Log in

Ippodromo Snai San Siro, rientro vincente per Zanfogna

  • Scritto da Redazione

Nel convegno del 10 novembre all'Ippodromo Snai San Siro di Milano spiccano le vittorie di Zanfogna nel Premio Emilio Trenta e di Mister B nel Premio Romeo.

 

Un bel mercoledì da corse a San Siro nel quale spiccava il Premio Emilio Trenta, la condizionata sui 2000 metri in pista grande per femmine di 3 anni nella quale abbiamo assistito al bel rientro di Zanfogna: la portacolori del Giglio Sardo ha ripreso le fila del discorso esattamente da dove si era interrotto, ovvero con una vittoria, utilizzando quell’incisivo “turn of foot” che era stato l’arma vincente anche in occasione del precedente successo, il 27 giugno.

 

La gara si è accesa ai 350 finali, quando Aconcagua, che si era portata ai lati della battistrada La Gualtiera, ha tentato l’allungo risolutore: Sadalsuud e Zanfogna hanno risposto ma mentre la cavalla del team Biondi non riusciva nell’aggancio, quella di Alduino Botti con Dario Vargiu in sella teneva bene e sapeva ancora cambiare marcia nei 150 finali passando nelle ultime battute, di misura ma chiaramente, centrando così la terza vittoria della carriera. Quarta a contatto chiudeva Arriva Veloce, che finiva correttamente dopo qualche difficoltà a trovare il varco ai 400 finali; Buratina ha provato la risalita da fondo gruppo ma nell’ultimo furlong si è adeguata al quinto posto.
 
I 3 anni erano protagonisti anche dell’altra prova di cartello del pomeriggio, il Premio Romeo e Roberto Miracoli, l’handicap sui 1200 metri in pista dritta. Per Mister B il ritorno in dirittura dopo le esperienze con la curva a Varese, è coinciso con il ritorno alla vittoria, e che vittoria! Nelle retrovie, l’allievo di Eugenio Goldin con in sella Sergino Urru si è sistemato in scia a Funny Version e lì ha temporeggiato sino ai 300 finali, ma quando ha spostato ha prodotto un cambio di marcia terrificante passando chiaramente già ai 200 finali. Funny Version ha provato vanamente ad arginare il vincitore ma si è dovuta accontentare della piazza d’onore mentre Centuron, che era stato tra gli animatori sin dalla fase iniziale, con coraggio è tornato su Sopran Marte (che aveva acceso la miccia della volata ai 350 finali) e lo ha battuto per il terzo posto. L’attesa Sphere of Fire è calata ai 500 finali ed è stata rallentata.
 
Il convegno si è aperto con un handicap di tradizione per i cavalieri e le amazzoni, il Premio Vittorio Speroni sui 1400 metri della pista dritta. Con L’Idea e Bridge Dino che hanno garantito una bella andatura nella prima parte di gara, la scena nel finale se la sono presa in modo prepotente Francesco Giani e Love Emperor: alla quarta uscita per il nuovo team, il figlio di Holy Roman Emperor è tornato sui suoi migliori livelli piazzando una progressione superiore a centro piazzando che gli ha consentito di chiduere la partitra già ai 200 finali. Una bella soddisfazione per Beatrice Parolari e per Francesco Giani, anche nella veste di proprietario del vincitore. Gordon Gekko ha confermato la bella forma varesina: sempre sui primi, è passato su Bridge Dino ai 300 finali, poco ha potuto sulla progressione del vincitore ma ha difeso il secondo posto dal finale sempre incisivo di Mister Buzzword.
 
In netto progresso rispetto alle precedenti uscite, Vecello siglava il Premio Doncaster, la maiden per i 2 anni sui 1400 metri della pista circolare, per i colori storici della Razza Dormello Olgiata: con Silvano Mulas in sella, il puledro allenato da Riccardo Santini ha preso subito l’iniziativa e ai 400 finali si è disteso con una robusta progressione staccando nettamente i coetanei. Seconda dal via, Graceful Touch ha mantenuto il piazzamento sino in fondo mentre Sorbona ha chiuso al terzo posto dopo percorso dispendioso.
 
“Gasata” dal buon treno di corsa imposto dalla battistrada Gartoria, Contagocce ha strapazzato i rivali nel Premio Rosate, l’handicap sui 1600 metri in circolare per cavalli di 3 anni: dall’ultima posizione, la cavalla di Gasparini con Gavino Sanna in sella ha messo in campo progressione superiore a centro pista e ai 300 finali era già padrona della situazione. Cayodama ha provato vanamente ad arginare la vincitrice ma si è dovuta accontentare del secondo posto su Gartoria, ancora in quota nonostante il ritmo selettivo. Blu Air Tucker aveva mosso per primo sulle tracce della fuggitiva ma ha esaurito la spinta ai 300 finali, mentre Clean Emperor è partito da fondo gruppo e ha chiuso correttamente.
 
Dopo la vittoria di Mister B nel Premio Romeo e Roberto Miracoli, Eugenio Goldin ha colpito ancora in chiusura con Enger nel Premio Buccinasco, l’handicap sui 2000 metri della pista circolare per cavalli di 3 anni. Team caldissimo quello del trainer vercellese, e particolarmente in forma il portacolori di Danila Cherio, alla terza vittoria di fila: Sergino Urru è stato perfetto nelle scelte, non si è opposto a Voce Grigia, si è ripresentato in prima linea a inizio dirittura e sul calo a traguardo lontano della labile battistrada ha allungato in progressione scrollandosi di dosso i rivali. All’interno è emerso al secondo posto Shark Alert mentre l’atteso Sopran Tucano dopo essersi presentato bellicoso a metà dirittura è rimasto un pò sul passo e sul palo ha perso anche il terzo posto, “pizzicato” dal bel finale di Papaveri Rossi.
 
VENERDÌ ALL’IPPODROMO SNAI LA MAURA - La 55a giornata stagionale all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano è programmata per venerdì 12 novembre a partire dalle ore 13:10, ma come sempre anticipata dalla prova di qualifica dei 2 anni alle ore 12:55, mentre la prova pubblica è dopo la 6^ corsa. Tra le sette prove emerge il Premio Googoo Gaagaa in chiusura di riunione riservata ai due anni non vincitori di 20.000 euro in carriera con un livello decisamente elevato. Ma vediamo al completo il programma del circuito di via Lampugnano.
 
PRIMA CORSA – PREMIO CAM’S ROCKET – Il convegno si apre con una prova sulla distanza dei 2250 per i due anni non vincitori di 1.000 euro in carriera in cui Dea Sprint Bar dopo i due errori è chiamata a confermare la notevole considerazione su di lei fino ad ora basata sulla qualità genealogica. Discorso simile per Drake Gar, Danzast e Delizia di Casei tutti in errore nelle prove disputate fino ad ora. Dionisio degli Dei seppur con il numero al largo e Valnes New Love hanno corso più che bene e rappresentano più di una sorpresa.
 
SECONDA CORSA – PREMIO WHAT ABOUT MARY - Condizionata per quattro anni non vincitori d 40.000 euro in carriera. Baghera Fz è velocissima e supportata da forma al top come indicano le due vittorie a media di rilievo, il tutto per ipotizzarne ruolo di chiaro punto di riferimento. Brivido D’Elite ha mezzi e gamba per recitare ruolo di protagonista mentre Blume Indal con il miglior numero e piaciuto in occasione dell’ultima vittoria prenota il podio. Badoglio Luis ha coraggio e grinta mentre Bangla d’Esi deve ritrovarsi e Bravissimo Lp farà leva sulla costanza. Sorpresa Bella degli Dei.
 
TERZA CORSA – PREMIO KORA’S TROTTER  - Handicap per i tre anni sulla distanza dei 2700 metri in cui i non vincitori di 40.000 in carriera dovranno recuperare venti metri ai non vincitori di 20.000. Cherry Top ha raggiunto un elevatissimo rendimento e sulle ali della forma al top sembra in grado di riuscire nella risalita. Il compagno di nastro Cobalto di No ha già sperimentato il giro che conta e forse è l’avversario più pericoloso. Conan Op terzo ed ultimo al via a 20 metri è più di una sorpresa al pari dell’avvantaggiato Chekov piazzatosi nello schema all’ultima con molto rammarico. Chimera Jet non va sottovalutata.
 
QUARTA CORSA – PREMIO VIVA LA VIVA - Anziani di categoria F/E al via sulla distanza dei 1650 Zax Club non è proprio un vincente ma avrebbe il motore per venire a capo della concorrenza. Zenny Cup è veloce e potrebbe rivelarsi più di una sorpresa. Zodica Dany Grif Volo Rivarco Op e Volpelli le sorprese.
 
QUINTA CORSA – PREMIO MY BABE MOMMA - Condizionata per femmine di tre anni non vincitrici di 9.000 euro in carriera in cui Cover Girl Bi reduce da un secondo posto con parecchio rammarico, nonostante il numero in seconda fila riveste ruolo di favorita. Cinzia collocata con il numero subito prima di Cover appare come l’avversaria dichiarata. Cassandra Roc e Camilla Bass sembrano le migliori in prima fila. Attenzione a Chloè degli Dei e Catalina.
 
SESTA CORSA – PREMIO MICKEY WHITE EYE - Anziani di categoria B/C alle prese sui 1650 metri. Vaprio la scorsa settimana ha vinto alla media di 1.10.7 che se ripetuta lascia poche speranze ai rivali. Vortice d’Amore presenza una carta notevole fatta di vittorie e piazzamenti in serie. Ula Risaia Trgf ha una velocità di base che le consentirà di avere una posizione di vantaggio in chiave piazzamento. Usque Dl e Zardoz le sorprese.
 
SETTIMA CORSA – PREMIO GOOGOO GAAGAA - La corsa di centro, che chiude la 55^ giornata all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano, è riservata ai due anni non vincitori di 20.000 euro in carriera con un livello decisamente elevato. Drake Wind era il netto favorito del Gp di Napoli ed il secondo posto non ne intacca la considerazione collocandolo al vertice del pronostico. Sulla stessa linea Djokovic Grif al contrario ha vinto a Follonica alla media di 1.12.7 che si commenta da sola. Le alternative ai due sono molteplici partendo da Daughter As anch’essa seconda nel Gp di Roma dopo una serie di successi, Diana Italia in grado di riscattare l’ultima uscita, il veloce Demon dell’Est, Dispaly Wise L arroccato in corda, Dettofatto Laumar, per finire a Diva Indal e Deejay Bar al via in seconda fila.
Share