Log in

VinciCasa, a una pensionata di Frascati la vincita del 27 novembre

  • Scritto da Redazione

Incassata la vincita da 500mila euro al VinciCasa dello scorso 27 novembre: è andata a una pensionata di Frascati.

Si è presentata negli uffici Sisal di Roma la fortunata “Clarabella” - nome di fantasia scelto dalla vincitrice del concorso n. 162 del 27 novembre scorso di VinciCasa, grazie a una giocata effettuata presso il punto vendita Sisal Banco Lotto Fabbri situato in Piazza Monte Grappa 12, a Frascati (Rm).

Il premio, costituito da 500.000 euro, sarà così ripartito: 200.000 corrisposti subito, in denaro, che il vincitore potrà utilizzare come preferisce, senza alcun vincolo; la restante parte dedicata all’acquisto di uno o più immobili sul territorio italiano.

“Clarabella”, come il personaggio immaginario dei cartoni animati e dei fumetti della Disney, è il nome di fantasia scelto dalla vincitrice. Sarà in ricordo dei tempi passati, quando era lei a leggere le storie di Topolino e che ancora racconta con nostalgia ai nipotini prima di addormentarsi, o un nome di pura fantasia?

Di certo è un nome dolce e intriso di quello che, forse, è il ruolo ad oggi più significativo della vita della vincitrice: fare la nonna con i suoi nipotini e dedicare ai figli tutto il suo tempo.
La vincitrice è una pensionata, è divorziata, ed ora il suo più grande impegno è quello di condurre una vita semplice, facendo quello che fanno tutte le donne della sua età, ossia vivere a tempo pieno e con tutte le sue forze per aiutare la sua famiglia. Non a caso, infatti, nel racconto della sua storia, figli e nipoti vengono citati in ogni momento e situazione.
Clarabella, il giorno della giocata, decide di fare qualche commissione accompagnata dalla figlia e, passando davanti alla ricevitoria, gioca a VinciCasa.
Non ha progetti specifici, ogni tanto gioca a VinciCasa con il sogno di poter realizzare qualche bel progetto. “La casa è un luogo magico” – racconta la vincitrice “qualunque sia la giornata che hai passato, piena di inconvenienti o di momenti felici, sai che poi tornerai a casa, per condividere un problema sul lavoro o per gioire di un bel voto. E poi tutto riparte da capo, il giorno dopo, per una nuova pagina da scrivere nel grande libro della nostra vita”.
Il giorno della vincita Clarabella chiede alla figlia di giocare la schedina di VinciCasa, ma con i suoi numeri, quelli delle sue dati personali, che hanno sancito tanti momenti felici e bellissimi ricordi. 7, 21, 22, 35, 37: saranno questi i numeri che la decreteranno vincitrice di una casa più 200.000 euro subito.
Alla scoperta della vincita, controllando su Televideo, Clarabella pensa di aver sbagliato, di essersi confusa con il ricordo di qualche numero o di aver letto numeri diversi. È agitata, tanto che chiama il figlio per far controllare meglio.
Poi la conferma, un tumulto di gioia, emozioni e tanta agitazione. “Una sensazione positiva che mi ha portato subito al pensiero della mia piccola nipotina. Lei avrà una casa. Questo è certo. Per questo ancora adesso scoppio di gioia”.
Clarabella non sa ancora né dove né quali caratteristiche dovrà avere la casa che ha vinto grazie a VinciCasa. Avrà tempo due anni per sceglierla e parlarne con i suoi figli. Insieme a loro deciderà il da farsi, quali esigenze, quali bisogni e quali sogni assecondare con questa vincita. “Abbiamo vinto tutti insieme, questa è la cosa più bella che ci è successa”.
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.