Log in

L'addio a Mimmo Acanfora, super campione di biliardo e attore con Francesco Nuti

  • Scritto da Gt

L'addio del mondo del biliardo a Mimmo Acanfora morto a 85 anni, super campione di Goriziana e anche attore con Francesco Nuti. 

Un anno davvero funesto per tanti settori compreso quello del biliardo dove si piange l’addio a Mimmo Acanfora. Uno dei più grandi campioni italiani della Goriziana che venne anche ingaggiato dall’attore e regista Francesco Nuti nel film “Casablanca Casablanca” dove brevità la parte di se stesso. 

Si è spento all’età di 85 anni Domenica Acanfora, detto Mimmo, storico campione di biliardo, vincitore del titolo mondiale nel 1975, primo italiano a riuscirci. Originario di Cercola, nella provincia di Napoli, Acanfora partecipò nel 1985 al film “Casablanca, Casablanca” di Francesco Nuti, nel quale interpretò proprio se stesso.

Oltre al titolo iridato Acanfora vinse il campionato italiano Internazionale 5 quilles nel 1974 e nel 1976 (battendo in finale Renato Cardamone) si aggiudicò i titoli di nazionale assoluto e nella specialità Goriziana. Conosciuto da tutti come Mimmo, Acanfora è morto all'età di 85 anni. Originario di Cercola, nella provincia partenopea, viveva ancora a Napoli ed ha giocato a livello professionistico fino a 70 anni, vincendo nella sua carriera oltre duecento incontri. Francesco Nuti, appassionato del biliardo, lo fece recitare nel suo film ‘Casablanca, Casablanca‘ ispirato proprio ai giocatori del tavolo verde, film del 1985 e seconda pellicola di una trilogia che il regista e attore toscano ha dedicato al mondo del biliardo. In quell'occasione, Acanfora interpretò se stesso.

Ma cos’è la Goriziana? Chiamata anche internazionale a nove birilli è una specialità di gioco del biliardo all'italiana. La specialità è molto nota, dal momento che è caratterizzata – come indica anche il suo nome alternativo – dalla presenza dei caratteristici birilli: otto bianchi, disposti a croce, con il birillo rosso posto al centro. Il tavolo verde da gioco è quello regolamentare e proprio delle altre specialità del biliardo (284 x 142 centimetri) sprovvisto però delle buche, mentre si utilizzano tre biglie di colore rosso, giallo e bianco. I punti si ottengono abbattendo i birilli oppure colpendo il pallino: vince chi raggiunge il punteggio prefissato prima della partita dai giocatori.
Share