Log in

Ippica: San Siro a Capannelle, domenica festival dei due anni

  • Scritto da Redazione

Domenica 3 ottobre all’ippodromo romano di Capannelle si terranno tre listed tutte riservate ai giovanissimi originariamente previste all'impianto Snai di Siro ed altre sei corse.

Forse non era mai successo che in Italia ben sette corse su nove fossero riservate ai soli cavalli di due anni. Accadrà domenica 3 ottobre all’ippodromo Capannelle di Roma. Una circostanza resa possibile dall’attuale inutilizzabilità della pista di Milano San Siro – l'ippodromo targato Snai, chiuso per un'infestazione di coleotteri - e il conseguente trasferimento nella Capitale di tre listed tutte riservate ai giovanissimi, che si aggiungeranno ad altre due prove interessantissime per debuttanti, una maiden ed una rilevante condizionata. 

 

Il risultato unico e irripetibile è quello che possiamo definire appunto “Festival dei 2 anni”. Otto volte in pista grande, una in pista dritta, distanze dai 1200 ai 3000.
Partiamo dal Premio Criterium Nazionale, una di quelle corse a suo tempo predilette da Federico Tesio. È una prova sui 1200 metri che mantiene sempre intatto il suo valore e il suo fascino, vinta l’ultima volta dalla straordinaria Wakanaka che in primavera tutti hanno ammirato trionfare anche nel Regina Elena. Proveranno ad emularlo in cinque: Ask My Glory, Camerlengo, Freschezza, The King’s Horse, You Are Beautiful. 


Con 300 metri in più (1500 m) e la curva di pista grande ecco i maschi di due anni nel Premio Vittorio Riva, ex premio del Dado. Ultimo a vincere è stato Wealth of Love. Un albo d’oro sontuoso impreziosito dai nomi recenti del Derby winner Saent, di Nabucco e Biz Power. In vista della massima prova per i due anni saranno in campo questa volta in quattro: Bahja del Sol, Don Chicco, Filmet e Some Respect. 


Altra prestigiosa listed di giornata è il Premio Coolmore per sole femmine sempre sui 1500 metri, corsa che condurrà direttamente al Premio Dormello. Otto protagoniste al via: Azul Bahia, Danielina, Freccia, Queen Rouge, Sopran Vienna, Terra del Sole, Terry de L’Alguer e Tower of Silence. 

Nel Premio Fiuggi, controcanto del Riva, saranno in 7, mentre nelle due debuttanti avremo 13 partenti tra i maschi (Premio Stratford) e 12 tra le femmine (Premio Olà). E saranno ancora 12 i cavalli al via nella maiden di giornata, il Premio Garim.
 
Affollatissimo l’handicap riservato alle sole femmine sui 2000, il Premio Tom Seymour. Saranno in 16 alla partenza tra cui Granatina, Linosa, Tigre Bianca, Acerenza, Jazz Lady, Jacaranda, Boule de Noel. Per concludere, di rilievo anche il Premio Monterosa, HP sui 3000 metri con nove specialisti in campo.
 
In totale nel pomeriggio scenderanno in pista 61 cavalli di due anni, mentre calcolando l’intera giornata e le nove corse in programma saranno ben 86, con una media di 9,5 per corsa. 
Share