Log in

Dalla Russia con amore… per il poker

  • Scritto da Redazione

Mail.ru, versione russa di Yahoo, ha lanciato due app per cellulare per uso globale, una che consente ai clienti di giocare a poker, chiamata Poker Arena insieme a un altro gioco chiamato Jungle Heat , disponibili nell'App Store per Apple e Android. Il fatto interessante è che specificamente il gioco Arena Poker permette ai giocatori di acquistare fiche in cambio di denaro per giocare ai tavoli , che è una diretta violazione delle leggi di gioco in Russia, che sono state introdotte nel 2009 quando nel paese è stato bandito tutto il gioco e collocato in 4 regioni periferiche del Paese .

I territori più lontani nei quali è ammesso il gioco sono - Azov City nella regione di Krasnodar, Amber nella regione di Kaliningrad, Siberian Coin nella regione di Altay e Primorye nel territorio marittimo. Tuttavia molti di questi luoghi devono ancora offrire casinò ecc e gli altri hanno attualmente poco da offrire a causa della loro posizione geografica.

Con il lancio dell'app Poker Arena, mail.ru attualmente viola la legge russa sul gioco a meno che la società non cambi le sue funzioni. Quando è stato chiesto da giornalisti locali perché la società avesse fatto un passo del genere, non è stato fatto nessun commento, scatenando la speculazione che forse le leggi sul gioco online potrebbero cambiare presto.

Mail.ru è un fornitore leader di posta elettronica e piattaforma di notizie e gli osservatori ritengono che la società non avrebbe rischiato l'ira del governo se non fosse stata sicura di averlo potuto fare. Se la società crede che offrire l'app al di fuori della Russia permetta loro di procedere legalmente, ciò sarà visto da altre società di tecnologia come un via libera per le loro offerte.

Secondo Leonid Delitsyn, analista di Finam - una delle più grandi imprese di investimento della Russia, lo sviluppo di giochi e applicazioni per dispositivi mobili può essere una strada promettente per il Mail.ru Group da esplorare in termini di espansione internazionale.

"Siamo entrati nell'era dello smartphone. Vi è da sfruttare un nuovo pubblico che non è legato ad alcun servizio in particolare" spiega Delitsyn. In questi tempi è difficile diventare un leader globale nella posta elettronica o in servizi di social network.

Share