Log in

Las Vegas trema: 50mila dipendenti casinò pronti a scioperare

  • Scritto da Mc

Il prossimo 22 maggio 50mila dipendenti dei casinò di Las Vegas decideranno se scioperare.

Il sindacato che rappresenta 50.000 impiegati dei casinò di Las Vegas i cui contratti scadranno alla fine del mese ha annunciato mercoledi che i lavoratori sono disposti a votare se scioperare, una mossa con il potenziale di paralizzare l'intera città. The Culinary Union voterà lo sciopero il 22 maggio in un'arena universitaria vicina alla Strip di Las Vegas. La maggioranza dei voti favorevoli permetterebbe ai negoziatori sindacali di richiedere uno sciopero in qualsiasi momento a partire dal 1° giugno.
"Il 22 maggio migliaia di membri del sindacato mostreranno ai datori di lavoro dei casinò che i lavoratori stanno combattendo per la sicurezza e che non rimarranno indietro perché le società stanno facendo profitti record e ricevendo agevolazioni fiscali", afferma Geoconda Argüello-Kline, segretario-tesoriere sindacale.

LE CONSEGUENZE - Uno sciopero svuoterebbe 34 casinò-hotel sulla Strip e nel centro di Las Vegas da impiegati in cucina, camerieri, governanti e altri lavoratori che sono fondamentali per gestire un resort.
I contratti esistenti dei lavoratori scadranno alla mezzanotte del 31 maggio. I negoziati per i nuovi contratti quinquennali sono iniziati a febbraio.

Argüello-Kline ha dichiarato in precedenza all'Associated Press che il gruppo intendeva negoziare con le aziende per proteggere i benefici esistenti, aumentare i salari, proteggere la sicurezza del lavoro contro l'adozione crescente della tecnologia negli hotel- casinò e rafforzare il linguaggio contro le molestie sessuali. Il sindacato ha chiesto agli operatori di casinò di dare a ogni governante un cosiddetto "pulsante antipanico", un dispositivo wireless che può avvisare i dirigenti se si trovano in una situazione minacciosa.
Mgm Resorts International e Caesars Entertainment gestiscono più della metà delle proprietà che sarebbero interessate da uno sciopero. Le aziende non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.
Entrambe le società in precedenza hanno dichiarato che avrebbero collaborato con il sindacato per dotare le governanti dei loro casinò-resort di Las Vegas dei pulsanti di sicurezza.

Carlos Martinez, un lavoratore alla dispensa al casino-resort Mirage gestito da Mgm, ha dichiarato che intende votare a favore di uno sciopero perché i lavoratori non permetteranno alle aziende di dare i loro "lavori ai robot".
"La tecnologia può essere di aiuto sul posto di lavoro ma i lavoratori dovrebbero avere voce in capitolo e ulteriore formazione professionale", ha affermato in una nota. "L'azienda deve investire nel capitale umano e trattarci con dignità".
I NUMERI DELL'ULTIMO SCIOPERO - L'ultimo sciopero a livello cittadino è avvenuto nel 1984 ed è durato 67 giorni. I membri del sindacato hanno perso circa 75 milioni di dollari in stipendi e indennità mentre la città ha perso una cifra analoga in entrate vitali del turismo. Altri milioni sono stati persi in entrate di gioco.
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.