Log in

Il Premio Napoleon Bar al centro delle corse all'ippodromo di Milano

  • Scritto da Gt

Si corre la quarta giornata all'Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano con il Premio Napoleon Bar al centro. 

La quarta giornata di corse stagionale all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano è programmata venerdì 14 gennaio dalle ore 13 (ingresso gratuito con obbligo di green pass). Nelle sette corse anche la Prova Pubblica dopo la quinta corsa e la Prova di Qualifica dei 3 anni dopo la sesta. Spicca nel programma il Premio Napoleon Bar che chiude la giornata milanese di trotto. Ma andiamo a vedere nello specifico corsa per corsa.

PRIMA CORSA – PREMIO ORTLES

Si parte con i gentlemen che saranno protagonisti con i cavalli di proprietà di 4 anni a reclamare a 10.000 euro. Casettaro ha una carta consistente con un successo e due piazze d’onore, collocandolo senza dubbi al vertice del pronostico. Cluny dei Greppi a segno all’ultima uscita nonostante il numero al largo della prima fila è l’alternativa. L’ospite Cari Balilla riveste con Coco Chanel Fior e Crisalide Moon ruolo di sorpresa.

SECONDA CORSA – PREMIO COKTAIL JET

Anziani di categoria F/E alle prese sui 1650 metri. Aladin bar e Ari Lest si ritrovano a distanza di un mese ed il gioco dei numeri concede la possibilità di rivincita all’allievo di Gocciadoro, anche se Aladin ha mostrato anche a Torino di avere mezzi notevoli per consentire a Pietro Gubellini di confermare la linea vincente. Usual Kronos fuori quadro nella citata corsa si augura una corsa mossa da esaltarne la progressione. Achille Ross e Bwt Echo al debutto in Italia ruolo di outsider.

TERZA CORSA – PREMIO ETRILLE 

Condizionata per sole femmine di 5 e 6 anni non vincitrici di 35.000 euro in carriera in cui Bora La Torre a segno all’ultima e con il miglior numero è il punto di riferimento. L’ultima uscita di Babymon pur giungendo secondo ha lasciato l’amaro in bocca ma possiede il motore per riscattarsi. La duttile Biancamara Font prenota una piazza mentre la passista Brigitte Gso, Beverly Trio e Angelina Jolie rivestono ruolo di sorpresa.

QUARTA CORSA – PREMIO TAKEDA

Condizionata per tre anni non vincitori di 1.000 euro in carriera in ovviamente regna l’incertezza ed il pronostico è basato più sulle sensazioni che sulle prestazioni. Il debuttante Damon Hill Treb ha il miglior numero è presentato dal team garanzia di casa Gocciadoro e quindi può essere una possibile base. Dernier Ok sembra in costante progresso ed all’ultima si è piazzato alla media di 1.15.8. Donatella Jet, Don Toni Jet, Delhi Roc e Damalor del Sile le principali sorprese.

QUINTA CORSA – PREMIO COCCINELLA

Condizionata per quattro anni non vincitori di 8.000 euro in carriera sulla distanza dei 2250 metri. Cassandra Roc e Cabalista in virtù dell’invitante collocazione prima fila puntano al bersaglio grosso. Obiettivo anche di Candelario, al rientro dallo scorso luglio dopo un periodo trascorso in Svezia ma pur da oggetto misterioso merita la massima attenzione. In tanti hanno comunque modo di stuzzicare l’interesse ed ambire legittimamente al podio, dall’ospite Contessa di No passando per Caspian Play Font e Caludia Pink arrivando a Canaletto Rl e Calogero Rg.

SESTA CORSA – PREMIO DALMAZIA 
 
Condizionata per sole femmine di tre anni non vincitrici di 11.000 euro in carriera. Dinamite Bar è imbattuta nelle tre corse disputate con la “faccia” della cavalla importante. Sulla sua strada incontra Duchessa Grif anch’essa con tre successi al suo attivo l’ultimo dei quali alla media di 1.14.2 premesse che ne fanno un chiaro punto di riferimento. Duck Jet dopo alcuni successi ha tentato l’avventura nel Gran premio di Roma ma possiede i mezzi per riscattare l’errore commesso all’ultima a Torino. Javerne non ha nulla da invidiare alle citate e non può essere sottovalutata. Damisela e Diana Italia devono mostrare qualcosa in più rispetto a quanto fatto fino ad ora e rappresentano con la costante Dayana indal e la coppia della Sant’Esubio, Dont’n Stop e Demetra Roc ruolo di sorpresa. 
 
SETTIMA CORSA – PREMIO NAPOLEON BAR
 
Chiusura di giornata all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano con l’handicap abbinato alla scommessa Tris – Quarté – Quinté sulla distanza dei 2700 metri. Attesissimo Bullo Gec anche se in occasione della recente trasferta parigina ha concluso con un errore al via in grado di risalire dall’ultimo numero del secondo nastro. Gli altri cinque inseguitori hanno dalla loro l’esperienza nello schema e l’adattabilità alla distanza, in virtù delle quali sembrano gli avversari più insidiosi per il favorito. In particolare Amarcord e Vistamar prenotano un posto nei cinque. Allo start i migliori dovrebbero essere Bravissimo Lp a segno all’ultima uscita, Antonio Boccino pericoloso qualora riuscisse a restare concentrato e soprattutto Becoming e Barbarigo, in possesso del motore per inserirsi.
Share