Log in

Istatennis e molti altri giochi, via al Festival della statistica

  • Scritto da Redazione

'Statisticall' è la VI edizione del Festival della statistica e della demografia di Treviso: venerdì 18 settembre focus sul gaming con la partecipazione di Gioconews.it.

Il mondo che verrà, idee e misure per ripartire. Questo il tema della VI edizione del Festival della statistica e della demografia denominato "Statisticall", in linea con i programmi dell'esecutivo nazionale. Statistici, economisti, filosofi, sociologi, manager, psicanalisti, innovatori, esperti di comunicazione e di ambiente prenderanno parte all'appuntamento al via da questo venerdì 18 settembre a Treviso. Una tre giorni di analisi e riflessioni sull'Italia di oggi e sulla strada da intraprendere per uscire dalla crisi conseguente all’emergenza sanitaria. La volontà degli organizzatori è quella di analizzare e raccontare un dopo CoViD-19 da prospettive diverse attraverso visioni, proposte, ragionamenti e provocazioni su come ricostruire un mondo nuovo.

Promosso dalla Società Italiana di Statistica (Sis), dall’Istituto nazionale di statistica (Istat) e dalla Società Statistica “Corrado Gini”. Il Festival, alla sua sesta edizione, prevede un ricco programma di speech, talk, convegni ed eventi d’intrattenimento tra i quali trovano spazio tanti giochi.

IL FOCUS SUL GAMING - Quest'anno all'interno del Festival StatisticAll si parlerà anche di gaming e di eSports, in un panel dedicato a cui partecipa GiocoNews.it in programma per venerdì 18 settembre alle 17. Nella sezione “Proposte, ragionamenti, provocazioni”, il tema del dibattito sarà: “Esport: numeri e misure degli sport virtuali per il mondo nuovo", al quale partecipano Marco Saletta, presidente di Idea (ex Aesvi), Salvatore Sanzo, Ambasciatore mondiale di eSports e Luca Pagano, amministratore delegato di Qlash, sotto la moderazione di Alessio Crisantemi, direttore di GiocoNews.it ed eSportsMag.it.
 
I GIOCHI - "Istatennis” è il primo torneo individuale a eliminazione diretta di quiz statistici secondo le regole del tennis. Per partecipare, occorre creare un account con il proprio indirizzo email. Le iscrizioni sono aperte da ieri, giovedì 17 settembre, il torneo prevede un massimo di 32 giocatori. A selezionarli sarà la classifica dei punteggi ottenuti da un primo incontro con il computer. Stop alle qualificazioni previsto per le 13 del 18 settembre, poi al via le competizioni dai sedicesimi di questo pomeriggio alla finale di domenica 20.
 
Non manca un quiz a premi "Domandare è lecito rispondere è demografia". Organizzato in 3 manches e ispirato al format del famoso quiz “Dr. Why”, il gioco prevede 25 domande sulla popolazione italiana e mondiale di diversa difficoltà, allo scopo di coinvolgere una tipologia di pubblico quanto più varia possibile. Alle ore 17 di venerdì 18 settembre i giocatori devono connettersi tramite il loro account Google a una stanza virtuale su Google Meet e, successivamente utilizzare la piattaforma di e-learning Kahoot che presenta e gestisce le risposte e la classifica dei giocatori. L’evento, che dura al massimo 60 minuti, prevede quattro fasi. Al termine del gioco viene mostrato il podio con i primi 3 classificati e sono annunciati i premi.
 
Nella sezione "Demografica-mente" del sito del Festival della statistica altri giochi a disposizione: Regio-pac, Stat-puzzle e il quiz delle regioni in tour sono solo alcuni esempi. Il programma completo della manifestazione è disponibile a questo link.
Share