Log in

Confessioni di una giocatrice: Danielle Peck, numero uno di flipper sportivo

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

La giocatrice di flipper numero uno al mondo, Daniele Peck, si confessa ai microfoni del quotidiano neozelandese Re:


Diciassette anni e un talento sorprendente come giocatrice di flipper sportivo che l'ha portata in testa al ranking internazionale femminile. E' la storia di Danielle Peck, raccontata dal quotidiano online Re: della Nuova Zelanda, patria della campionessa.
“È fantastico essere in grado di far conoscere la gente al flipper, specialmente quando ci si mette a giocare sul serio”, dice la campionessa. “Ci sono stati un paio di amici del liceo che ho portato in giro per il mio compleanno o per qualsiasi altra occasione, che ho fatto partecipare anche ai tornei e hanno subito adorato questo gioco”. Potere del flipper, naturalmente. E merito dei campioni, come lei, che agiscono anche da divulgatori della disciplina.


"Attualmente sono all'università e al momento sono al primo posto nella classifica delle giocatrici di flipper al mondo. Caspita! Cosa entusiasmanti”, scherza la giocatrice. “Le persone non credono che il flipper richieda abilità, fino a quando non vedono una mia performance o un altro buon giocatore giocare, e poi capiscono. Si tratta di essere in grado di controllare quella follia, di essere in grado di mettere a frutto quelle abilità. Io adoro i set di regole del flipper e il fatto che un gioco non sarà mai uguale un altro, perché è così impossibile con tutta la fisica che interviene e fa sì che ogni gioco è diverso”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.