Log in

Il Fantasy Sports Summit dimostra il successo dei Dfs in Europa e non solo

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

I protagonisti dell'industria dei Daily Fantasy Sports sostengono la solidità del segmento di gioco in occasione dell'European Fantasy Sports Summit (Efss) andato in scena al Sigma di Malta. 

 

Lunga vita ai Daily Fantasy Sports. Ne sono convinti i rappresentanti dell'industria, molto in voga negli States e in espansione in tutti i mercati regolamentati, come è emerso dal recente European Fantasy Sports Summit (Efss), ospitato dalla kermesse Sigma di Malta e organizzato dalla GamingMalta Foundation.

In particolare, Hampus Hagglof, Ceo di FSport AB e veterano del settore Daily Fantasy Sports, ha aperto le porte a una discussione approfondita sui temi emergenti nel mondo Dfs. Dando una recensione dell'attuale industria dei fantasy sport Hagglof ha detto che è ancora molto vivo e vegeto: "Il Nord America che ha quasi 60 milioni di giocatori, cinque milioni di giocatori che giocano alla premier league fantasy - un sistema di punteggio ben consolidato e le società indiane che sostengono di avere più di 40 milioni di utenti, il cricket è l'obiettivo principale". Ha anche sottolineato che, secondo la società di ricerca Ibis in Australia, oltre 4.200 persone sono impiegate nel business dei fantasy in tutto il mondo.


Dello stesso avviso l'altro guru del settore: il direttore informatico di DraftKings, Jeffrey Haas, il quale sostiene che l'industria Dfs rimane molto solida: "Con la Premier League che vanta ben sette milioni e mezzo di giocatori in Europa, si può vedere una crescita sostanziale con l'emergere di prodotti fantasy forniti dai campionati stessi, a parte gli operatori B2C indipendenti. "Haas ha aggiunto che opportunità e rischi vanno di pari passo con i DFS in Europa perché il prodotto è disponibile in pochi mercati.

COSI' IN ITALIA – Al centro dell'attezione, anche qui, il “caso Italia”: il mercato del gaming più ampio in assoluto dopo quello del Regno Unito e quello dove i Fantasy stentano ad emergere. Pur avendo enormi potenzialità. Come ha spiegato Marco Castaldo, direttore generale di Microgame, il quale ha affermato che si sta dimostrando difficile far decollare il mercato perché i Dfs si inseriscono nella sfera del gioco d'azzardo regolamentato, che crea barriere all'accesso per determinati tipi di giocatori, quindi non è facile acquisire quei giocatori che hanno una propensione per il gioco.
D'altra parte Castaldo crede che ci sia un enorme potenziale nel mercato, "ma abbiamo bisogno di collegare la base clienti del fantacalcio tradizionale, o almeno una sezione di esso, con la base clienti del gioco d'azzardo regolamentato e ciò richiede la personalizzazione del prodotto in qualche misura, che è ciò a cui stiamo lavorando per raggiungerlo".
James Camilleri, direttore vendite e direttore generale di Scout Gaming Group, ha spiegato come il crescente mercato Dfs in Europa possa prosperare. "Avere un gioco più semplice porterà più utenti ai fantasy sport. Questo funziona in Spagna, dove le persone sono entusiaste di giocare e socializzare con i loro coetanei".
Haas ha aggiunto: "Il nostro intento è continuare a crescere e investire nel nostro prodotto fantasy. Crediamo nei fantasy come metodo di coinvolgimento dei fan, come un gioco avvincente - è un'esperienza meravigliosa. Si può approfondire la relazione con il proprio cliente attraverso la vendita incrociata attraverso l'intero ecosistema. Quindi credo che come risultato del nostro investimento nelle scommesse sportive il nostro business di fantasy sport crescerà e viceversa."

IL RILANCIO NEL 2019 - Questa seconda edizione del Summit sui Fantasy Sports è stata informativa e penetrante e Ivan Filletti, Responsabile delle operazioni e dello sviluppo commerciale di GamingMalta, ha concluso dicendo: "Il summit è la prova che il settore Dfs è ancora molto vivo e sono onorato di avere avuto l'opportunità di ospitare una leadership chiave nel settore dei fantasy sport. Attendo l'evento del prossimo anno".

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.