Logo

Ippodromi Snai, domenica in pista a San Siro e Sesana

Il 15 maggio doppio appuntamento con le corse negli ippodromi Snai San Siro di Milano e Sesana di Montecatini Terme.

All’ippodromo Snai San Siro di Milano una bella domenica di corse a partire dalle ore 13:40 con sei prove in programma. Di particolare interesse il Premio Scuderia Diamante e il Premio Sopran Londa anche per i loro cenni storici. Per la Scuderia Diamante la figura principale è stata quella di Vittorio Riva, personaggio molto importante dell'ippica italiana vice-presidente del Jockey Club e dell'Anac (Associazione nazionale allevatori cavalli purosangue). Una grande scuderia che ha visto, tra i suoi cavalli, nomi importanti del panorama dell'ippica. Più emozionale il premio dedicato a Sopran Londa cavalla che a fine carriera è stata una delle migliori fattrici del galoppo italiano. Scomparsa all’età di 27 anni vantava un palmares di tutto rispetto tanto da vederla protagonista a Roma nel Regina Elena, mentre a Milano nel Dormello è arrivata seconda. Sopran Londa in razza ha dato vita ad un filone d’oro che ha prodotto Cima de Triomphe, vincitore di Derby e poi stallone tra Francia e Sudamerica; tra le femmine menzioniamo Salamanna, Sopran Enery, Sopran Lori e Loritania. Ma andiamo al pomeriggio milanese.

Apertura di riunione con il Premio Altaguardia, con le femmine di 3 anni impegnate in una condizionata sui 1.800 metri che può portare all’Incisa. Campo ristretto ai minimi termini, e questo potrebbe essere un dato incidente sull’aspetto tattico, con conseguente rimescolamento dei valori, anche se sulla carta non si può prescindere da Allison, che dopo le due prestazioni stagionali non completamente soddisfacenti, trova l’occasione perfetta per ristabilirsi sullo status che l’ottimo vittorioso debutto le aveva portato in dote. Anche Dolce Napoli può riscattare un’ultima apparizione così così, e se Clorady prova ad alzare il livello delle sue ambizioni sfruttando la forma ottima, per Tower Of Silence è la prova del nove per poter rimanere ai livelli più alti. Alla seconda prova si passa subito al Premio Scuderia Diamante, sempre con i 3 anni, che hanno a disposizione una maiden per i velocisti sui 1.200 metri. Molto competitiva la situazione, con linee dirette ed indirette ben lungi dall’essere determinate in maniera netta, anche se l’esame nudo e puro fa sì che Sunny Gold sia comunque posto in leggera evidenza rispetto a Segretario, che stuzzica su distanza ulteriormente accorciata, e sui vari Just Accord, Hallo Black, Wendy Baby, tutti sullo stesso piano. A spezzare tutto questo equilibrio però ci può essere dall’importato Sacred Territory, che esce dai riferimenti di cui sopra e che ha già dimostrato chiaramente di avere nelle corde una corsa come queste.

Ed ecco il Premio Sopran Londa, la prima delle tre corse riservate alle femmine del programma domenicale. È un Handicap Limitato sul miglio allungato di pista media aperto a giovani ed anziane. Poche ma buone, e soprattutto con una forma generale assolutamente calda, con Rose Secret tuttavia in pole position chiara alla luce delle sue frequentazioni e del suo curriculum, e pertanto con tutte le possibilità del mondo di concedere i chili a tutte. Sadalsuud e Val Badia stanno correndo alla grandissima in handicap, Sopran Nausicaa è andata molto bene nel Jebel Ali a Roma, e se Burattina vale di più di quel che ha fatto vedere l’ultima volta, la minaccia più grande potrebbe arrivare da Alma Hera, anche lei tonica nel periodo e con tutte le cose al punto giusto per correre da protagonista. Come quarta corsa il Premio Porta Genova, una prova tutta da vedere questa condizionata sui 1.800 metri di pista media per i 4 anni ed oltre. È infatti una bella corsa, tecnicamente e anche sotto l’aspetto della competitività, dove la nomination spetta quasi doverosamente a Closer Look, che se la meriterebbe dopo ben cinque secondi posti di fila anche contro avversari più duri di questi. Non potrà permettersi nessuna distrazione però, perché ci sono almeno tre rivali uno più cattivo dell’altro, con Terrible Land che ha appena vinto una corsa da fenomeno ma che deve dimostrare di essere altrettanto efficace su questa distanza, con Shikami dalla solidità ultra comprovata e con Biedermann a sua volta bello carico nel periodo e senza nessuna ombra che accompagna la sua candidatura. Occhio anche a Domani Risplendi. Tornano le femmine, quelle di 3 anni, alla quinta prova per il Premio Cibele, impegnate in un handicap di discreta categoria sui 1.800mt di pista media. Nella valutazione della corsa pesa molto il riferimento di un altro handicap per femmine di 3 anni ma di livello più alto di fine aprile, quando Amola arrivò ottima terza, proponendo un numero che può bastare per chiudere una partita come questa. Quel giorno le finirono alle spalle senza scuse Sopran Nigella e Draga Flower, che però hanno i mezzi per ribaltare la gerarchia, e non troppo lontano si colloca Drammatica, reduce da una promettente prestazione in progresso e al debutto con i nuovi colori. Occhio anche a Hello I Love You, dal profilo ancora tutto da stabilire.

La domenica all'Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude con il Premio Estia, un handicap di buona categoria per le femmine anziane sul miglio allungato di pista media che vale anche come Seconda Tris. In un gruppo agguerrito dove non mancano le candidature, Solo Mia è una perfetta base cui poggiarsi vedendo le ultime due prestazioni prodotte e senza nessun motivo apparente per non attenderla sullo stesso standard. Goccia Bianca e Kenji sono vicinissime nella valutazione e non mancheranno di farsi sotto, mentre Value prova giustamente ad alzare il tiro dopo aver vinto due volte delle ultime tre. Ci sono poi Shiloh, Temptation e Wallaby che avrebbero possibilità quanto mai concrete se si esprimessero al meglio, ipotesi da non poter affatto sottovalutare.

ALL’IPPODROMO SNAI SESANA GIORNATA DI PASSIONE CON IL PROGRAMMA DEDICATO AI GENTLEMEN DRIVERS - La quarta riunione stagionale all'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme, in programma domenica 15 maggio dalle ore 14:50 con sette prove, vede in pista i Gentlemen drivers che con la loro grande passione daranno vita ad uno spettacolo che si preannuncia bello e vibrante. La prova clou della giornata è il Premio Damone, un handicap per soggetti anziani di proprietà che vedrà al via undici soggetti fra i quali spicca il nome del penalizzato Virtuale soggetto di classe che in questi handicap sa dare il meglio di se quindi merita ampiamente il ruolo di favorito su Zeno del Ronco soggetto potente ma talvolta bisbetico mentre allo start andrà seguito con attenzione Splendeur Joyeuse che cercherà di sfruttare il numero di partenza per rendere dura la vita ai penalizzati.

Il sottoclou, invece, è il Premio Domegge, una reclamare per soggetti di tre anni dove regna il più assoluto equilibro. Bello il Premio Destrezza riservato ai quattro anni dove ci sarà da gustare il match fra Camelot Bi all’interno e Classica Matto che va molto forte. Terza forza Crown Stecca che si avvierà con il sette. Fra i soggetti più netti del pomeriggio Bramante, reduce da una bella vittoria all’Arcoveggio in coppia con il bravo Filippo Monti, si gioca una bella chance su Bladerunner Font e Birkin Op spesso piazzato. Da ricordare che questa corsa si correrà senza frusta. Nell’altra prova riservata ai quattro anni, troviamo in apertura di convegno il Premio Donyo Sabuk in cui la favorita per la posizione in prima fila appare Cesara dei Colli che va molto forte su Cruciale Min che si dovrà avviare in seconda fila e per una piazza lo svelto Chianti può far bene. Nella categoria F-G, Premio Darwin Jet, il declassatissimo Ranieri sebbene al rientro monopolizza il pronostico su Bessie di Poggio ed il sempre generoso Spirit Roby.

Nel Premio Didi Gius, una reclamare di proprietà per anziani, Zefir delle Badie è il netto favorito su Blue Light ben messo al via ed Urbe del Ronco. Ma vediamo nel dettaglio ogni singola prova. Apertura, come detto, con il Premio Donyo Sabuk una condizionata per soggetti di quattro anni che vedrà come favorita Cesara dei Colli reduce da un tris di successi con buona possibilità di far poker grazie anche al buon numero d’avvio. Avversario temibile sarà Cruciale Min che va forte e farà coppia con Jessica Pompa ma si avvierà in seconda fila mentre lo svelto Chianti sfruttando la posizione punta ad un piazzamento. Nel Premio Darwin Jet, una prova riservata agli anziani spicca la chance di Ranieri al rientro ma mai così in basso di categoria quindi sfruttando la sua rapidità iniziale se sfilasse in testa avrebbe una bella chance di successo. Fra gli avversari temibili saranno Bessie di Poggio soggetto di qualità ben guidato da Filippo Monti ed attenzione al generoso Spirit Roby in caso di corsa tirata.

Nella terza corsa, per il Premio Domegge, reclamare per soggetti di tre anni è molto difficile fare un pronostico essendo soggetti che ancora non hanno fatto vedere niente di particolare. Proviamo con il ben messo Dioniso Mark che ha corso in progresso di recente su Dolce Stella con Rebecca Dami e Desert Queen Tal con Stefano baldi nonostante il numero esterno la prima fila. Come quarta la condizionata per 5 e 6 anni per il Premio Dedo di Valle favori del pronostico nettamente orientati su Bramante, reduce da una bella vittoria bolognese, oggi pronto a far bis in coppia con Filippo Monti grazie anche al miglior numero di lancio. Avversari da seguire saranno anche il forte Bladerunner Font e Birkin Op che se in giornata può piazzarsi. Da ricordare che in questa corsa si correrà senza frusta.

In quinta troviamo una delle più belle corse del pomeriggio montecatinese, ovvero il Premio Destrezza una condizionata per soggetti di quattro anni dove ci sarà da vedere il bel match fra Camelot Bi che sta andando forte su Classica Matta che di contro sta letteralmente volando. La posizione interna potrebbe favorire Camelot Bi ma la scelta è molto sottile. Terza forza sarà lo svelto Chianti che cercherà di far tesoro della corda per una piazza. La prova centrale è il Premio Damone, un handicap per anziani di proprietà spicca la chance di Virtuale che in questi handicap va a nozze sulla scorta di una forma al diapason. Contro l’eccentrico ma potenze Zeno del Ronco anche lui penalizzato Allo start merita fiducia il forte Splendeur Joyeuse che proverà a sfilare in testa per rendere dura la risalita. Chiusura della quarta giornata all'Ippodromo Snai Sesana con il Premio Didi Gius, una reclamare per anziani dove la chance di Zefir di Badia esente da divagazioni è netta. Alternativa credibile al portacolori di Paolo Bellucci sarà Blue Ligt rapido al via quindi pronto a recitare un ruolo di primo piano. Terza forza Urbe del Ronco che sia avvierà all’esterno della prima fila.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.