Log in

Sylvestre: 'Turista non per caso a Sanremo e Nova Gorica!'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Sergio Sylvestre ama le sfide musicali ma anche mettersi alla prova ai tavoli della roulette.

“La fortuna gioca un ruolo importante nella vita di ognuno, quindi anche nella mia”. Parola di Sergio Sylvestre, nuova voce della musica italiana, dopo la vittoria alla quindicesima edizione del talent show Amici, ma non solo, visto che il suo percorso di vita e artistico l'ha portato dalla natia Los Angeles al Salento. Per poi approdare al Perla, casinò e hotel di Nova Gorica, in Slovenia, dove ha entusiasmato diverse generazioni di fan con il suo spettacolo musicale, presentando tra l'altro il suo ultimo singolo Turn it Up!, prodotto da J-Ax e da Fedez. Gentile e disponibile, lo incontriamo prima del concerto e spiega meglio il concetto: “A volte anche ciò che all’inizio può sembrare l’opposto si rivela una fortuna. Se non avessi dovuto abbandonare la carriera sportiva, ad esempio, non avrei mai avuto la fortuna di incontrare la musica nella mia vita e di intraprendere questo percorso.

Quanto le piace mettersi in gioco, sia umanamente che professionalmente?

“Lo faccio continuamente. Amo sfidarmi, mi fa sentire vivo. Soprattutto con la musica, adoro sperimentare, cantare brani che al primo ascolto ti farebbero pensare che siano assolutamente inadatti a me. Mi diverte mettermi in gioco e mi aiuta a far si che tutto questo non diventi una noiosa routine".

Il brano “Prego” è inserito nella colonna sonora di Oceania, film della Disney. Le piacciono i parchi divertimenti o magari i casinò?

“I parchi divertimenti sono luoghi in cui anche agli adulti è permesso per qualche giorno di tornare bambini. E’ importante restare connessi con la propria parte infantile. I casinò li trovo luoghi divertenti, colorati, dove il gioco è una componente importante, ma non l’unica. Vivendo a Los Angeles, mi capita spesso con i miei amici di visitare Las Vegas ed ogni volta resto incantato dalle luci, i colori e gli spettacoli che offre”.
 
Lei ha vinto la 15esima edizione di Amici. Che cosa consiglierebbe ai giovani che vogliono tentare la carriera artistica?
 
“Studiare è importante, seguire i consigli di chi ti supporta fondamentale. Il segreto è non sentirsi mai arrivati. Il mio consiglio è di inseguire i propri sogni e non darsi mai per vinti”.
 
Nel tempo libero le piace giocare? A cosa?
 
“Nella mia casa di Los Angeles ho sempre avuto un biliardo attorno al quale tutti gli uomini della famiglia si sono sempre riuniti per giocare assieme. Ora non ho tantissimo tempo libero, ma quando ho potuto visitare un casinò devo ammettere che sono sempre stato affascinato dal tavolo della roulette”.
 
Lei si è esibito sia a Sanremo che a Nova Gorica. Che cosa ne pensa di queste due cittadine e dei loro casinò?
 
“Sanremo è una città accogliente ed ospitale. È un piacere visitarla, anche solo per una passeggiata lungo il litorale. Ho amato scoprirne i segreti e le storie, soprattutto quelle legate al Festival della Canzone Italiana. Nova Gorica è ricca di tesori e di eventi in ogni periodo dell’anno, spero di poterla visitare presto da turista”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.