Log in

Pace, amore e flippermania: il Re dei giochi è tornato

  • Scritto da Dan Snook, redattore di InterGame

Il rilancio del flipper a livello globale è ormai una realtà e Dan Snook di InterGame ne parla con i leader dell'industria.


Il flipper ha vissuto diversi slanci seguiti da flessioni nel corso dei decenni, ma al momento sta subendo un grande ritorno. Per molti addetti nell'industria è un rapporto d'amore; una passione piuttosto che un semplice lavoro. Pochi altri settori sono in grado di vantare questo livello di impegno che sembra provenire direttamente dal cuore. "Il flipper nel suo nucleo è oltraggiosamente divertente", spiega il direttore marketing di Stern, Zach Sharpe. "Inoltre ci sono molte ragioni per cui il flipper vive una rinascita; la crescita di bar e sale giochi in tutto il mondo ha contribuito a introdurre il flipper in una generazione completamente nuova di giocatori. Anche il nostro avanzamento nel mondo digitale dà accesso a un pubblico ancora più ampio per coloro che non possono giocare al gioco fisico", spiega Sharpe. Il produttore indipendente statunitense, Spooky Pinball, con sede a Benton, nel Wisconsin, è attivo solo dal 2013, ma il progettista e presidente Charlie Emery è un appassionato di lunga data. "Credo che sia il fattore nostalgia che ha coinvolto i ragazzi più grandi che lo hanno cercato 15 o 20 anni fa e da qui è iniziato il mercato dei collezionisti, come sono io stesso. E ora abbiamo una generazione di appassionati, restauratori e giocatori domestici".

Anche Andy Beresford, direttore generale di Home Leisure Direct, è d'accordo. "Il flipper è morto verso la fine degli anni '90 perché i giocatori erano entusiasmati non solo dai giochi più intensi e realistici nelle sale giochi, ma anche nelle case con i rapidi progressi nell'hardware della console casalinga. Potrebbero essere citate molte ragioni per cui stiamo guardando a questo genere di giochi, ma il fascino fisico e ipnotizzante di Rube Goldberg di un campo da flipper è sicuramente una delle principali".

Ma con le macchine che volano di nuovo fuori dai magazzini, quali lo stanno facendo in modo migliore? Secondo Sharpe "Il nostro successo può essere visto attraverso tanti punti di vista. Serviamo tre mercati molto diversi: consumatori, commerciale e aziendale. Ogni mercato ha prospettive diverse su ciò che risuona di più. Tutti i nostri prodotti sono divertenti". La risposta di Beresford a questo particolare quesito non è stata una sorpresa. "Diversi titoli entrano ed escono dalla porta ogni mese ma, senza dubbio, il gioco che tende a rimanere di meno negli showroom è The Addams Family di Bally. È un gioco che ha visto un enorme rilascio di oltre 20mila macchine nel corso della sua vita, quindi un sacco di persone hanno potuto giocarci e quindi ricordarlo con affetto fino a oggi."
Stern è una società che fa pieno uso delle licenze che acquisisce con nomi familiari come Star Wars, Marvel e, più recentemente, The Beatles. Naturalmente grandi licenze comportano costi elevati, cosa che i gruppi più piccoli non possono permettersi, ma gli evidenti vantaggi di poterlo fare non vannotrascurati.
Il periodo di tempo in cui il flipper è stato in circolazione per raccontarci la sua storia - è chiaramente una formula vincente. Quindi cosa c'è all'orizzonte? Stern sta già utilizzando la popolarità degli esport con il suo Stern Pro Circuit.
"Il futuro è molto, molto luminoso. Crediamo che la crescita del flipper sarà alimentata dalla comunità globale in rapida crescita di fanatici del flipper per le generazioni a venire", spiega Sharpe. "Finché il flipper ha giocatori", aggiunge Beresford, "il flipper avrà un futuro. La sua rinascita è stata in parte dovuta al fatto che i fan appassionati della piattaforma si sono buttati per sporcarsi le mani e creare giochi per conto loro e hanno lasciato il posto a nuove e incredibili innovazioni che continuiamo a vedere con ogni nuova versione."
Il consenso generale, quindi, è che le macchine più amate dell'industria sono qui per restare.

(L'articolo è estratto dalla rubrica "L'ora del gioco" della rivista Gioco News, sfogliabile - gratuitamente - anche online)
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.