Log in

Flipper sportivo: in Olanda vince il tedesco Ostermeier, sesto Cesare d'Atri

  • Scritto da Alessio Crisantemi

Una trasferta in chiaro scuro per i quattro italiani volati in Olanda per il Dutch Pinball Master, dove a brillare è il numero tre Cesare d'Atri.

Veenendal, Utrecht – Una trasferta che non ha dato gloria ai player italiani, ma ha regalato comunque qualche soddisfazione. Il Dutch Pinball Master di Veenendal, in provincia di Utrecht, andato in scena durate il fine settimana, ha visto brillare il numero tre italiano, Cesare d'Atri, che dopo aver conquistato l'accesso alle finali del “Main Tournament”, è riuscito a giungere fino agli ottavi, dove si è dovuto arrendere all'olandese Taco Wouters. Conquistando comunque un ottimo sesto posto, che vale un buon bottino di punti in termini di ranking, oltre alla consolazione di essere stato eliminato da uno dei più forti giocatori del posto, che ha chiuso poi il Dutch in seconda posizione. A salire sul gradino più alto del podio è stato invece il tedesco Johannes Ostermeier: numero uno in Germania e 25esimo al mondo, che grazie a questo importante successo è destinato a migliorare ulteriormente la sua posizione nel ranking Ifpa.

Un autentico trionfo, per il player tedesco, anche se agevolato dall'assenza di vari “big” del flipper sportivo internazionale. A partire dal “nostro” Daniele Acciari, che si è aggiudicato il torneo olandese ben due volte (nel 2012 e nel 2015), o dello svedese Jorian Engelbrektsson, già vincitore del titolo, o dell'americano Cayle George, vincitore proprio dell'ultima edizione, di un anno fa.
A chiudere in terza posizione, comunque, durante questo week end, è stato l'altro olandese Mark van der Gugten, e quarto lo spagnolo Julio Vicario Soriano. Il quale, tuttavia, si è potuto consolare con un importante successo nel torneo “classic”, dove ha messo dietro di sé ben trecento giocatori che hanno partecipato alla competizione secondario di Veenendal. Tra gli italiani, invece, a brillare nel “classic” è stato invece Giuseppe Violante: l'unico a passare il turno di qualificazione, salvo poi fermarsi poco dopo e chiudere in tredicesima posizione.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.