Log in

Gioco e quiz tv, Celentano: 'I ragazzi dovrebbero pensare a studiare'

  • Scritto da Redazione

L'artista Adriano Celentano, nel programma 'Adrian' su Canale 5, rende nota la sua contrarietà al gioco con vincita in denaro e ai soldi regalati dai quiz televisivi.

 
È tornato ieri sera, giovedì 7 novembre, su Canale 5 Adriano Celentano con il suo "Adrian".
 
 
Oltre all'annunciato nuovo flop di ascolti: lo show è stato visto da appena 3.869.000 telespettatori con il 15,41 percento, il mattatore che una volta faceva battere il cuore di tutti, ha parlato anche di gioco con vincita in denaro.
 
La sua è stata più un'accusa allo Stato "che - secondo Celentano - regala i soldi alla gente tramite il gioco d'azzardo e i quiz televisivi".
 
Per farlo ha invitato Piero Chiambretti, Paolo Bonolis, Carlo Conti, Gerry Scotti e Massimo Giletti.
 
Il conduttore televisivo Gerry Scotti, invece, ha chiesto ad Adriano Celentano un parere sui quiz che permettono ai concorrenti di vincere dei soldi: "Io sono contrario al fatto di regalare i soldi alla gente - spiega ancora Celentano - anche se attraverso un gioco. Secondo me non è un messaggio bello per i ragazzi perché devono capire che a un certo punto devono studiare o lavorare".
 
Lo stesso Gerry Scotti ha però spezzato una lancia a favore dei concorrenti dei quiz televisivi: "Quelli che riescono a vincere sono molto bravi. Alcuni sono diventati dei veri punti di riferimento perché giovani, bravi, scattanti. E se vincono un po' di soldini sistemano quelle cose che spesso con le loro famiglie non riescono, si pagano gli studi, il dentista, fanno un viaggio. Non regaliamo i soldi, li vincono, se li meritano. Noi non regaliamo soldi, regaliamo felicità".
 
Celentano ha ribattutto: "Gerry io ho capito benissimo. È vero che chi prende i soldi forse ha anche studiato. Se ha vinto merita un premio. Però, dietro a questa cosa qui, si accoda in modo molto più grave, il gioco d'azzardo. Quello è lo Stato che lo fa e questa è una cosa che non dovrebbe fare".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.