Logo

Ippodromo Sesana, Asnaur dei Rum davanti a tutti nella corsa clou

Nella serata che dà il via alla stagione delle corse serali all'ippodromo di Sesana Asnaur dei Rum fa il suo dovere nel Premio Ignitron ed ecco le corse del giovedì. 

 

All'ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme la stagione delle notturne è iniziata, anche se in realtà si è trattato di un convegno in preserale. Il clou della riunione è stato il Premio Ignitron, una prova sui 1640 metri per cavalli di cat. C/D dove si guardava a Tinto, cavallo di classe al rientro da lungo stop. Con il "braccio armato" Antonio Di Nardo impegnato a Trieste, era Gennaro Casillo a salire in sulky al portacolori della scuderia Pabi: la corsa non poteva iniziare nel migliore dei modi per il figlio di Napoleon, autore di uno scatto notevole dal 6 e capace di issarsi al comando in meno di 100 metri: dopo lo strappo, il driver/trainer campano provava giustamente ad amministrare le energie, raggiunto da Asnaur dei Rum: l'allievo di Francesco Alessandrini guidato da Davide Cangiano aumentava il pressing sul penultimo rettilineo e sull'ultima curva si sbarazzava del battistrada difendendosi in retta senza particolare affanno da Probo Op per chiudere il suo sforzo. Forma al diapason per il portacolori della Star Light, ampiamente mostrata già nelle ultime uscite. 

Il vecchio Probo Op nonostante gli acciacchi ha fatto il suo dovere, mentre Tinto ha pagato caro la lunga inattività cedendo nettamente in retta, battuto anche da Tatanka Op e xx Cavalli d 5 e 6 anni al via nel Premio Izmir, la prima corsa del preserale di sabato. Dopo due prove macchiate da errori, è tornato alla vittoria Aboli: chiaro favorito della prova, l'allievo di Enrico Fiaschi affidato a Francesco Facci dalla terza pariglia ha mosso in terza ruota al km, ha raggiunto il battistrada Admiral Tr sull'ultima curva e lo ha sopravanzato chiaramente in retta, a media di 1.15.1. Per Admiral Tr il traguardo della prima, sospirata vittoria della carriera sembra davvero tabù: bello in sgambatura, il cavallo guidato da Marco Volpato ha sfruttato il numero per provare la corsa di testa ma ha trovato Alfredo Dipa a pungolarlo e così nei 300 finali non è riuscito a contrastare la progressione del vincitore; Alfredo Dipa è stato battuto in zona traguardo da My Love Zen per il terzo posto.
 
Senza avversari dopo il ritiro di Beverly Jet, Bullo Gec si è imposto in beata solitudine il Premio Ide Ego, la prova sui 1640 metri per cavalli di 4 anni. L'allievo di Claus Hollmann guidato da Antonio Greppi si è sbarazzato al km della battistrada Bentley e si è progressivamente staccato dai rivali. Proprio qui al Sesana circa un anno fa il figlio di Ghiaccio del Nord era stato terzo a sorpresa nell'Etruria, e nel circuito dei Gran Premi sembra destinato a tornare a breve vista la condizione straripante che lo sorregge ormai da diversi mesi. La corsa degli "altri" è stata vinta a largo intervallo da Byron di Poggio su Budduso Lippi.
 
Da favorita, Cuba del Duomo ha messo il suo sigillo sul Premio Incredible Dj, la prova riservata a femmine di 3 anni. Prestazione "vigorosa", quella della portacolori della scuderia Indal: naturalmente con Rene' Legati in sediolo, la cavalla allenata da Gennaro Casillo si è impegnata in pressing sulla battistrada Calima di Poggio per domarla in retta e chiudere a media di 1.14.8. Calima di Poggio nei metri finali ha accusato la fatica ed è stata battuta nei metri finali da Costamagna Pax per il secondo posto.
 
Confermando l'ottima performance bolognese, Vasty di Poggio ha fatto valere i diritti della classe nel Premio Iris The Great, la prova sul miglio per cavalli di cat. E/F: Massimo Barbini ha portato in breve il suo allievo ai lati del battistrada Uragano Spritz, ha messo a sedere il rivale già sul penultimo rettilineo e nel mezzo giro finale si è staccato dalla compagnia per tagliare solitario il traguardo a media di 1.14.1. Vivaldi ha regolato il gruppo precedendo Unguento. In errore al km Ubi Boko Sm quando si trovava nelle prime posizioni, proteso in terza ruota.
 
Nel Premio Iglos Dechiari, l'invito riservato ai gentlemen con cavalli di proprietà, Buongiorno Dipa ha risolto il match con Bernardette Rek: con Giuseppe Leanza in sediolo, il cavallo di Lamberto Barbieri ha superato di forza la rivale al passaggio sotto le tribune e a media di 1.16.7 ne ha controllato i tentativi di rivalsa. Al terzo posto Baltimora dei Mag.
 
Vittoria a grossa quota di Cora Indal nel Premio Isle of Tino, la reclamare sui 1640 metri per cavalli di 3 anni: la portacolori della scuderia Indal guidata da Rene' Legati (al bis nel pomeriggio) volava in testa e nel finale resisteva al ritorno di uno strepitoso Corsaro San, rimesso dopo aver perso tanti metri al via. Terzo posto per Conan dei Greppi.
 
LE CORSE DEL GIOVEDI' - All’Ippodromo Snai Sesana Trotto di Montecatini Terme un bel giovedì 17 giugno con un programma che parte dalle ore 17:40 ed è composto da sette corse (ingresso gratuito per massimo 1000 visitatori) che ha il suo clou nel Premio Lanson, un handicap sul doppio chilometro per discreti tre anni in cui Capitan de Gleris, al primo nastro, si fa preferire al forte, ma penalizzato, Carlos Op mentre come terzo incomodo va segnalato Caos con Enrico Bellei in cabina di regia. Nella prova di spalla, invece, troviamo il Premio Lied con sei partecipanti al via e quasi tutti con buona chance di essere protagonisti della vittoria. Aster Prav, forse, è il più forte ma ha il numero esterno di partenza, mentre sono buone le chances di vittoria per Alexis di girifalco con Roberto Vecchione, così come per la forte Anastasia dei Rum ben messa al via ed anche Atena RisaiaTrgf che è in un periodo di ottima forma. Un’altra bella corsa della giornata è il Premio Laberio, un handicap sul doppio chilometro per buoni quattro anni, in cui l’allievo di Alessandro Gocciadoro, Bon Jovi Jet, ha la prima chance di vittoria su bacio di Luna e l’avvantaggiato Breeding Demi. Nel Premio Lanuvio, prova di apertura del programma montecatinese, Blu di Prussia e Brezza dei venti sono i due soggetti potenzialmente superiori al resto degli avversari, ma entrambi in periodo molto falloso e quindi attenzione a Boa Vista Pax ed Borea Sl per chi non ama il rischio ma punta su soggetti molto più regolari. Nella prova gentleman, Premio Lubro Gim, Ufo Gius sm ha buone possibilità di vittoria così come il veloce Twitter di Casei nel Premio Leinati dove ha la possibilità di farsela al comando su soggetti comunque pronti a ribaltare il pronostico come Electrochoc ed Ambra Matto. Fra i tre anni, nel Premio L’Esquirol, la svelta Chantal del Ronco ha una bella occasione di bissare la recente vittoria sulla pista grazie al miglior numero di lancio ed una condizione a freccia in su. Ma vediamo i protagonisti corsa per corsa.
 
PRIMA CORSA – PREMIO LANUVIO - Si inizia con una prova riservata a buoni quattro anni dove i due soggetti più forti ovvero Blu di Prussia e Brezza dei Venti vengono da un periodo opaco con tante rotture però restano i favoriti della corsa quindi guardare bene le sgambature sarà molto importante per entrambi. Le alternative saranno i regolari Borea Sl e Boa Vista Pax che hanno i mezzi per fare bene.
 
SECONCA CORSA – PREMIO LUBRO GIM - Nella seconda corsa, una categoria F-G sul miglio, saranno protagonisti i gentleman e fra loro l’ospite marchigiano Andrea Venezia presenterà quello che sarà il cavallo da battere ovvero Ufo Gius Sm reduce da una bella prestazione a Bologna. Contro il sempre verde Onni Lest che si avvierà al cinque e Vastom dei Mag che qualcosa di buono ha fatto.
 
TERZA CORSA – PREMIO LABERIO - Ancora una bella prova per quattro anni questo handicap sul doppio chilometro che avrà in Bon Jovi Jet il netto favorito in coppia con Alessandro Gocciadoro. Le alternative possono essere il forte bacio di Luna ben guidato da Antonio Greppi e l’avvantaggiato Breeding Demi con Enrico Bellei in sulky che cercherà di far tesoro del vantaggio iniziale. Sorpresa per una piazza Bolero Grif
 
QUARTA CORSA – PREMIO L’ESQUIROL - Fra i puledri di tre anni che non hanno ancora vinto quattromila euro in carriera netta è la chance della bella saura Chantal del Ronco reduce da una convincente vittoria sulla pista e visto il miglior numero di lancio pronta a bissare la recente vittoria. Contro la progredita Chames dei Greppi sulla ben appostata Cleopatra Mark e Crisallen che ha i mezzi per ben figurare nella compagnia.
 
QUINTA CORSA – PREMIO LANSON - Nella prova centrale del programma il Premio Lanson un handicap sul doppio chilometro per buoni tre anni proviamo a nominare come favorito il forte Capitan de Gleris in coppia con Vincenzo Castiglia su Carlos Op che nonostante la penalità ha i mezzi per vincere. Fra gli altri il ben appostato Caos con Enrico Bellei ha chance di essere uno dei protagonisti della corsa visto il buon momento di forma.
 
SESTA CORSA – PREMIO LIED - Bellissima ed aperta la prova sul miglio per ottimi quattro anni il Premio Lied dove più o meno tutti hanno chance di essere protagonisti e lottare per il successo. Proviamo con Aster Prav forse potenzialmente il più forte ma alle prese con il sei di lancio sul qualitativo Axis di Girifalco con Roberto Vecchione alle redini ed Anastasia dei rum senza dimenticare la Potente Atena Risaia Trgf ed Assia Luis tutti potenziali candidati alla vittoria.
 
SETTIMA CORSA – PREMIO LEINATI - Si chiude il programma preserale all’Ippodromo Snai Sesana Trotto di Montecatini Terme con una reclamare per anziani in cui il veloce Twitter di Casei ha la possibilità di scivolare al comando e scandire i parziali a piacimento sul progredito Electrochoc che ha numero esterno ma forma ottima e non andrà sottovalutato Admiral Tr che dopo una serie di piazzamenti sembra maturo per il successo.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.