Log in

Serie A: riparte il campionato e le scommesse con i consigli di GiocoNewsPlayer.it

  • Scritto da Giulio Esperti

Riparte la stagione calcistica 2013-2014 e, con essa, riprendono a pieno ritmo le giocate degli italiani che sono già corsi ai banchi dei bookmaker (o, più semplicemente, hanno impugnato il mouse o lo smartphone, quelli usano il canale online) per puntare sulla squadra che, secondo loro, potrà aggiudicarsi il prossimo scudetto. I pronostici per la massima serie – che è ancora oggi la più “gettonata” dagli scommettitori - parlano chiaro: praticamente tutti i bookmaker indicano come grande favorita la Juventus di Antonio Conte. Se, lo scorso anno, la quotazione media della Juve vincente tra i vari bookmakers era di 2,20, quest'anno siamo attorno all'1,70. Segno di una notevole fiducia da parte dei quotisti. Diverse sono invece le opinioni sulle inseguitrici, Per IZIplay il Napoli avrebbe, sulla carta, qualche possibilità in più rispetto al Milan (quota 5,75 per il primo e 6 per il secondo). Giudizio opposto per Paddy Power, che concede molte più chanche al Milan (quota 5) rispetto ai partenopei (quota 7). Considerazione analoga per Roombet (Milan a 5,25  e Napoli a 6,25), mentre il bookmaker Replatz li considera alla pari (quota 6 per entrambi). Ma  vediamo, squadra per squadra, cosa ci aspetta da questa stagione 2013-2014 di Serie A.


 

ATALANTA – Il tecnico Colantuono ha davvero poco da dimostrare dopo gli straordinari risultati degli anni precedenti sulla stessa panchina. E ora che è sfumato anche il rischio penalizzazione per la società bergamasca, i neroazzurri della Dea potranno giocare con maggiore tranquillità. L’obiettivo è di centrare, ancora una volta, la salvezza e la marcia in più, come al solito, sarà data dall’entusiasmo di un gruppo ben collaudato, che può contare anche su qualche innesto di qualità. soprattutto, in attacco, e gli uomini chiave: Bonaventura, Denis, Cigarini.
Voto positivo anche dal punto di vista finanziario per la società, che ha un saldo acquisti/cessioni positivo di 1 milione di euro.

BOLOGNA – Anche qui, l’obiettivo è salvezza, ancora una volta. La miglior notizia per i tifosi bolognesi, probabilmente, è la riconferma del gioiello Diamanti, come pure il ritorno di Perez, con l’incognita di Rolando Bianchi, che potrebbe rivelarsi il sostituto buono di Gilardino, grazie soprattutto alla voglia di fare annunciata dall’ariete. Grande fiducia, comunque, a mister Pioli. I dubbi sono però sulla difesa, con la partenza di Portanova a cui non sembra si sia rimediato. Si parla molto bene, invece, di Cech, che non vediamo l’ora di vedere. Gli uomini chiave saranno senza dubbio: Kone, Perez, oltre al solito Diamanti.
La società può ancora contare su un minimo ‘attivo’ di quasi 4 milio di euro come saldo della campagna acquisti.

CAGLIARI – Durante l’estate avevamo detto che, come impone il detto, squadra che vince (e che convence) non si cambia. E pare che il presidente Cellino abbia voluto far fede alla parola dei saggi nella sua campagna acquisti (il cui saldo è di 2 milioni di euro di attivo). In effetti, l’unica new entry nel gruppo sardo è il difensore Oikonomou, di cui si sa davvero poco, e poche cessioni. Tutti confermati, dunque. Compresi i richiestissimi Nainggolan, Sau e Astori (sul quale però si attendono notizie..). Di certo per la società c’è da risolvere la questione dello stadio, che potrebbe pesare sulle prestazioni della squadra. Gli uomini chiave: Conti, Sau e Nainggolan.

CATANIA – Il Real Madrid di Sicilia, quest’anno, dovrà fare i conti con cambiamenti non certo facili da affrontare. In primis, la partenza dello specialista Lodi (trasferito al Genoa) e di Gomez, ma con l’arrivo di Tachtsidis, che è però un giocatore di quantità più che di qualità. Leto e Monzon potrebbero essere tra le rivelazioni del campionato. Gli uomini chiave saranno: Almiron, Bergessio, Monzon. Per la società il saldo della campagna acquisti è sostanzialmente un pareggio tra entrate e uscite.

CHIEVO – Basterà il solito entusiasmo della squadra di Verona per trovare una nuova salvezza? Se lo augurano i tifosi, di certo abituati a soffrire durante ogni stagione, visto che di cambiamenti non se ne vedono granché. Anzi. Arriva però un nuovo tecnico come Sannino, che promette tranquillità. Gli uomini-chiave potrebbero essere Thereau, Hetemaj, Rigoni. Bilancio positivo per la società dopo il calciomercato (si fa per dire..) con un ‘più’ 1,5 milioni di euro.

FIORENTINA – E’ la squadra dell’anno. Quella di cui si parla di più, negli ultimi mesi, e dala quale ci si aspettano grandi cose. La società ha dimostrato di voler fare sul serio (uscendo dalla campagna acquisti con un bilancio di ‘meno’ 2,5 milioni di euro) confermando Vincenzo Montella alla guida del gruppo e facendo arrivare una serie di prime linee anche dai campionati esteri: Mario Gomez, Joaquin, Ilicic e Giuseppe Rossi su tutti, a cui si aggiunge anche l’esperienza di un Ambrosini che ha ancora voglia di dire la propria. Certo non c’è più Jovetic a incantare Firenze, ma potrebbero dimenticarlo presto, da quelle parti, se tutto girerà come deve. Gli uomini-chiave: Gomez, Rossi.

GENOA – La novità maggiore è probabilmente il tecnico: l’esordiente Liverani che ha tanta voglia di dimostrare le proprie capacità. Ma c’è anche tanta qualità in campo con gli innesti di Lodi e Kucka e un ritrovato Gilardino in attacco. In difesa arriva pure Portanova, che potrebbe dare un pochino di stabilità in più. Ma la società ha ancora un attivo di quasi 5 milioni di euro da sfruttare sul mercato.

INTER – Tutto da ricostruire per i nerazzurri di Milano con la società che punta sulla grinta del nuovo tecnico Mazzarri per provare a riconquistare i tifosi e riportare entusiasmo sula piazza. Non a caso il bilancio della campagna acquisti è fortemente negativo, - 26 milioni di euro, ma gli acquisti sono vari: dall’esperto Campagnaro, alla coppia di attaccanti junior Icardi e Belfodil, che si aggiungono a Taider, Kovacic e Wallace, per un vero rinnovamento. Ci sarà sempre da attendere il ritorno di Milito, anche se gli acciacchi e l’avanzare dell’età potrebbero farsi sentire, e nel frattempo spetta a Palacio tenere in piedi il reparto avanzato. In attesa, magari, di qualche altro arrivo. O ritorno..
JUVENTUS – Lo abbiamo detto, è la grande favorita (anche) di questa stagione. Ma Conte dovrà fare i conti con un gruppo nuovo, anche se il successo a mani basse in Super Coppa ha già spiegato che non sembra avere problemi nel riuscirci. L’attacco è formidabile, il centrocampo pure. Cosa aggiungere? Gli uomini chiave potrebbero essere vari: noi indichiamo (il solito) Pirlo, Tevez e ci mettiamo pure Pogba. Pazienza se il bilancio è negativo (-11 milioni è il saldo della campagna acquisti), non è certo la prima volta per la società bianconera.

LAZIO – Diciamo la verità: stavolta ha speso anche Lotito durante la campagna acquisti. E il saldo di quasi -18 milioni di euro tra partenze ed arrivi è una vera novità. Tra gli arrivi che diffondono maggiore fiducia ci sono Anderson e Biglia ma la verà notizia è la riconferma del fenomeno Hernanes. La lacuna rimane in attacco, dove l’esperienza di Klose non può bastare. Per questo si aspettano sorprese. Gli uomini chiave: Klose, Hernanes, Candreva

LIVORNO – Si punta tutto, anche qui, sull’entusiasmo della matricola e sul fattore ‘gruppo’, visto che, di cambiamenti, non se ne sono fatti. Tante speranze, ma nessuna certezza, almeno per ora. Gli uomini chiave potrebbero essere Paulinho e Duncan. Ma basteranno? Eppure, nonostante questo, il saldo della campagna estiva è negativo, -1,3 milioni.
MILAN - Il vero grande acquisto è il recupero dell'olandese De Jong, da cui ci si aspetta molto in questa stagione, per dare sostanza a un centrocampo da rinnovare. Boateng dovrà essere un leader vero, con la speranza di essere affiancato da Honda. Dubbi ci sono però in difesa, dove Zapata e Mexes non possono bastare. Gli uomini chiave, però, non mancano: Balotelli, El Shaarawy senza dubbio, Boateng e De Jong con tutta probabilità. E il saldo è ancora una volta negativo, con un disavanza di circa 10milioni di euro tra entrate e uscite.

NAPOLI – Aldilà del tecnico Mazzarri la partenza che fa più dolore è quella di Cavani. Ma l'arrivo di Benitez in panchina, ha anticipato quello del bomber Higuain che, insieme, diffondono fiducia sulla piazza. Qualcosa da fare rimane in difesa, perché davanti c’è il solito Hamsik che ormai è una certezza e il giovane Insigne che esploderà di certo. Bilancio “in rosso” di olre 12 milioni da questa campagna acquisti, che non pare tuttavia essere finita.

PARMA – Dopo anni di stasi, il club emiliano si presenta con le carte in regola per fare bene, con una coppia di attacco Cassano-Amauri decisamente invidiabile. Donandoni ha la giusta esperienza e alcuni giocatori come Cassani e Felipe, dalle sicure potenzialità, devono riscattare una stagione deludente. Gli uomini chiave potranno essere Cassano e Biabiany. E le casse stanno bene con un saldo positivo dopo la campagna acquisti di circa 9 milioni.
ROMA – E’ la squadra più controversa del campionato. Il mister Garcia, diciamo la verità, è la prima incognita. Gli acquisti, Strootman e Gervinho, sulla carta, sembrano buoni. Come pure Maicon e De Sanctis, che devono dimostrare poco. Ma se, oltre a Osvaldo, parte Lamela, che Roma si ritroveranno a Trigoria? Destro deve riprendersi dall'infortunio che lo tiene fuori da mesi e da quando è  a Roma i risultati devono ancora a arrivare. Totti è il Dio del calcio, ma ha pur sempre 36 anni. Gli uomini-chiave: Totti, Strootman, Pjanic. Ma il saldo è positivo, quasi 20 milioni dopo la campagna, e non è certo finita qui.

SAMPDORIA – Difesa d’esperienza, con Palombo leader e attacco promettente con un Gabbiadini dalle grandi attese. Peccato per la partenza di Poli a centrocampo, Eder sotto osservazione. Gli uomini chiave potrebbero essere Obiang, Palombo oltre a Gabbiadini. Bilancio positivo dopo la campagna acquisti con un saldo positivo di 5,5 milioni.
SASSUOLO - Eusebio Di Francesco deve conquistarsi la Serie A ma non ha voluto snaturare l'impianto di gioco, per puntare sul ‘suo’ gruppo. Ma gli innesti sono buoni e, soprattutto, mirati, specie in difesa, con gli arrivi di Ziegler e Acerbi. Attacco promettente con Zaza e Berardi. Gli uomini chiave: Berardi, Missiroli, Acerbi.

TORINO – Dopo i brividi della scorsa stagione, la piazza vorrebbe una stagione più tranquilla. La buona notizia è la riconferma di Cerci sul quale la fiducia è altissima. La vendita alla Juve di Ogbonna ha fatto discutere, ma ha rimpolpato le casse (al punto che il saldo è di quasi 6 milioni di euro dopo la campagna acquisti) e ha permesso di rinforzare il gruppo in vari punti. Gli uomini chiave, oltre a Cerci, potranno essere El Kaddouri e Glik.

UDINESE – Guidolin ha un gruppo praticamente immutato. Il patron Pozzo, questa volta, ha conservato i gioielli lasciando al proprio posto il talento Muriel, oltre ai richiesti Basta e Allan. Di Natale ha 36 anni, ma l’entusiasmo e la voglia di un ragazzino. Forse qualcosa in più serve a centrocampo, ma il saldo è in attivo (+12 milioni di euro) e qualcosa potrebbe accadere ancora.

VERONA – Il club Veronese punta sull’usato garantito e si tira dentro nomi noti come Toni, Donati e Jankovic, in un progetto che, sostanzialmente, appare convincente. E proprio i ‘vecchi’, specie perché affiancati dal gruppo, sono gli uomini chiave: Gli uomini-chiave: Toni, Donati, Jorginho.

 

LA PRIMA GIORNATA - Ma intanto, c’è da pensare al presente, e questo fine settimana si gioca la prima giornata di campionato che vede impegnate, in Serie A, alle 18:00 di sabato 24 l’esordiente Verona contro Milan (arbitro Calvarese), in un match che ha un qualcosa di evocativo, mentre alle 20:45 toccherà ai Campioni d’Italia in carica della Juventus scendere in campo a Genova contro la Sampdoria (arbitro Banti). Domenica 25 si riparte, alle 18 con il debutto dell’Inter, a San Siro, dove ospita il Genoa, mentre alle 20:45 si giocheranno tutte le altre partite: Cagliari - Atalanta (arbitro Irrati), Lazio - Udinese (Gervasoni), Livorno - Roma (Massa), Napoli - Bologna (arbitro De Marco), Parma - Chievo (Rizzoli), Torino - Sassuolo (Orsato). Per poi chiudere con Fiorentina - Catania, (Doveri), che si giocherà in posticipo lunedì 26 agosto alle ore 20:45.

 

IL PRONOSTICO DI GIOCONEWSPLAYER PER GLI SCOMMETTITORI – Non sapete come scommettere? Ecco i pronostici di GiocoNewsPlayer.it: Verona - Milan X, Sampdoria - Juventus 2, Inter - Genoa 1, Cagliari - Atalanta 2, Lazio - Udinese X, Livorno - Roma 2, Napoli - Bologna 1, Parma - Chievo 1, Torino - Sassuolo X.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.