Log in

Ippica, l'ippodromo del Mediterraneo fa festa con Royal Victory

  • Scritto da Redazione

Sabato 19 gennaio all'ippodromo del Mediterraneo protagonista del galoppo Royal Victory. Oggi, lunedì 21 gennaio, scendono in pista i 4 anni al convegno di trotto.

All'ippodromo del Mediterraneo di Siracusa sabato 19 gennaio è andato in scena il convegno di galoppo che ha visto protagonista Royal Victory

Riecco, dunque, Royal Victory protagonista all'ippodromo del Mediterraneo. Dopo il mancato piazzamento, poco digerito, all'ultimo ingaggio, la figlia di Siyouni, allenata da Marcello Restuccia, conferma gli ottimi mezzi mostrati con i suoi due primi successi nelle prime uscite in carriera.
 
Alla regia, sempre lui, il pungente Giuseppe Gentilesca che passa di slancio e 250 metri dal traguardo e va il suo sigillo nel Premio santuario Madonna delle Lacrime, la condizionata per cavalli di 3 anni sviluppatasi sui 1200 metri della pista piccola. Tenta l’affondo beffardo Sharming Filly, ma deve accontentarsi della migliore piazza.
 
Solo terza giunge, la favorita al totalizzatore nazionale, Sopran Atena. Special Rush, altro gioiello alla corte di mister Restuccia, non delude le aspettative e continua a volare sul tracciato di pista sabbia.
 
In sella ancora Gentilesca che si prende la sua personale rivincita nei confronti di Sir Fortress e Federico Bossa, vincenti al penultimo confronto, salvandosi dal loro ottimo rush finale. Fa bene sugli onoresi 2000 metri riservati ai cavalli anziani anche Ace to Pesca, che agguanta la terza moneta.
 
Quote interessanti accompagnano i successi di Magical Priora e Lear Oilé Oilé che ribaltano il pronostico nella terza e nell’ultima prova del convegno di galoppo.
 
Oggi, lunedì 21 gennaio, invece, convegno di trotto al Mediterraneo. Sono i cavalli di 4 anni i protagonisti. Hanno fatto in pista cose buone sia Zelig Rab che Zephyr Wise L, ma per potenzialità, da battere resta sempre il buon Zaffirio. In una corsa aperta, potrebbe provarci anche sul Zultanio dalla buona e veloce partenza.
 
Nel pomeriggio in sulky, con apertura alle 14.50, prevista anche la II Tris Nazionale legata alla sesta prova. Incerto il pronostico per una categoria G che scende in pista, con indigeni di 5 anni e oltre, sul miglio.
 
I più affidabili del campo partenti sembrano essere Tundrast e Piro Piro Jet, chiamato a riscattare l'ultima performance. Possono e devono far bene Solo d’Asolo, Nuvolari di Stra, Tocador e Ungherese Jet, quest'ultimo chiamato a far fronte al pessimo numero. In pista anche i gentlemen e i proprietari a cui sono riservate rispettivamente la quarta e prima prova.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.