Log in

E' morto Stanley Ho, il re dei casinò di Macao: lascia 17 figli e un impero da oltre 6 miliardi di dollari

  • Scritto da Gt

Il re del gioco d'azzardo che ha trasformato Macao nella Las Vegas d'Asia, Stanley Ho, è morto all'età di 98 anni. 

Diciamolo, se l’è goduta. Una vita di 98 anni e un impero da 6 miliardi di dollari con 17 eredi. E’ questo, in sintesi estrema il re dei casinò di Macao, Stanley Ho, che ha lasciato questo mondo nella serata di ieri. Ad annunciarlo la figlia Pansy dopo l’ultimo respiro dell’imprenditore deceduto nell'ospedale Hong Kong Sanatorium and Hospital.

Nato a Hong Kong, Ho ha costruito un impero trasformando la vicina Macao da un assonnato avamposto portoghese nel più grande hub del gioco d'azzardo del mondo.  A capo di un impero stimato in 6 miliardi di dollari attraverso la sua SJM Holding, Ho aveva avuto quattro mogli e 17 figli riconosciuti ed era stato costretto a ristrutturare tutte le sue attività di business dopo una aspra battaglia legale scoppiata in famiglia nel 2012 a causa della sua fortuna. All’età di 21 anni, è fuggito nella neutrale Macao dopo l’invasione giapponese della colonia britannica, durante la Seconda guerra mondiale. E a Macao ha iniziato a commerciare di tutto, dal cherosene agli aeroplani. All’epoca, l’isola era nota solo per la pesca e la produzione di fuochi d’artificio e incenso. Ho era un appassionato ballerino e un ex campione di tennis di Hong Kong. e, nel 2008, ha anche portato la torcia olimpica per le Olimpiadi di Pechino.

Ha sempre amato l’azzardo Stanley Ho, anche nella vita privata. Ho Hung-sun, il suo nome in cinese, è stato per decenni uno degli uomini più ricchi d’Asia, fino al suo ritiro nel 2008 dal vertice del gruppo Sjm Holdings - la holding di famiglia che gestisce la miriade di società che facevano capo al tycoon cinese - con un patrimonio personale stimato di 6,4 miliardi di dollari. Al momento del suo ritiro, nel 2018, ha passato alcuni dei ruoli principali in Sjm ai suoi eredi. Daisy Ho, sua figlia, ha assunto il ruolo di presidente e direttore esecutivo. Angela Leong, il secondo maggiore azionista di Sjm, e quarta moglie di Ho, è diventato copresidente. Le azioni delle società che gestisce l’impero familiare sono aumentate dopo la notizia: le azioni Sjm sono cresciute dell’8,5 percento, la società di trasporto passeggeri Shun Tak Holdings Ltd ha fatto un balzo del 17,6 percento e l’operatore del casinò Melco (gestita dal figlio Lawrence ) è salito del 4,9 percento.

E proprio la figlia Pansy è stata quella che, unendo le forze con alcuni fratelli in un’alleanza, è riuscita a prendere il sopravvento sul fratello Leong nella lotta per il controllo del gruppo dell’azzardo. Pansy è oggi una delle persone più ricche di Hong Kong ed è anche copresidente dell’unità di Macao della MGM Resorts e presidente esecutivo di Shun Tak Holdings, che gestisce la maggior parte dei traghetti tra Hong Kong e Macao. 
E ora cosa succederà? Gli addetti ai lavori non si attendono che la morte del capostipite abbia un grande impatto sulla struttura attuale del gruppo. La società privata di Ho, Sociedade de Turismo e Diversões de Macau, o Stdm, ha interessi in tutto il mondo del business dell’isola, dagli hotel di lusso agli elicotteri e alle corse dei cavalli.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.