Log in

FutureLand: blockchain, intelligenza artificiale e immersive technology

  • Scritto da Daniele Duso

L'evento milanese FutureLand ha puntato sulle nuove tecnologie emergenti come blockchain, intelligenza artificiale e immersive technology.

L’evento milanese FutureLand dedicato alle nuove frontiere delle tecnologie emergenti, organizzato per il secondo anno consecutivo da Talent Garden, ha saputo attirare nella capitale lombarda oltre 1500 tra imprenditori, professionisti e innovatori.

Le parole d’ordine dell’edizione 2018, svoltasi dal 15 e al 16 novembre nella sede di via Calabiana a Milano, sono state blockchain, intelligenza artificiale e immersive technology (realtà aumentata, realtà virtuale e rispettive applicazioni), “frontiere che vanno esplorate, capite e su cui investire”, come ha sottolineato anche il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in visita nella giornata di chiusura.
 
LA STRUTTURA - Una due giorni con decine di incontri di approfondimenti sui temi più vari. Questo è la piattaforma FutureLand, nata a Brescia nel 2011 con l’obiettivo di favorire la crescita di imprenditori, professionisti e aziende di tutte le dimensioni, attraverso la condivisione di spazi, realizzazione di attività di formazione e programmi di networking. È così che FutureLand è diventata la più ampia rete europea per il networking e la formazione nell’ambito dell’innovazione digitale. Un modello di campus diffuso sul territorio, che si è rapidamente esteso in Europa e che oggi ha portato FutureLand ad essere presente in 18 città di 8 Paesi europei, grazie anche al supporto di Tip, Tamburi Investment Partners e di alcune importanti famiglie di imprenditori italiani.
 
I CONTENUTI – Caratteristiche peculiari di questo evento sono state il profilo degli speaker nazionali e internazionali (quasi tutti gli eventi erano in lingua inglese), che dal palco principale hanno condiviso le proprie conoscenze ed esperienze con il pubblico e l’Experience Area, lo spazio dove i partecipanti hanno potuto sperimentare l’innovazione, conoscere nuove realtà imprenditoriali e partecipare a tavoli di discussione.
 
Già nella sua prima edizione d’altronde il FutureLand si era aggiudicato il Bea (Best Event Award). Anche quest’anno il futuro era lì, a portata di mano, con app che consentono di arredare casa o tradurre in simultanea da un'altra lingua, auto a guida autonoma e realtà virtuale, o realtà aumentata, per andare oltre l’immaginazione, facilitare la vita, apprendere o semplicemente divertirsi.
 
IL PUBBLICO – Un evento dedicato al business qualificato e la presenza di un gran numero di imprenditori e professionisti ha confermato ulteriormente l’elevato bisogno di approfondimento e conoscenza degli impatti e delle opportunità offerte dall’integrazione e utilizzo delle nuove tecnologie.
 
Necessità cui FuturLand ha dato risposta in collaborazione con i main partner Be, Intesa Sanpaolo, Randstad, A2A, Fastweb, dei partner Digital Magics, Poste Italiane, Eni, Ibm, Msd, Electrolux, Generali Italia, Alkemy, Lavazza, Realmore, Docebo e i media partner Sky e Rds. Un bisogno che accomuna indifferentemente tutti i mercati a livello globale, anche per questo Futureland ha avviato la sua prima partnership all’estero per portare alcuni contenuti dell’evento all’Artificial Intelligence Summit di Dongguan, in Cina, i prossimi 11 e 12 dicembre.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.