendo un modello di regolarità e non avendo mai vinto, sembra aver qualcosa in più dei rivali. Anche Cameliast è incline all’errore, ed ha un numero complesso, ma nel percorso netto ha mostrato a più riprese di essere competitiva nella categoria. Corsaro San sfortunato sulla pista il mese scorso prenota il podio. Century Breed di rimessa punta ad una piazza. Occhio a Conan dei Greppi che ha già vinto tre corse.

TERZA CORSA – PREMIO TASIS - Zia Teresa sferrata ha vinto da leader a ritmo costante al record di 1.11.9 non che essere il punto di riferimento. Antares Three ha il numero per restare nel vivo e ottenere un risultato di prestigio. Zelig lento a carburare e la passista veloce Acquamarina Ross si augurano ritmo ma non così elevato. Attenzione ad Abigail capace di adattarsi a tutti gli schemi.

QUARTA CORSA – PREMIO LATINA PRAV – CAMP. ITALIANO GD – 1^ PROVA - Handicap sui 2700 riservato agli anziani affidati ai Gentleman in cui lo start sembra protagonista. Ubi Jet non vince da un po’ ma guadagna un nastro rispetto ad alcuni avversari è rapido e regolare. Upho è una freccia nella giravolta. Alcoy dei Greppi ha forma al top da mesi e Zurro Zl va più forte di quanto sembri. Sorprese gli inseguitori con Viola che non finisce di stupire, Ustinof reduce da due primi e Velasquez che sarebbe il migliore ma va verificato nello schema.

QUINTA CORSA – PREMIO URONOMETRO - Molte le incertezze in questa categoria E con tre italiani, un francese, un danese, un tedesco ed uno svedese. Proprio quest’ultimo, Dartagnan Sisu, in errore nelle due corse effettuate, potrebbe finalmente rivelarsi protagonista. Ecco C N ha mostrato parziale e motore ma di essere ancora poco gestibile. Il veloce Ultimo Three ed Alter Ego Club hanno tutto per emergere. Iron Creek ha vinto con margine ma in categoria di minima.

SESTA CORSA – PREMIO BAHIA QUESTNOT - Affollata prova al montato con partenza dietro le ali dell’autostart. Primo nome Silverado Lux ha forma al top ed in passato ha mostrato di trovarsi a suo agio con la sella. Mighty Hanover già a segno sulla pista nella specialità è uno scontato protagonista. Boys Going, visto in progresso nelle ultime uscite, vanta trascorsi di “peso” al montato e rappresenta con Zenyatta Lux altra specialista di queste corse più di una sorpresa. Occhio infine a Senator Roc, Ribot Zs e Ushuaia Bi.

SETTIMA CORSA – PREMIO AGATOS Bondo Jet trova dei rivali alla carta meno impegnativi rispetto al solito e sembra pronto per centrare il bersaglio pieno. Rivale agguerrito è Bounty Roc che ha il miglior numero ed in carriera ha ottenuto quattro vittorie e due piazze d’onore. Gli appostati Billy Leo e Broni del Sauro puntano ad una piazza. Attenzione anche a Bob Marley Jet.

OTTAVA CORSA – PREMIO QUEEN OF THE SEA - Chiusura della giornata di corse all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano con Badoglio Luis, in pista anche mercoledì a Roma, che ha già vinto sulla pista in 1.56 scarso girando al largo di Bentley Ferm, ovvio favorito. La citata Bentley candidata ad assumere il comando sembra una piazzata di ferro, potendo prendersi la rivincita da Badgirl Fi. Quest’ultima resta comunque una protagonista soprattutto se le evenienze tattiche dovessero aiutarla. Sorpresa Hey Jude da verificare di rimessa.

LE CORSE DI SABATO 24 A SAN SIRO GALOPPO  - Sarà un sabato 24 aprile più vivo che mai all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano, con molto spazio ai cavalli di 3 anni. Il programma, valido come 18^ giornata, è strutturato su sei prove ed inizia dalle ore 13:50 (porte chiuse al pubblico) e vede la corsa più attesa nella penultima uscita, con il Premio Zanoletti. Ma vediamo nel dettaglio corsa per corsa cosa riserva la 18^ giornata stagionale all’impianto del galoppo milanese.

PRIMA CORSA – PREMIO RAZZA TICINO - Inizio di riunione con una maiden sul miglio di pista media. Il gruppo numeroso e qualche debuttante da non sottovalutare, come Thunder Spirit ad esempio, possono certamente offrire qualche sorpresone, ma su quello che si è visto in pista c’è un terzetto che emerge chiaro, quello formato da Sopran Brigida, Ostwind e Chic, con i primi due che non hanno nulla da dimostrare a nessuno, mentre l’ultimo citato è parso quanto mai pronto per curva e distanza, potendo trovare un miglioramento anche rilevante.

SECONDA CORSA – PREMIO SECCHIA - L’unica corsa del pomeriggio riservata agli anziani è questo handicap di buona categoria per i velocisti sulla distanza minima. Impossibile andare contro You better run, lanciatissimo da una serie pazzesca di quattro vittorie nelle ultime cinque, che paga logicamente al peso, ma con dei chili che in linea teorica può ancora tenere se si pensa al suo standard più elevato che pareva ormai perso. Al Berto Back e Gregarious Girl hanno corso male l’ultima ma possono riscattarsi, e occhio anche ad Air Confort, che può mettersi alle spalle il rientro così così.

TERZA CORSA – PREMIO SCUDERIA RONCHETTO - Tornano i 3 anni e si torna in maiden, per la divisione allungata sul doppio chilometro di pista media. Quelli che contano sono davvero in tanti, senza contare eventuali progressi da mettere in preventivo, con una preferenza giocoforza sottile orientata verso Sopran Kalypso, di certo ben esperta e con riferimenti importanti che ne certificano la consistenza. Conquering Eagle è sullo stesso piano, soprattutto ora che ha chiarito che su questa distanza è meglio, con i vari Cima Sound, Tower Of Texas, Honour Day, Poetry Of Love immediatamente a ruota.

QUARTA CORSA – PREMIO VERGANO - Si resta sul doppio chilometro di pista media per il primo dei due handicap per i 3 anni di discreta categoria. Ariadeno sarà certamente in prima linea scendendo di livello dopo aver suggerito di valere il tentativo su una distanza più lunga, ma ancor più di lui stuzzica Exclusively Jewell, che al contrario sale di categoria, ma dopo aver centrato un successo decisamente migliore e maggiore di quanto non dica la carta. Non troppo distanti si collocano Blu Air Tucker e soprattutto Balla Balla, pure loro con valide credenziali. 
 
QUINTA CORSA – PREMIO ALBERTO ZANOLETTI DA ROZZANO -  Ecco il clou del pomeriggio: lo Zanoletti, tradizionale prova di avvicinamento sul doppio chilometro per l’Incisa prima e per le Oaks poi. Corsa perfetta per capire qualcosa di più circa il valore di questo gruppetto senza dubbio molto interessante, con Cima Star che si guadagna la nomination sulla sensazione piuttosto forte di poter essere più efficace allungata su questa distanza. Gartoria e Sense Of Emperor sono due piazzate di listed che danno una buona misura, essendo entrambe attese ad una prestazione volitiva, con le altre quattro affatto tagliate fuori.
 
SESTA CORSA – PREMIO SOLARO -  Il bel sabato di corse all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano si chiude con l’handicap sui 1.500 metri in pista media per i 3 anni della stessa categoria del precedente. Senza dubbio pesa molto nell’economia della corsa la linea che ha visto finire primo e seconda Borgatella e Solo Mia, con le gerarchie tutte da stabilire con i pesi rivisitati, ma ad una quota verosimilmente golosa si può seguire il tentativo della terza incomoda Polastri, che esordisce in perizia dopo aver fatto intravedere di avere nelle corde una categoria come questa. Borntodare è un altro che può mettersi in luce.
Share