Log in

Il rilancio dei Fantasy Sports da Disney ed Espn+

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Il colosso dell'intrattenimento Disney cerca di creare un hub per i Fantasy sports oltre alle scommesse sportive con la rete televisiva Espn.


Con una partnership strategica siglata tra l'emittente televisiva Espn+ e il colosso del gaming Caesars Entertainment il brand Disney scende in campo nel settore del betting puntando forte anche (e soprattutto) sui Fantasy Sports. Come annunciato nelle scorse ore dalla società in occasione della sua conferenza annuale con gli investitori la collaborazione è mirata a integrare la copertura sportiva di Espn nella piattaforma di scommesse sportive di Caesars, spiegando che lo sforzo sarà duplice e raddoppiato per poter offrire attraverso la piattaforma Espn+ anche una gamma completa di Daily Fantasy Sports per ampliare l'attrattiva del canale.

La società ha affermato di poter così raggiungere ben 11,5 milioni di abbonati a Espn+, con la piattaforma di streaming che sarà la sede della Ncaa Southeastern Conference a partire dal 2024, come riportato da Wccftech. Espn+ lancerà anche uno spettacolo di riepilogo mattutino e uno show esclusivo con il commentatore Stephen Smith dedicato al gaming.

IL RILANCIO DEI FANTASY SPOSRTS - Ecco quindi che iniziano a farsi vedere i primi effetti della regolamentazione del gaming online sul panorama americano dell'intrattenimento e sull'industria, che si attendevano in seguito all'abolizione del cosiddetto “Paspa”, che ha mantenuto vietate le scommesse sportive in rete a lungo negli States. Ora, come previsto da molti analisti, questo tipo di attività è destinata a conquistare la scena diventando attrazione principale nel panorama dell'entertainment, com'è evidente dall'interesse non solo di un'emittente televisiva qual è Espn, ma anche di un brand come Disney. Quello che forse non tutti si aspettavano è il rilancio dei Fantasy Sports che in molti consideravano potenzialmente “superati” una volta che si sarebbe potuto scommettere sugli eventi sportivi reali. Invece, a quanto pare, il business degli sport simulati è tutt'altro che accantonato. Anzi. La dimensione del mercato dei Fantasy sports è stato valutato attorno ai 18,6 miliardi di dollari nel 2019 e si prevede che raggiungerà la quota di ben 48,6 miliardi entro il 2027, registrando un Cagr (tasso di crescita composto annuo composto) del 13,9 percento dal 2021 al 2027, secondo Allied Market Research. Quando la Disney ha concluso il suo accordo con Fox nel 2019 per acquisire le sue attività, rilevando la quota dell'11 percento di Fox in DraftKings che Fox aveva a sua volta ottenuto nel 2015 quando aveva guidato il round di finanziamento della serie D di DraftKings con un investimento di 11 milioni di dollari. Adesso, quindi, non il nuovo accordo l'attenzione attorno ai Fantasy è destinata ad aumentare notevolmente, con la possibilità che questo ingresso nello “show business” possa avere effetti anche sugli altri mercati internazionali. Come accaduto, diversi anni fa, con il poker, che dopo il boom registrato negli States si è espanso di riflesso sul resto del mondo, diventando un autentico fenomeno globale e di costume. E chissà che non possa verificarsi anche con i Fantasy sports, in un epoca (e con un pubblico) sempre più digitale.

UN'AUDIENCE IN CRESCITA - Durante la conferenza con gli investitori, i dirigenti di Disney hanno affermato che il numero di abbonati per Disney+ ha superato gli 80 milioni ed è ora a 86,8 milioni, dopo i precedenti 73 milioni registrati dalla società alla fine del suo ultimo trimestre fiscale. Tra Disney+, Hotstar focalizzata sull'India, Hulu ed Espn+, Disney afferma di avere 137 milioni di abbonati in streaming. Il prossimo anno si espanderà anche in Europa orientale, Corea del Sud, Hong Kong e altri mercati chiave in Asia.

Share