Log in

L'attesa è finita: in edicola l'album di figurine 'Artonauti'

  • Scritto da Roberta Falasca

Venerdì 15 marzo nelle edicole si potrà acquistare l'originale album di figurine sull'arte, un progetto culturale che permette ai bambini di imparare l’arte e la storia divertendosi.

Quello storico è l'album delle figurine dei calciatori, dedicato soprattutto ai maschietti. Quello rivoluzionario, innovativo e originale è l'album "Artonauti", che raccoglie e accoglie le figurine sull'arte.

Venerdì 15 marzo è il grande giorno e nelle edicole italiane è possibile acquistare l'album e dall'azienda fanno sapere che è consigliato prenotarlo a fronte delle numerose richieste giunte dopo la presentazione ufficiale avvenuta qualche giorno fa.
 
Tanti, infatti, sono già gli insegnanti che hanno fatto richiesta e hanno introdotto l'album all'interno delle scuole.
 
"Artonauti" è un album di figurine ma è anche la storia di due bambini Ale e Morgana e del cane Argo ("00 Setter") che compiono un fantastico viaggio nel tempo alla scoperta dei tesori dell’arte tra le grotte di Lescaux, le piramidi egizie, lo studio di Leonardo e la Parigi Impressionista.
 
In futuro, sono in programma anche album dedicati ad altri periodi storici, a temi specifici e a personaggi che hanno cambiato la storia dell’umanità.
 
Le figurine, 216, compongono affreschi, dipinti, sculture e ogni tessera svela un particolare di un’opera.
 
Scambiandosi le figurine, i bambini memorizzano e riconoscono le opere e gli artisti che le hanno prodotte a partire dai particolari raffigurati.
 
Oltre alle bellissime immagini, le pagine dell’album danno spazio a curiosità, aneddoti ma anche giochi e indovinelli che faranno avvicinare i piccoli lettori agli artisti e alle loro vite.
 
"Artonauti" costerà 3 euro e sarà venduto insieme a 3 pacchetti di figurine omaggio, per iniziare subito la raccolta. Contiene un racconto introduttivo, 28 illustrazioni, 65 opere d’arte, 20 quiz e indovinelli e 2 pagine di giochi.
 
Nei pacchetti ci sono 5 figurine e una Twin Card, su ogni twin card è raffigurata un'opera o un dettaglio, collezionando tutte le 25 copie di twin card i bambini possono giocare a memory, così anche quando l'album è finito l'arte continuerà a farli divertire.
 
"Artonauti" è un progetto culturale di WizArt, un’impresa no-profit, in collaborazione con la casa editrice La Spiga Edizioni, selezionato e finanziato da Fondazione Cariplo per la quarta edizione del progetto "iC – Innovazione Culturale".
 
"Il cuore di 'Artonauti' è un album di figurine - spiegano gli ideatori del progetto - è un prodotto editoriale a larga diffusione che permette ai bambini di imparare l’arte e la storia divertendosi: un gioco sociale, educativo e accessibile a tutti. In questo risiede il suo carattere innovativo: ricorrere a un gioco conosciuto da tutti i bambini animandolo con contenuti originali ed educativi.
 
L’arte è alla portata di tutti anche dei più piccoli, che stimolati con contenuti pensati per loro, sono in grado di appassionarsi ai grandi artisti della storia come fossero eroi o amici di sempre.
 
Arte e creatività - continuano - svolgono un ruolo fondamentale per lo sviluppo evolutivo dei bambini. Numerosi studi dimostrano, infatti, che l’arte contribuisce a sviluppare le attività espressive, il ragionamento logico, matematico e linguistico. Scoperta, gioco, apprendimento auto-costruttivo, partendo da queste considerazioni e attingendo al vasto patrimonio artistico italiano ed europeo nasce l’idea di 'Artonauti', l’album di figurine che avvicina i bambini all’arte. Vogliamo che i bambini crescano con la bellezza negli occhi e nel cuore".
 
Le menti e le braccia del progetto sono quelle di Daniela Re, mamma e insegnante di lingua inglese, terapista del metodo Feuerstein che dopo aver seguito da vicino più di 300 bambini all’anno per più di dieci anni, ha deciso di dare vita ad Artonauti per avvicinare i bambini all’arte fin da piccoli, facendo leva sul meccanismo di apprendimento più naturale che esista: il gioco. Per Artonauti Daniela si occupa della definizione dei contenuti educativi degli album e delle relazioni con il mondo della scuola.
 
Marco Tatarella è direttore responsabile del progetto, cura lo sviluppo e le relazioni istituzionali di Artonauti. Ha raccolto la sfida di Daniela e ha dato struttura a un progetto editoriale con lo scopo di educare i bambini all’arte e alla bellezza.
 
Roberto Ghio, avvocato appassionato d’arte ed editoria, si occupa del business development del progetto Artonauti in Italia e all’estero.
 
Andrea Amato, graphic designer ha curato nel dettaglio tutti gli elementi grafici di Artonauti, album compresi.
 
Andrea Notari, chief Technology Officer e Edoardo Ghitti, coordinatore di progetto per Artonauti gestisce i rapporti con le istituzioni culturali e la comunicazione social.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.