Log in

Ippodromo Snai Sesana, debutto vincente di Eva D'Arc

  • Scritto da Redazione

L'ippodromo di Montecatini assiste al grande debutto di Eva D'Arc e si prepara ad ospitare le pariglie e il trotto montato.

 

 

All'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme serata calda del giovedì, proprio come il momento della sua stagione di trotto dato che già questo sabato ci sarà l'appuntamento con la tradizionale corsa delle Pariglie e del Trotto Montato, mentre i preparativi per il Gran Premio Città di Montecatini di Ferragosto sono già a buon punto. Intanto il convegno del 4 agosto ha proposto un paio di spunti interessanti: su tutti il Premio Centro Ippico Corte degli Angeli, un invito per cavalli di 2 anni chiamati all'esame del doppio km. Buon sangue non mente, ed infatti l'esordiente Eva D'Arc si è presentata alla grande bagnando con un successo il suo debutto agonistico. Erede di Vivid Wise As in allenamento a Gennaro Casillo, oggi interpretata da un ispirato Alessandro Muretti (due successi in serata), Eva D'Arc era già piaciuta in qualifica a Padova: prudente al via, la portacolori del signor Michele Punzo è avanzata decisa al passaggio impegnando l'attesa Elva Jet, che nel tentativo di contenere la rivale si è disunita finendo squalificata: una volta in testa, Eva D'Arc ha controllato sicura l'avanzata all'esterno di Egill di Meletro e in retta ha staccato per imporsi a media di 1.20.4, con un ultimo quarto in 29.6. Un debutto brillante, senza dubbio, per una puledra da attendere alla conferma già al prossimo impegno. Peccato per l'errore di Elva Jet, il match tra le due avrebbe sicuramente reso più appassionante la gara. Egill di Meletro ha provato a tastare il polso alla vincitrice scoprendosi nell'ultimo giro ma in retta ha mollato la presa e si è accontentata del terzo posto, dietro all'appostato El Barrio Loco Lj che ha fatto tesoro della posizione e dello svolgimento per centrare la miglior piazza.

Altra prova interessante è stata il Premio Candid Effe, una prova sul miglio per discreti anziani dove Blu Star sapeva capitalizzare al meglio la punta di velocità iniziale per impostare un perfetto percorso di testa: conquistato di pacca il comando, la figlia di Look de Star con Antonio Greppi in sediolo per Michela Racca è andata via a passo costante e non si è mai fatta avvicinare, svettando a media di 1.13.36 con un ultimo mezzo miglio notevole in 57.8. Bitols Spritz finiva bene in retta sopravanzando un generosissimo Boris del Ronco, per l'intero percorso allo scoperto: ancora in errore al via l'atteso Aboli.

In generale, è stata una serata favorevole ad Alessandro Muretti, come detto autore di un doppio, e soprattutto a Gennaro Casillo, che ha firmato un triplo da allenatore. Prima di colpire nel clou riservato ai giovanissimi, la connection era andata a segno nel Premio Glamour Effe, la condizionata sui 1640 metri per cavalli di 4 anni, grazie al netto favorito (giocato) Caesar. Netta la superiorità mostrata dal portacolori del signor Mario Massaro, che imponeva ritmo selettivo per i rivali di giornata e vinceva per distacco a media di 1.16.5. A intervallo l'appostata Catherine Rek riusciva a difendere il piazzamento da Creso Rab. Il trainer campano completava il suo personale tris nel Premio Allievi della Corte degli Angeli, l'invito sui 1640 metri per cavalli anziani con in sediolo i gentlemen, grazie al favorito Tinto. Il figlio di Napoleon però il successo se l'è dovuto sudare contro rivali ben poco disposti ad accettarne la superiorità: costretto a forzare al via per arginare e anticipare Vortice D'Amore, Tinto è poi andato in pressing costante su Akiko Font una volta che la cavalla di Guido Gnoffo ha deciso di giocarsela in testa: con Roberto Barsi in sediolo, il portacolori della scuderia Pabi ha costretto la battistrada ad un km in 1.14.9, l'ha sopravanzata sull'ultima curva e poi in retta ha controllato i rivali a media di 1.14.1, mentre Vortice D'Amore con bel finale ha bruciato la generosa Akiko Font per il secondo posto.

La serata adi corse era iniziata con una mezza sorpresa nel Premio Up Right Bi, in cui Ultras Bi sapeva imporre l'alt al favorito Verduzzo Mdm: eppure l'allievo di Enrico Fiaschi sembrava aver messo una seria ipoteca sfilando dopo 500 metri al comando, ma Ultras Bi in barba al difficile percorso esterno allo scoperto, sapeva raggiungere il battistrada, metterlo alle strette sull'ultima curva e passare in retta a media di 1.15.1. Prestazione super per il cavallo allenato e guidato da Felice Facci, che d'altronde ha quasi tutto il materiale in grande ordine. Velox Mail vinceva la volata per il secondo posto su Zebù Wf. 

Pronostico, invece, rispettato nel Premio Dalona Brisco, la condizionata sui 1640 metri per cavalli di 4 anni che Come Chuck Sm ha controllato in assoluta sicurezza sin dal via: il cavallo di Erik Bondo affidato a Federico Esposito ha svolto il suo compito senza sbavature, strappando al via per conquistare in poche centinaia di metri il comando: il resto è stata ordinaria amministrazione, ovvero un km tranquillo sul piede dell'1.19 abbondante e una progressiva accelerazione nei 500 finali per chiudere a media di 1.16.3. Al secondo posto emergeva Cara Stella che sull'ultima curva rimontava all'interno l'appostato Catone Rishow, poi battuto anche da Cezanne Grif per il terzo posto.

In chiusura di serata all'Ippodromo Snai Sesana, Natale Cintura timbrava il cartellino portando al successo nel Premio Peace Corps un coriaceo Darko Gual, per conto di Alessandro Gocciadoro. Un'interpretazione "determinata", quella del driver palermitano che evidentemente sapeva di poter far affidamento sui mezzi del figlio di Algiers Hall: il quale abbandonava presto la comoda scia della battistrada Dark Lady Cav, pungolava costantemente la rivale lungo il percorso e poi passava a mani basse in retta, chiudendo i conti a media di 1.15.5. Desert Queen Tal prendeva come punto di riferimento il rivale nel mezzo giro finale e lo seguiva al traguardo, mentre Dark Lady Cav restava terza sul ritorno di Dardo Degli Dei, condizionato da un paio di difese caratteriali lungo il percorso.

Share