Logo

Covid-19: la soluzione alle ferite da mascherine arriva dall'Amusement

Lo specialista di attrezzature per giochi soft nel Regno Unito, Play Area, ha utilizzato la sua esperienza per risolvere il problema delle mascherine.

La pandemia di coronavirus ha visto gli operatori sanitari scherati in prima linea per fare fronte all'emergenza, con molte ore di lavoro richieste a chi si occupa di curare e assistere i soggetti affetti dalla patologia. Con l'effetto collaterale di questo lavoro, assai diffuso, di ritroarsi con delle ferite al volto provocate dalle mascherine le quali, indossate tutto il giorno, diventano rapidamente scomode, lasciando lividi, o altri segni anche più gravi. A sviluppare una soluzione a questo problema è stata Pahs - Play Area Hygiene Services – la società specializzata in soluzioni per l'intrattenimento, che ha sviluppato una soluzione semplice ma intelligente.

Dopo che uno dei membri del personale è stato impegnato durante il blocco della produzione, nella creazione di masherine per infermieri e dottori per l'ospedale di Plymouth, la società ha pensato di trovare una soluzione concreta, visto che le mascherine devono essere indossate strettamente per prevenire l'infezione, divenendo molto scomode, anche per un breve periodo.

Da qui l'idea di dotare le mascherine di fasce elastiche da indossare sulla fronte, alle quali agganciare le maschere tramite dei pulsanti, anziché alle orecchie. In questo modo, si evita la pressione eccessiva che provoca stress al volto.


Le fasce per la testa sono disponibili in una varietà di colori e design diversi, ma il comfort che la semplice invenzione fornisce ora agli operatori sanitari chiave sta contribuendo a rendere più sopportabili le difficili condizioni in cui lavorano in questi giorni.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.