Log in

Il futuro dell'intrattenimento al Family Entertainment Expo

  • Scritto da Redazione

In occasione della prima edizione di Family Entertainment Expo, l’Università di Firenze organizza un convegno sul futuro dell'intrattenimento senza vincita in denaro.

 

 

Quale sarà il futuro dei giochi di puro intrattenimento? Questa ed altre domande sono al centro della conferenza “L'intrattenimento in Italia: i giochi senza vincita in denaro tra impresa, società e regolazione", in programma il 17 marzo alle 16,30 al Palacongressi di Riccione in occasione della
prima edizione della manifestazione “Fee: Family Entertainment Expo”, dedicata proprio a questo settore.


L’evento, al quale parteciperanno studiosi ed esperti della materia, è organizzato in collaborazione con l’Unità di ricerca sulle “Nuove Patologie Sociali” dell’Università di Firenze.


La conferenza - che vedrà gli interventi di Franca Tani, professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo dell’Università degli Studi di Firenze, dell’avvocato Cino Benelli, esperto in questioni giuridiche connesse al settore dei giochi pubblici, di Gennaro Evangelista, studioso di metodologia d’analisi sui rischi connessi al gioco dell’Ateneo fiorentino, e di Mirjana Acimovic, in rappresentanza di Euromat, Federazione europea per il gioco responsabile, che esporrà le questioni normative europee che vi si collegano - si propone di
indagare le peculiari differenze che contraddistinguono l'intrattenimento dai giochi con vincita in denaro, nella prospettiva di recuperare il valore sociale del Gioco contro l'isolamento patologico.


E’ infatti con questo scopo di valorizzazione del ruolo storico e sociale che i giochi di intrattenimento hanno avuto nel nostro Paese che, parallelamente alla Fiera, è stata organizzata un’esposizione di macchinari d’epoca dal titolo “Frammenti di archeologia ludica. Breve storia dei giochi automatici a moneta in Italia".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.