Log in

Ippodromo Sesana: Carolyn Francis batte tutti, sabato c'è il preserale

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

All'ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme giovedì nel segno di Carolyn Francis nel Premio Hollyhurst, in attesa del convegno di sabato in programma dalle 17.35.

 

All’ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme ieri, giovedì 10 giugno, è andato in scena l'ultimo convegno pomeridiano della stagione, dato che da sabato 12 inizierà il preserale (dalle ore 17:35) e, quanto prima, anche le riunioni di corse in notturna.

Al centro del convegno il Premio Hollyhurst, una prova sul miglio per cavalli di 3 anni con i gentlemen in sediolo: Carolyn Francis l’aveva combinata grossa ad Antonio Di Nardo all’ultima uscita, gettandosi di galoppo al mezzo giro finale quando era al comando, ma la cavalla di Gennaro Casillo si è prontamente riscattata nelle mani di Thomas Manfredini al termine di un percorso gagliardo: la portacolori del signor Renato Natale si è industriata all’esterno di Conrad di Poggio e con 600 finali d’assalto ha messo ko il rivale in retta svettando a media di 1.14.8. Conrad di Poggio è arrivato boccheggiante e ha perso pure il secondo posto, superato dall’appostata Coffe’ Time Bi. Al via aveva sbagliato l’atteso Century As.

Antonio Di Nardo si è messo in evidenza con un triplo. Due successi sono arrivati con altrettanti portacolori della scuderia Sa.Fra Fas affidatigli da Francesco Tufano, il primo con Americanwinnerfas nel Premio Hosenfeld: il driver campano aveva già condotto alla vittoria la figlia di Varenne due corse fa all’ippodromo D’Abruzzo, ieri ha replicato risolvendo la pratica con un lancio perfetto che gli ha permesso di sfilare in meno di 200 metri su Aramis Op: la battistrada ha completato il primo km in 1.17 e ha poi chiuso forte, non bellissima di meccanica ma mai realmente minacciata da Aramis Op che comunque ha tenuto il contatto chiudendo secondo. Media di 1.14.8 per la vincitrice, a un decimo dal proprio record: terzo posto per Atlante Feg secondo le posizioni assestatesi al via.

 
Ancora più netta la vittoria di Bigvarenne Fas nel Premio Herschel Walker, la prova sui 1640 metri per cavalli di 4 anni: il figlio di Varenne ha mostrato di parlare un’altra lingua rispetto ai rivali, conquistando subito il comando e poi staccando sull’ultima curva per terminare solitario sul traguardo a media di 1.15.5. Boleruss ha sfruttato la posizione e pur perdendo la scia del vincitore sull’ultima curva ha mantenuto il piazzamento anche per l’errore in retta di Bellatrix Font che stava provando a insidiarlo all’interno. Terzo posto per Bulux Verynice.
 
Il tris Antonio Di Nardo lo ha confezionato nel Premio Hot Line con Brivio D’Elite, che ha così ripreso la striscia vincente che si era interrotta all’ultima uscita a Bologna: il portacolori della scuderia Opitergium allenato da Gennaro Casillo ha respinto al via Beverly Jet (poi falloso) ed è andato via a tutto gas (400 in 27.7, km in 1.12) acquisendo vantaggio abissale che ha mantenuto quasi invariato nonostante l’arrivo in souplesse, per una media finale di 1.13.2. Bonita Grif a largo intervallo ha conservato la seconda moneta su Bolero di Poggio, rimesso dopo errore al via.
 
Battuto solo a fil di palo l’ultima volta a Padova, Cuadrado Wise L si è rifatto nel Premio Hello Boy, la maiden sui 1640 metri: stavolta il cavallo allenato e guidato da Giorgio Cassani ha portato a compimento il percorso d’avanguardia prima reggendo il pressing di Cupido degli Dei, quindi ripartendo in retta dopo una piccola difesa caratteriale al termine della curva finale per sottrarsi al tentativo di Ciruli dei Greppi, a media di 1.16.2. Cupido degli Dei in leggera flessione dopo il percorso allo scoperto ha comunque concluso al terzo posto.
 
 
Ritorno alla vittoria per Zilli nel Premio Hagas Ada, la prova sui 1640 metri per cavalli di cat. G: l’allievo di Sandro Capenti da opportunista ha piegato nel finale, a media di 1.14.9, un generoso Alvin Op che si era incaricato di debellare la resistenza del battistrada Uhuru dei Greppi. L’attesa Zirudela ha provato la risalita all’esterno ma sull’anticipo di Alvin Op e Zilli è rimasta in costante terza ruota finendo con lo sbagliare sulla penultima curva. Terzo posto per Truxelli.
 
L’altra prova riservata ai Gd è stato il Premio Harlov, valido come Selezione Regionale del Trofeo delle Regioni. Recente vincitore di una Tqq bolognese, Sogno D’Amore ha sfruttato al meglio la collocazione in prima fila allo start per attuare il percorso di testa: ben gestito da Daniele Orsini, il cavallo allenato da Massimo Barbini ha retto il pressing del favorito Zeno del Ronco e nel finale si è salvato di misura dall’affondo dell’appostata Zaira dei Vetri, autrice di ficcante retta conclusiva dopo essersi liberata sul calo di Zeno del Ronco. Anouk Grad ha concluso al terzo posto.
 
 
SABATO PRESERALE CON SETTE PROVE - Le corse in notturna all’Ippodromo Snai Sesana Trotto di Montecatini Terme iniziano con le dovute precauzioni da questo sabato 12 giugno dalle ore 17:35 per finire alle ore 20:35 circa. La 9^ giornata stagionale, con un programma strutturato su sette prove, è accesso gratuito al pubblico per un massimo di mille visitatori contingentati. La prova con maggior dotazione della giornata è il Premio Ignitron (3^ corsa), una categoria C-D sul miglio dove nonostante il rientro Tinto , merita di diritto il ruolo di favorito, anche se viene naturale pensare non sia al massimo della condizione, mentre Asnaur Dei Rum e Probo OP guidano l’opposizione. Due le prove per i tre anni: una condizionata, Premio Incredible Dj, in cui c’è curiosità per rivedere all’opera quella Cuba Del Duomo piaciuta senza riserve a Follonica; una reclamare, Premio Isle of Tino, in cui, nell’incertezza, proviamo ad affidarci a Corsaro San. Bullo Gec, nel Premio Ide Ego, ha tutte le carte in regola per mettere la terza in fila, dal momento che sta andando come un treno. Nella gd di proprietà, Premio Iglos Dechiari, piace Buongiorno Dipa perché in forma e perché di fronte ad una compagnia apparentemente alla sua portata. Nelle restanti prove, piacciono Vasty Di Poggio (Premio Iris de Great), visto che trova una favorevole occasione per tornare a fare il protagonista, ed Admiral TR in apertura di riunione per il Premio Izmir, alla ricerca della sua prima vittoria in carriera. Ma andiamo nel dettaglio della giornata.
 
PRIMA CORSA – PREMIO IZMIR - Il primo convegno in preserale prende il via con questa condizionata per cavalli di 5 e 6 anni sul doppio giro di pista. Admiral TR ha fatto un numero di recente sulla pista, ma non è bastato per vincere la sua prima corsa in carriera, oggi ci riprova con fondate ambizioni. Aboli quando trotta sa andare forte, importante vederlo sgambare. Fra gli altri possono inserirsi almeno in chiave piazzamento, il cresciuto Alfredo Dipa e la ben sistemata My Love Zen.
 
SECONDA CORSA – PREMIO IDE EGO - Quattro anni al via con una fila al completo. Bullo Gec ha mostrato quello che è il suo vero valore nell’ultimo scorcio di stagione ed oggettivamente, trova una ghiotta opportunità per proseguire nella sua striscia di successi. Beverly Jet parte forte ed è in grande crescita, ma andrà valutato anche in base all’impegno di giovedì. Il veloce Birbone Gual rimanendo sulla testa della corsa, potrebbe piazzarsi.
 
TERZA CORSA – IGNITRON - Il centrale di giornata è questo miglio per anziani di categoria C-D. Tinto non corre da un pezzo, ma in un contesto come quello odierno, pare un favorito piuttosto evidente. Asnaur Dei Rum viene da un paio di performance positive e rimane una idea plausibile, quantomeno in ottica piazzamento. Il vecchio leone Probo OP e la ben sistemata Zenyatia Lux sono altri due da tenere in debita considerazione.
 
QUARTA CORSA – PREMIO INCREDIBLE DJ - Condizionata per femmine di tre anni sulla canonica distanza del miglio. Cuba Del Duomo viene da una vittoria, con un gran finale, in quel di Follonica e su quello standard merita i favori del pronostico, il dubbio è legato alla sua adattabilità, alla pista piccola. Calima Di Poggio rimane una valida alternativa nonostante la scomoda posizione di avvio. Ad evenienze tattiche favorevoli può fare bene Costamagna Pax, perché è in ordine.
 
QUINTA CORSA – PREMIO IRIS DE GREAT - Cavalli di cinque anni ed oltre appartenenti alle categorie E ed F. Vasty Di Poggio ha trovato uno svolgimento piuttosto complicato nella recente tris bolognese, comportandosi comunque sia alla grande. L’impressione è che oggi trovi un impegno alla sua portata. Ubi Boko Sm se in giornata può giocarsi alla grande la sua chance, visto il gran tamburo che possiede. Unguento è un altro non trascurare assolutamente.
 
SESTA CORSA – PREMIO IGLOS DECHIARI - Gentleman protagonisti con cavalli di proprietà. Buongiorno Dipa è reduce da un periodo piuttosto positivo e visto il campo scarno e la qualità non eccelsa, si propone come un serio candidato al successo. Bucefalo Lans in pista piccola si arrangia un po’ sulle curve, ma è chiaramente agevolato dai pochi passaggi. Brisol Olm era vociferato in occasione del rientro, ma di fatto poi, le cose non andate benissimo.
 
SETTIMA CORSA – PREMIO ISLE OF TINO - Chiusura della prima giornata preserale della stagione all’Ippodromo Snai Sesana Trotto di Montecatini Terme, la reclamare per cavalli di tre anni ben frequentata ed aperta a diverse soluzioni. Corsaro San in questi contesti si è sempre ben disimpegnato, è in forma è può essere una idea, come lo è del resto il potente, anche se spesso falloso, Conan Dei Greppi. Camy Sonic OB era annunciata in ordine prima dell’impegno di Follonica di lunedì, quindi occhio. Cora Indal e Cannes Dei Greppi completano il pronostico.
Share